Prugne contro la perdita di massa ossea

· 15 aprile 2015

Continuamente si dice che per la salute delle ossa bisogna assumere molto calcio, che il miglior mezzo è bere latte e derivati. È sicuro?

In questo articolo vi illustriamo una visione alternativa sul problema della carenza di calcio e vi proponiamo un alimento che vi stupirà per gli ottimi benefici per le ossa: le prugne secche.

La verità sul calcio

Quando si parla di problemi alle ossa, come ad esempio l’osteoporosi, di solito si lodano i benefici del calcio. Sebbene sia vero che questo sale minerale è fondamentale, ce ne sono altri altrettanto importanti. Per questo non è salutare iniziare a mangiare alimenti con calcio aggiunto, bensì è meglio cercare di seguire un’alimentazione equilibrata e scegliere cibi che apportano il calcio e gli altri nutrienti di cui si ha bisogno. Le prugne secche sono uno di questi.

formaggio

L’acidificazione

Forse avete sentito parlare del pH alcalino o acido dell’organismo e come in generale questo è maggiormente acidificato a causa di una scorretta alimentazione (soprattutto per via di zucchero, fritture e farine raffinate), di cattive abitudini (tabacco o alcol), di emozioni negative, stress o inquinamento.

Questa acidità eccessiva fa sì che il corpo rubi calcio alle ossa e che lo elimini attraverso l’urina per cercare di compensare il pH.

È a questo punto che le prugne mostrano il loro primo beneficio: sono altamente alcalinizzanti.

Altri nutrienti

In aggiunta, le prugne secche sono anche ricche di potassio, magnesio, boro, manganese, rame e ferro, oltre che delle vitamine A e K, tutti nutrienti imprescindibili per la salute delle ossa.

Stranamente non contengono calcio; vari studi hanno dimostrato che il consumo giornaliero di prugne secche può diminuire il rischio di soffrire di malattie ossee.

In più, le prugne, sia fresche che secche, sono eccellenti per combattere la stitichezza e sono molto nutrienti, motivo per cui è ideale mangiarle ogni mattina appena svegli.

prugne

Come mangiarle?

Il modo più salutare di mangiarle consiste nel metterle a bagno in mezzo bicchiere d’acqua per tutta la notte. Mangiatele il mattino seguente a digiuno, bevendo anche l’acqua.

La quantità ideale è tra le 3 e le 5 prugne al giorno.

Se non volete mangiarle da sole, potete frullarle con altra frutta matura o con bibite vegetali. Potete anche includerle in dolci come pan di spagna o pasticcini poiché doneranno succosità e dolcezza, evitando di dover aggiungere troppo zucchero.

prugne secche

Integrate la dieta

Infine, vi proponiamo altri alimenti altrettanto benefici per le ossa grazie al loro contenuto di vitamine e sali minerali, in particolare calcio, e molto più assimilabili rispetto ai latticini o ai prodotti con calcio aggiunto:

  • sesamo. Contiene più calcio del latte ed è molto più assimilabile. Potete assumere il sesamo crudo macinato, sotto forma di gomasio (macinato e tostato con sale), di olio di prima spremitura a freddo e a crudo, sotto forma di tahina (pasta di sesamo). La tahina potete anche frullarla con acqua, limone, cannella e miele per preparare la vostra bibita al sesamo personale.
  • maca. Contiene molto calcio e ferro ed è un regolatore ormonale eccellente. Le persone che soffrono di ipertensione o di sovraeccitamento del sistema immunitario devono fare attenzione. Vi consigliamo di informarvi bene per sapere in che dosi assumerla.
  • carota bollita. È molto più ricca di calcio che a crudo.
  • coda cavallina. È molto ricca di silicio. Potete berne due o tre tazzine al giorno.
  • acqua di mare. È un integratore naturale molto bilanciato che potete trovare in erboristeria e nei negozi naturali. Vi consigliamo di berne un cucchiaio prima di ogni pasto.

Frullato per le ossa

Provate questa deliziosa ricetta per rafforzare le ossa:

1. Triturate un cucchiaio di semi di sesamo con un bicchiere di acqua per almeno un minuto con l’aiuto di un frullatore.
2. Filtrate il latte di sesamo e mettete da parte le fibre che potrete usare in altre ricette.
3. Frullate di nuovo la bibita al sesamo con tre prugne secche messe a bagno.
4. Aggiungete una spolverata di cannella in polvere.

Ecco pronto il vostro frullato: delizioso a colazione o a merenda e per sorprendere tutta la famiglia con una ricetta molto salutare.

Immagini per gentile concessione di: ulterior epicure, Tony Hisgett e Hellebardius

Guarda anche