Quali sono i cibi che fanno ingrassare di più?

14 maggio 2014
Se volete bere un succo di frutta salutare, preparatelo voi stessi. Tutti quelli presenti sul mercato, anche quelli che vengono pubblicizzati come 100% naturali, contengono zuccheri, coloranti e conservanti dannosi per l'organismo.

Ci sono diversi studi che parlano dei “peggiori alimenti sulla faccia della terra”. È vero che possono essere cattivi, ma tutto dipende dalla quantità che consumiamo e anche dalla frequenza. Tuttavia, è meglio evitarli ed eliminarli pian piano dalla dieta per poter perdere peso, ridurre il colesterolo e sentirci più energici ogni giorno.

I cibi che fanno ingrassare di più

Gli 11 alimenti che ci fanno prendere più peso e che possono essere più o meno pericolosi per l’organismo, secondo uno studio dell’Università di Harvard, sono i seguenti:

Patate fritte

Sono le patatine che si mangiano nei fast food e vengono consumate in tutto il mondo poiché sono gustose e possono persino dare dipendenza. Non ci sono alimenti peggiori di questo. Chi mangia patate fritte assiduamente può prendere anche un chilo e mezzo ogni anno. Cucinarle in casa le fa diventare soltanto leggermente più “salutari”.

patatine

Patatine fritte (in sacchetto)

Sono lo snack per eccellenza in qualsiasi festa, riunione o spuntino prima dei pasti. Contengono molta frittura e sale e per questo motivo fanno ingrassare, oltre ad essere un alimento che non sazia nemmeno anche se consumato in grandi quantità.

Bibite zuccherate

Bere ogni giorno uno o due bicchieri di gazzosa o aranciata non solo ci fa prendere peso, ma porta i livelli di glucosio nel sangue alle stelle. Non importa se vengono etichettate o meno come dietetiche, queste bibite sono dannose per la salute.

Carni non processate

Mangiare troppa carne bovina o di maiale contribuisce a farci ingrassare e ad aumentare il rischio di soffrire di colesterolo alto, per colpa degli alti livelli di grasso.

carne

Carni processate (affettati)

Sia gli affettati che le salsicce contengono alte quantità di grassi saturi, calorie, sodio e coloranti. Non sono salutari né per i bambini né per gli adulti, per cui il loro consumo è sconsigliabile.

Grassi trans

Centinaia di prodotti che vediamo nei supermercati contengono grassi trans, molto dannosi per la salute. Si trovano principalmente negli alimenti surgelati, quelli processati e quelli già pronti per il consumo.

Dolci e dessert

Dai biscotti alle torte, dai cioccolatini ai prodotti da forno: tutti sono dannosi per la salute perché contengono alte quantità di zuccheri e grassi. La scelta migliore è quella di sostituirli con della frutta dopo i pasti.

Cereali raffinati

Un esempio di questa tipologia è il riso, un altro degli alimenti maggiormente consumati al mondo, per il buon prezzo e la facilità di preparazione. Il problema non sta nel cereale in sé, ma nel processo di “sbiancamento”. Tutto ciò che non è bianco in natura è dannoso: preferite, quindi, il riso integrale o la varietà yamani.

Alimenti fritti

Oltre alle patate, di cui abbiamo già parlato, tutti gli altri alimenti che vengono fritti in olio o in altri grassi sono dannosi, soprattutto quelli consumati nei ristoranti, decisamente peggiori di quelli che prepariamo in casa. In questo gruppo potete includere tutte le carni impanate, le verdure fritte, ecc.

Succhi di frutta pronti

Persino quelli che riportano nell’etichetta “100% naturali” non lo sono, perché contengono alte quantità di zuccheri e quindi non possono essere considerati sani. Molti contengono anche coloranti e conservanti dannosi.

Burro

Il grasso di cui si compone fa male sia all’organismo che alla pelle. È provato che chi consuma molto burro o maionese ha, per esempio, più problemi di acne o pelle grassa nel volto, oltre a far aumentare i livelli di colesterolo nel sangue.

burro

Altri alimenti “cattivi”

All’elenco degli 11 alimenti che vi abbiamo menzionato possiamo aggiungere i seguenti, che sarebbe meglio non consumare troppo spesso:

  • Pasta: soprattutto quella preparata con farina bianca. Una quantità moderata di pasta una volta a settimana non fa male, ma il problema è consumarla tutti i giorni, soprattutto se accompagnata da salse o creme, formaggi o condimenti grassi. È un piatto che contiene molte calorie e carboidrati che fanno ingrassare.

pasta

  • Condimenti per insalate o carni: in questo gruppo troviamo la maionese, il ketchup, la mostarda, la salsa rosa e la cesar, tra le altre. Tutte queste contengono molto sale e grassi e contribuiscono a portare alle stelle i trigliceridi nel sangue.
  • Cioccolato: in questo caso bisogna fare alcune precisazioni. Per esempio, il cioccolato amaro che contiene un’alta percentuale di cacao non è dannoso (se consumato con moderazione, naturalmente), ma se comprate del cioccolato commerciale ed economico avrà di sicuro delle sostanze aggiunte, come conservanti ed edulcoranti. Evitate del tutto il cioccolato bianco, che contiene agenti chimici, grassi e zucchero in alte quantità.

I cibi che fanno ingrassare di meno

Dall’altro lato del ring si trovano gli alimenti che potete consumare liberamente, quando volete e nelle proporzioni che desiderate:

  • Pesce bianco o azzurro: orata, nasello, pagello, merluzzo, baccalà, ecc. Sono ottimi perché non contengono né carboidrati né grassi e apportano Omega 3 e fosforo.
  • Carni magre: come il tacchino o il pollo, a cui bisogna comunque togliere le parti grasse. Saziano abbastanza e apportano molte proteine.
  • Frutti di mare e crostacei: vongole, gamberoni, ostriche, calamari, granceole, ecc. Hanno pochi grassi come il pesce e sono ricchi di iodio e zinco, proteine di buona qualità e pochi carboidrati.
  • Verdure: spinaci, broccoli, carote, pomodori, cipolla, lattuga, cavoli, bietole, porri, asparagi, e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. L’apporto di minerali e di vitamine delle verdure è eccellente, e la quantità di grassi quasi nulla. Inoltre, idratano l’organismo.

verdura

  • Legumi: lenticchie, ceci, soia, fagioli, ecc. Apportano zinco, fosforo, ferro, magnesio e molte vitamine. Hanno anche molte proteine.
  • Frutta: tutti i frutti che vi vengono in mente, eccetto la banana, l’uva, il cocco e la mela cotogna, che hanno alte quantità di zucchero. Tutte le altre apportano acqua e antiossidanti.

Immagini per gentile concessione di Harsha K R, Stu_ Spivack, grendelkhan, Jessica Merz, Sean McEntee, John Loo, Christopher.

Guarda anche