Quali oli e grassi usare in cucina?

28 settembre 2015
Nonostante la cattiva fama che ha avuto per anni, l’olio di cocco è fonte d’energia per il cervello e aiuta a mantenere sano l’organismo

Da molti anni ormai, il grasso è considerato dannoso perché si ritiene che sia una delle cause principali di sovrappeso e obesità, oltre a scatenare altri problemi di salute.

Tuttavia, vari studi hanno dimostrato che esistono grassi “buoni” e che è necessario consumarne una quantità limitata per garantire il buon funzionamento di tutti gli organi del corpo.

Una delle principali fonti di grassi sono gli oli che tanto spesso si usano in cucina. Molti sono vegetali e, solo in pochi casi, si usano quelli di provenienza animale, anche se è stato dimostrato che sono più dannosi per la salute.

Sono in molti a credere che, poiché siano di origine vegetale, tutti gli oli da cucina sono buoni per la salute. Tuttavia, ne esistono alcuni che non sono consigliati, poiché vengono sottoposti a un processo che li priva delle loro proprietà e li rende dannosi per l’organismo.

Per tutti coloro che si preoccupano del tipo di olio da cucina che usano per le proprie ricette, oggi condivideremo una lista e una classifica degli oli sani e di quelli nocivi.

I migliori oli da cucina per la salute

Gli oli da cucina che non danneggiano la salute sono quelli composti da grassi polinsaturi e monoinsaturi, conosciuti anche come grassi “buoni”.

Olio d’oliva

Olio d'oliva

Senza dubbio, l’olio più sano di tutti è l’olio d’oliva. È un ingrediente fondamentale della dieta mediterranea e contiene grassi monoinsaturi ricchi di benefici per la salute cardiovascolare.

La scelta migliore è l’olio non raffinato, poiché viene spremuto a basse temperature, il che aiuta a conservare i polifenoli buoni per la salute.

Leggete anche: 10 impieghi dell’olio d’oliva che non conoscevate

Olio di cocco

Anche se per anni ha avuto una cattiva reputazione in seguito all’alto contenuto di grassi saturi, vari studi hanno dimostrato che in realtà è un olio molto sano.

La maggior parte dei grassi saturi che contiene sono del tipo conosciuto come trigliceridi a catena media, che il corpo trasforma in energia invece di accumularli come grasso corporeo.

L’olio di cocco ha proprietà antibiotiche e antimicrobiche che proteggono il corpo da vari organismi patogeni. Inoltre, è una fonte d’energia per il cervello e migliora la salute dell’organismo. Bisogna però evitare di scaldarlo per una seconda volta o di mischiarlo con altri oli.

Olio di sesamo

Olio di sesamo

Quest’olio di origine asiatica è famoso per essere una fonte di grassi monoinsaturi. I suoi principali benefici si attribuiscono all’alto contenuto di antiossidanti che non vengono distrutti dal calore.

Contiene anche fosfatidilcolina, un nutriente che migliora la salute del cervello. Ciononostante, vi consigliamo di consumarlo con moderazione, poiché contiene anche acidi grassi omega 6.

I peggiori oli da cucina per la salute

La maggior parte degli oli vegetali in vendita al supermercato a prezzi molto bassi sono composti da grassi “cattivi”, conosciuti anche come grassi saturi o grassi trans.

Il consumo di questi oli è una delle principali cause del colesterolo alto.

Olio di soia

Olio di soia

Questo tipo di olio viene sottoposto a un processo di idrogenazione per farlo durare più a lungo e per mantenerne il sapore. Questo processo, però, è ciò che trasforma i grassi e lo rende un ingrediente poco sano.

Se volete usare l’olio di soia senza danneggiare la vostra salute, dovete usare quello biologico.

Margarina

Prima si pensava che la margarina fosse meglio del burro, per il semplice fatto che è di origine vegetale. Tuttavia, vari studi hanno dimostrato che in realtà è peggio, poiché è ricca di grassi trans.

Per produrre la margarina, il grasso è sottoposto a un processo d’idrogenazione, che è ciò che la fa apparire fresca, cremosa e con un sapore piacevole. Questo processo rende questo prodotto dannoso per la salute, soprattutto quando viene sottoposto ad alte temperature.

Vi consigliamo anche: 5 modi per eliminare l’eccesso di sale e grassi dal nostro corpo

Lardo di maiale

Lardo

Questo tipo di grasso è uno dei preferiti in molte cucine in tutto il mondo, per via del sapore che dà ai piatti. Tuttavia, è uno dei più sconsigliati, poiché è ricco di grassi saturi che ostruiscono le arterie è aumentano i livelli di colesterolo.

Guarda anche