Quando si possono introdurre i cereali integrali nella dieta del bambino?

Il consumo di cereali integrali è salutare per i bambini perché forniscono energia e nutrienti essenziali alla crescita.
Quando si possono introdurre i cereali integrali nella dieta del bambino?

Ultimo aggiornamento: 19 luglio, 2022

I cereali integrali sono una fonte di vitamine, minerali, proteine, fibre e carboidrati necessari nella dieta di un bambino. L’OMS sottolinea che, durante i primi due anni di vita, un’alimentazione ottimale favorisce la crescita e migliora lo sviluppo cognitivo. Per questo è importante integrare l’allattamento al seno con cibi sicuri e nutrienti.

Contrariamente ai raffinati, i cereali integrali conservano il loro strato di crusca, ricco di ferro, zinco, tiamina, niacina e riboflavina. Mantengono anche il germe e l’endosperma. Insieme, questi componenti favoriscono la sana alimentazione del bambino e riducono le possibilità che sviluppi alcune malattie in futuro.

Quando introdurre i cereali integrali nella dieta del bambino e come farlo?

Attualmente si trovano in commercio tanti tipi di cereali in varie forme e sapori, il che consente versatilità nella loro preparazione. Per i piccolissimi, secondo le raccomandazioni dell’OMS, si possono introdurre a partire dai 6 mesi, in piccole quantità e poco a poco.

La Mayo Clinic consiglia riso integrale, grano spezzato, orzo, pane e avena. Il segreto è saperli scegliere e offrirli in modo che piacciano al bambino. Alcuni consigli?

Si parte dalla gravidanza

Le donne incinte che consumano cereali integrali forniscono il loro valore nutritivo al bambino. Inoltre, la fibra aiuta a prevenire la stitichezza. Se durante la gravidanza si aggiungono al menu, in seguito sarà più facile introdurre i cereali integrali nella dieta del bambino.

Cereali integrali a colazione

Un bambino che mangia sano a colazione ha energia per il resto della giornata. Pancake di grano saraceno, pane e avena integrale sono spesso disponibili nei supermercati; sono ideali per la colazione.

Optate per buoni mix

La consistenza e il sapore dei cereali integrali sono un po’ pesanti rispetto a quelli raffinati. Questo fa sì che alcuni piccoli tendano a rifiutarli. La soluzione è dare loro un mix di cereali integrali.

I mix di cereali pensati per i bambini sono formule che soddisfano i loro palati.

Mantenete l’abitudine

È meglio non interrompere la somministrazione di questi alimenti, perché il bambino perderà l’abitudine. Introdotti fin dall’inizio, gli saranno familiari e li accetterà senza problemi. Ad esempio, aggiungete una manciata di pastina al purè o una fetta di pane integrale.

Lasciate che manipoli il cibo

Preparazioni semplici, dalla consistenza soffice o sbriciolabile, possono essere trasformate anche in focacce, crocchette o torte, per le quali non servono posate. Se il bambino prende il cibo con le mani, si sentirà autonomo e si divertirà.

Usate la creatività

Quando si parla di bambini, il cibo deve catturare l’attenzione, sia nell’aspetto che nel gusto. Privilegiate i piatti sani ma confezionati con fantasia.

Benefici dei cereali integrali

I derivati dei cereali integrali sono indicati dagli esperti come alimenti parte della piramide alimentare che dovrebbero essere consumati quotidianamente.

I cereali integrali aiutano i bambini a promuovere abitudini sane, prevenendo l’obesità infantile. Hanno inoltre i seguenti vantaggi.

  • Apportano fibra insolubile, che si gonfia nello stomaco, generando maggiore sazietà e favorendo il transito intestinale.
  • Rilasciano glucosio lentamente, senza creare picchi di energia o di zucchero nel sangue.
  • Aiutano a mantenere la salute dell’apparato digerente, il peso corporeo e proteggono da malattie cronico-degenerative come diabete, cancro e malattie cardiovascolari.

Quando chiedere al pediatra?

È consigliabile che l’inserimento dei cereali integrali sia graduale, per valutare la reazione del bambino. Se il bambino ha meno di 2 anni e mangia poco, la fibra potrebbe essere negativa. In questo caso, la cosa giusta da fare è consultare un pediatra.

Lo stesso accade quando il bambino ha problemi intestinali o digestivi. È il pediatra che deve elaborare una dieta conveniente per il piccolo, specificando porzioni, frequenza e cibi convenienti.

Come favorire il consumo di cereali integrali

Non bisogna confondere l’integrale con i cibi light. I cereali integrali sono ricchi di fibre, ma hanno anche calorie. Considerandoli esclusivamente dietetici, molti genitori scartano i cereali integrali, a svantaggio della salute del bambino.

  • Controllate che le etichette specifichino “cereale intero”.
  • Non utilizzate cereali zuccherati. Preferite cereali integrali come l’avena o fortificati con ferro.
  • Includete il resto della famiglia. Ad esempio, se cucinate il riso integrale, fatelo per tutti.

Sono numerose le ricette sane e appetitose. Su internet troverete consigli per preparare cibi sostanziosi e attraenti, come muffin a forma di animale o pappe colorate. Incoraggiate vostro figlio a provarli e divertitevi a prepararli.

Potrebbe interessarti ...
Dieta paleolitica per i bambini: va bene?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Dieta paleolitica per i bambini: va bene?

La dieta paleolitica per i bambini va bene purché vengano seguiti da un pediatra e da un professionista della nutrizione,