Ricette per chi soffre di disturbi digestivi

26 Settembre 2019
3 ricette ideali per chi ha problemi di digestione, per variare a tavola e fare un pieno di nutrienti.

Esistono ricette per chi soffre di disturbi digestivi che siano anche appetitose? Sì. Chi ha problemi allo stomaco o all’intestino spesso ha difficoltà a trovare una dieta che sia allo stesso tempo saporita, nutriente e leggera. Questo, infatti, dipende dal modo in cui il corpo assimila i vari gruppi di alimenti.

Più precisamente, la difficoltà nasce quando si tratta di digerire alimenti di tipo diverso mescolati insieme. La frutta con gli zuccheri (industriali e no) in combinazione con i semi; oppure i cereali con la carne (di qualunque tipo), i legumi, gli ortaggi… Può capitare a volte che l’apparato digerente superi la sua capacità di digerire e assimilare tutte le sostanze nutritive. 

I sintomi che accusiamo sono, allora, pesantezza o gonfiore addominale. Chi soffre di disturbi digestivi, quindi, deve imparare a separare e scegliere gli alimenti da consumare; questo aiuterà a ridurre al minimo il disagio e a poter godere del cibo senza rimorsi. In ogni caso, se appartenete a questa categoria, la scelta migliore è chiedere consiglio al medico o al nutrizionista.

Per quanto possa sembrare complicato, trovare delle preparazioni che non mescolino i vari gruppi alimentari è possibile. Vi presentiamo tre ricette che vi aiuteranno a mangiare in modo sano.

Ricette per chi soffre di disturbi digestivi: ideali e deliziose!

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Critical Reviews in Food Science and Nutrition, i cosiddetti alimenti funzionali svolgono un ruolo importante nella protezione della salute intestinale. In questo senso, quando si soffre di disturbi digestivi, è consigliabile consumare cibi specifici.

Abbiamo quindi scelto tre ricette sane che possono essere di grande aiuto. Prendete nota!

1. Succo di papaia, frutta e carote

Benefici della papaya per chi soffre di problemi digestivi

Un dato importante è l’azione degli enzimi. Ricordate, chi soffre di problemi digestivi ha più difficoltà ad assimilare le sostanze presenti negli alimenti. In questo caso, consumare cibi ad alto contenuto enzimatico è l’ideale.

La papaia, ad esempio, può aiutare a ottenere i nutrienti necessari e rendere la digestione meno difficile. È ricca di vitamine A, B e C, oltre a sali minerali. Contiene inoltre papaina, un enzima che stimola la digestione.

Ingredienti

  • 1 limone (45 g)
  • 1 mela (50 g)
  • 2 arance (75 g)
  • 2 carote (80 g)
  • 6 fettine di papaia (400 g)
  • Foglie di menta fresca
  • Vaniglia

Preparazione

  • Ottenete il succo dalle arance, quindi sbucciate la papaia e tagliatela a fette. Non dimenticate di eliminare i semi. Utilizzate soltanto la polpa.
  • Pulite le carote, sbucciate la mela e tagliatela a spicchi.
  • Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore tranne il succo d’arancia e frullateli per un minuto circa.
  • Infine, versate il succo d’arancia e il frullato in una caraffa. Aggiungete un po’ di vaniglia e, se volete, un po’ di scorza di limone grattugiata.
  • Decorate con qualche fogliolina di menta.

Potrebbe interessarvi anche: Disintossicare l’apparato digerente con infusi alle erbe

2. Insalata di cetriolo e pomodoro

Insalata di cetriolo

Sia i cetrioli che i pomodori contribuiscono a rendere più leggera la digestione grazie al loro contenuto di acqua e fibre. Sono ideali, infatti, per ridurre il gonfiore e i gas intestinali.

Ingredienti

  • 1 avocado (600 g)
  • 1 cipolla grande (120 g)
  • 10 pomodori maturi (700 g)
  • 4 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 3 cucchiai di olio d’oliva (150 ml)
  • 2 cetrioli tagliati a fettine (400 g)
  • 2 cucchiaiate di aceto di vino rosso (60 ml)
  • Sale e pepe

Preparazione

  • Preparate tutti gli ingredienti: tagliate la cipolla e i cetrioli a rondelle, l’avocado, i pomodori a pezzetti.
  • Sistemateli via via in una ciotola. Condite con il prezzemolo tritato, l’olio, l’aceto, il sale e il pepe. Mescolate con cura.
  • Infine, aggiungete un po’ di pepe nero e, se necessario, un cucchiaiao in più di olio di oliva.

Leggete anche: 8 benefici dell’olio di oliva che forse non conoscete

3. Macedonia di banana, mela e ananas

Banane e fettine di banana

Un altro problema comune di chi soffre di problemi digestivi è costituito dai gas intestinali. Nella maggior parte si devono ai cibi consumati. La combinazione di questi tre ingredienti vi aiuterà a combatterli.

Ingredienti

  • 1 mela (80 g)
  • 1 banana matura (200 g)
  • Ananas (200 g)
  • Noce di cocco (200 g senza buccia)
  • Foglie di menta
  • 1 cucchiaio di zucchero (25 g)
  • 1/2 tazza di succo di limone (60 ml)
  • Noce moscata

Preparazione

  • In un pentolino, mescolate lo zucchero con il succo di limone, fino a ottenere uno sciroppo.
  • Sbucciate e tagliate la frutta e sistematela in una ciotola capiente.
  • Prima di mettere in frigo, spolverizzate un po’ di noce moscata. Dopo un’ora, servite la macedonia in un bicchiere, accompagnata da qualche fogliolina di menta.

Ricette per chi soffre di disturbi digestivi, ma non solo

Avete già provato queste ricette? Contengono ingredienti che fanno bene alla salute digestiva. Ricordate, però: non sostituiscono la terapia eventualmente necessaria per i disturbi dell’apparato digerente. Consideratele piuttosto un complemento e seguite i consigli del medico.

  • Pace LA, Crowe SE. Complex Relationships Between Food, Diet, and the Microbiome. Gastroenterol Clin North Am. 2016;45(2):253–265. doi:10.1016/j.gtc.2016.02.004
  • Ercolini D, Fogliano V. Food Design To Feed the Human Gut Microbiota. J Agric Food Chem. 2018;66(15):3754–3758. doi:10.1021/acs.jafc.8b00456
  • Singh, R. K., Chang, H. W., Yan, D., Lee, K. M., Ucmak, D., Wong, K., … Liao, W. (2017, April 8). Influence of diet on the gut microbiome and implications for human health. Journal of Translational Medicine. BioMed Central Ltd. https://doi.org/10.1186/s12967-017-1175-y
  • Miller CD. The Vitamins (A, B, and C) of Papaya. Biochem J. 1926;20(3):515–518. doi:10.1042/bj0200515
  • Dhingra D, Michael M, Rajput H, Patil RT. Dietary fibre in foods: a review. J Food Sci Technol. 2012;49(3):255–266. doi:10.1007/s13197-011-0365-5