Ridurre il rischio di cataratte: 7 alimenti

24 aprile 2018
Anche se i kiwi non sono degli agrumi, grazie al loro apporto di vitamina C sono particolarmente adatti a ridurre il rischio di sviluppare cataratte e a prendersi cura della salute della nostra vista.

In questo articolo vediamo come ridurre il rischio di cataratte grazie ad alcuni nutrienti. Le cataratte sono uno dei problemi di vista che possono svilupparsi a causa dei cambiamenti che sperimentano gli occhi durante il processo di invecchiamento.

Si tratta dell’opacità parziale o totale del cristallino, una struttura a forma di lente biconvessa dietro l’iride, la cui funzione principale è quella di mettere a fuoco gli oggetti situati a diverse distanze.

Offuscando la vista, questa condizione rende difficile la focalizzazione nella retina e, in tal modo, crea immagini vaghe che impediscono il riconoscimento dei colori, i diversi contrasti e la realizzazione di diversi compiti quotidiani.

L’aspetto più preoccupante è che il loro sviluppo avviene in modo graduale, soprattutto durante l’invecchiamento e, anche se può essere trattato chirurgicamente, implica comunque una riduzione nella qualità di vita.

Per fortuna, la pratica di alcune sane abitudini permette di ridurre il rischio di cataratte, soprattutto se vengono adottate in giovane età.

Tra di esse bisogna menzionare in particolare l’alimentazione, in quanto aiuta a ottenere i principi nutritivi di cui gli occhi hanno bisogno per proteggersi e rigenerarsi.

Oggi vogliamo consigliarvi 7 alimenti che, ingeriti regolarmente, possono ridurre il rischio di cataratte. Aggiungeteli alla vostra dieta!

Alimenti per ridurre il rischio di cataratte

1. Agrumi

Cesta di agrumi

Il consumo abituale di qualsiasi varietà di agrume può contribuire a ridurre il rischio di problemi alla vista arrivati all’età adulta.

Ciò si deve di fatto al loro significativo apporto di vitamina C e beta-caroteni, due principi nutritivi dall’azione antiossidante che proteggono le cellule contro gli effetti dello stress ossidativo.

Ottimizzano il processo di rigenerazione dei tessuti e riducono le aggressioni causate dal sole e dalle tossine.

Assicuratevi di assumere:

  • Mandarini
  • Arance
  • Limoni
  • Pompelmi
  • Lime

Leggete anche: Depurare fegato e reni con limone, pompelmo e zenzero

2. Spinaci

Gli spinaci sono pieni di composti antiossidanti e antinfiammatori che proteggono la salute oculare contro le malattie degenerative come le cataratte.

Contengono acido folico, vitamina A e zinco, principi nutritivi che rafforzano la vista e che, al contempo, riducono il deterioramento causato dai radicali liberi.

Tra le altre cose, il loro consumo abituale evita lo stress oculare e riduce la tendenza a soffrire di degenerazione maculare.

Assicuratevi di ingerire diverse porzioni di spinaci alla settimana, preferibilmente crudi, in frullati o insalate.

3. Olio d’oliva

Olio d'oliva

L’olio extra vergine d’oliva è uno degli alimenti sani che non dovrebbero mancare dalla nostra dieta.

Ricco di antiossidanti e acidi grassi essenziali, è un prodotto che protegge la vista prevenendo la degenerazione del cristallino e della retina. Ottimo, dunque, per ridurre il rischio di cataratte.

È consigliato per evitare problemi infiammatori e per tenere sotto controllo il colesterolo.

Consumate un cucchiaio di olio d’oliva a digiuno, oltre ad aggiungerlo alle insalate, zuppe e ad altre ricette.

4. Germe di grano

Aggiungere il germe di grano alla propria alimentazione permette di assorbire una maggiore quantità di amminoacidi essenziali e vitamina E, principio nutritivo che riduce la degenerazione delle membrane oculari.

Questi nutrienti compensano la perdita di proteine nel cristallino e inibiscono gli effetti negativi delle tossine e del sole.

  • Consumatelo come sostituto delle farine raffinate.
  • Aggiungetelo a frullati e ai cereali.
  • Assumetelo tramite integratori.

5. Pesce azzurro

Il pesce azzurro fa bene alla concentrazione

Gli acidi grassi omega 3 contenuti nel pesce azzurro sono principi nutritivi che proteggono gli occhi dalle malattie degenerative e dall’invecchiamento cellulare precoce. In altre parole, ci aiutano a ridurre il rischio di cataratte.

Questa sostanza migliora il flusso sanguigno, mantiene sotto controllo il colesterolo e riduce anche l’infiammazione che interferisce con la salute degli occhi.

Ricordatevi di consumare varietà quali:

  • Tonno
  • Sardine
  • Sgombri
  • Salmone
  • Aringhe
  • Trota
  • Acciughe

Consultate questo articolo Omega 3: alimenti che lo contengono oltre al pesce grasso

6. Uova

Le uova sono una significativa fonte di luteina e zeaxantina, due sostanze note per la loro capacità di proteggere gli occhi dalla degenerazione che si produce con l’invecchiamento cellulare.

Esse, sommate agli amminoacidi essenziali, mantengono gli occhi in buone condizioni, soprattutto quando si è esposti a fattori che generano stress e difficoltà.

Consumate uova con il tuorlo, in quanto si tratta della parte che fornisce maggiori principi nutritivi alla vista.

7. Tè verde

Tè verde

Gli antiossidanti contenuti nel tè verde possono ridurre il rischio di cataratte e malattie oculari in generale, soprattutto di quelle associate ai radicali liberi.

La sua ingestione regolare favorisce le persone a rischio di cataratte perché rallenta la decomposizione e il danno del cristallino.

Bisogna anche dire che si tratta di una bevanda che riequilibra i processi infiammatori dell’organismo, cosa importantissima per ridurre il rischio di disturbi come la degenerazione maculare.

Preparate tè verde e consumatelo 2 volte al giorno, almeno 3 volte alla settimana.

Come avete potuto notare, ci sono molti alimenti sani che possono rafforzare gli occhi per ridurre il rischio di problemi alla vista.

Includeteli ai vostri pasti e, ovviamente, integratene l’ingestione a una dieta sana e a un abbondante consumo d’acqua.

Guarda anche