Come ridurre le varici con pomodori verdi e rossi

· 6 maggio 2016
I semi di pomodoro hanno proprietà anticoagulanti che migliorano il flusso sanguigno e la loro applicazione topica può aiutarci a ridurre i disturbi causati dalle vene varicose

Le varici sono vene dilatate che si infiammano e che possono essere notate con un semplice sguardo, trasformandosi in un problema estetico sia per gli uomini sia, e soprattutto, per le donne.

La maggior parte delle persone cerca di trovare una soluzione a questo disturbo, proprio perché le vene varicose sono visibili in varie parti del corpo. 

Ciò che in pochi tengono in considerazione, però, è che non si tratta solo di un mero problema estetico, ma anche di un problema di salute. Le vene varicose, infatti, riflettono un problema di circolazione sanguigna che può provocare anche altri sintomi come pesantezza, dolore e affaticamento alle gambe.

Un trattamento opportuno contro questo disturbo è determinante per prevenire lo sviluppo della flebite, ovvero la presenza di varici che provocano l’ostruzione totale di una vena generando un coagulo che può dar luogo a varie complicazioni.

Attualmente il mercato offre molte alternative e prodotti che promettono di migliorare e anche curare questo problema in poco tempo; tuttavia, per ottenere buoni risultati, bisogna investire grandi somme di denaro e quasi sempre si tratta di risultati solo parziali.

Per questo motivo, si promuove l’uso di trattamenti alternativi, propri della medicina naturale, i quali utilizzano le proprietà di alcuni ingredienti per migliorare questa condizione.

Oggi condivideremo un trattamento che si basa sull’utilizzo di pomodori verdi e rossi che è riuscito a migliorare lo stato delle varici di molte persone.

Scoprite di cosa si tratta!

Visitate questo articolo: Come coltivare i pomodori a casa

Pomodori per curare le vene varicose

gambe le varici

I pomodori sono tra gli ortaggi più conosciuti e famosi in tutto il mondo, infatti si tratta di un ingrediente fondamentale praticamente in tutte le cucine del pianeta.

Grazie proprio all’uso frequente che se ne fa nella dieta, si è potuto determinare che si tratta di un alimento dall’alto valore nutrizionale che vale la pena conoscere e sfruttare.

Tuttavia, le proprietà che possiede in quanto trattamento alternativo, sono ancora sconosciute ai più e in pochi si immaginano quale grande alleato per la salute possano avere in casa.

Nel caso delle vene varicose, stiamo parlando di un rimedio davvero speciale, perché i semi del pomodoro contengono una sostanza acida con proprietà simili a quelle delle aspirine, che agisce come anticoagulante migliorando il flusso sanguigno.  

I pomodori, inoltre, hanno un alto contenuto di flavonoidi, composti antiossidanti che rafforzano i vasi sanguigni.

Trattamento con pomodori verdi per ridurre le varici

pomodori verdi per le varici

  • Per cominciare, lavate molto bene i pomodori, fino ad assicurarvi che siano perfettamente puliti. Si tratta di una varietà di pomodori dal colore verde, ma in realtà sono maturi.
  • Tagliateli a fette e poi applicateli nella parte delle gambe in cui sono presenti le varici.
  • Usate una benda per coprire tutta la zona al fine di mantenere i pomodori ben fermi in modo tale che abbiano il tempo di agire.
  • Quando sentirete un formicolio e un lieve bruciore, sarà arrivato il momento di togliere le bende.
  • Sciacquate l’area con abbondante acqua tiepida e asciugate con attenzione.

Potete realizzare il procedimento fino a 5 volte al giorno, in tal modo, noterete un miglioramento in poche settimane.

Trattamento con pomodoro rosso per ridurre le varici

  • Lavate molto bene i pomodori rossi e tagliateli a fette.
  • Applicate il pomodoro tagliato sulle vene in questione e coprite con una benda per fissare il pomodoro nella zona da trattare.
  • Lasciate agire per circa 4 ore, cambiate le fette e poi lasciate agire altre 4 ore.

Il trattamento si può realizzare tutte le sere per notare miglioramenti in poche settimane.

Consigli finali

alimentazione per le varici

Affinché i sintomi di questo disturbo diminuiscano in modo efficace, bisogna abbinare a questi trattamenti una dieta sana ed equilibrata.

Acidi grassi omega 3

Questi grassi sani non vengono prodotti dall’organismo, e quindi devono essere assimilati tramite la dieta.

Questi principi nutritivi mantengono l’elasticità delle vene e, inoltre, possiedono un’azione antinfiammatoria che influisce sul miglioramento del flusso sanguigno.

Gli alimenti che includono acidi grassi omega 3 sono:

  • Il salmone.
  • Le sarde.
  • Il merluzzo.
  • I frutti di mare.
  • L’olio di girasole e d’oliva.
  • I semi di lino.
  • La frutta secca.

Selenio

Si tratta di un antiossidante che previene l’irrigidimento dei tessuti principali del corpo e mantiene la flessibilità delle pareti arteriose.

Si può trovare in:

  • Frutta secca.
  • Cetriolo.
  • Funghi.
  • Uova.
  • Lievito di birra.

Leggete anche: I benefici del lievito di birra

Vitamina E

Questo principio nutritivo non può mancare nella dieta perché ha la funzione di migliorare la circolazione e ossigenare il sangue, cosa che a sua volta evita la formazione di coaguli.

Si trova in:

  • Latticini.
  • Carni bianche.
  • Frutta secca.
  • Asparagi.
  • Olio di cocco e d’oliva.
  • Cereali integrali.
Guarda anche