Rifiuto verso il partner in gravidanza: perché?

2 Gennaio 2021
Alcune donne durante la gravidanza provano un senso di rifiuto verso il partner. Vi diremo perché accade e cosa si può fare al riguardo.

Provare un senso di rifiuto verso il partner durante la gravidanza non è così raro come si può pensare. Molte donne provano questa sensazione verso il compagno o verso alcune sue abitudini o modi di fare.

In questo articolo spieghiamo perché a volte si verifica questa situazione e come si può agire per vivere al meglio la gravidanza con il proprio partner.

Senso di rifiuto verso il partner durante la gravidanza

Non esistono studi che supportino l’esistenza di un senso di rifiuto verso il partner in gravidanza. Tuttavia, molte donne riferiscono di provarlo. È il vostro caso?

Già dalle prime settimane di gravidanza, le donne sono soggette a una serie di cambiamenti fisici ed emotivi: il seno aumenta di volume, l’utero si allunga, sbalzi d’umore, nausea e persino vomito.

Oltre a questi normali sintomi della gravidanza, può presentarsi anche un senso di rifiuto verso il partner, più o meno debole.

Mentre alcune donne sentono di aver bisogno di un maggiore contatto fisico ed emotivo con il proprio partner, altre si mostrano insofferenti verso alcuni atteggiamenti del partner. In alcuni casi, questo disagio si verifica alla sola presenza del partner in casa.

Perché durante la gravidanza si verifica questa condizione? C’è una spiegazione logica? Ne parliamo nei seguenti paragrafi.

Leggete anche: Linea alba: segno distintivo della gravidanza

Possibili cause del senso di rifiuto verso il partner

Errori di comunicazione nella coppia.
Non esistono studi sulla sensazione di rifiuto che alcune donne provano nei confronti dei loro partner durante la gravidanza.

Gli specialisti deducono che questa condizione sia imputabile agli squilibri ormonali tipici della gestazione. L’aumento del progesterone e della gonadotropina, possono rendere la donna più sensibile. Probabilmente, proprio questa sensibilità produce disagio verso il partner o alcuni suoi atteggiamenti.

Come gestire il rifiuto verso il partner

Dialogare per superare il senso di rifiuto verso il partner.
Provate a parlare con il partner per risolvere i vostri problemi.

Provare rifiuto verso il partner durante la gravidanza mette in una situazione difficile. Non è facile per nessuno dei due affrontare la situazione. Bisognerà prendere in considerazione le emozioni di entrambi tenendo conto che la sensazione di rifiuto potrà ferirlo profondamente.

Conviene essere aperti e maturi e parlarne con franchezza e tatto al partner. Spiegategli come vi sentite, cosa vi sta succedendo e assicurategli che è qualcosa che non potete gestire e non sapete perché succede.

In secondo luogo, valutate i vostri sentimenti: quello che vi infastidisce oggi vi infastidiva anche in passato? C’è una spiegazione a questo disagio o no? Se, ad esempio, semplicemente non riuscite a tollerare il rumore del partner mentre mangia, dovete pensare che non è un problema serio o che influenzerà il rapporto a lungo termine.

Valutate quello che provate e perché. Molte volte basta solo un po’ di introspezione per rendersi conto di esagerare una situazione e le sue conseguenze.

Da non perdere: Sport in gravidanza: quali precauzioni?

La reazione del partner respinto

Senso di rifiuto verso il partner e l'importanza di parlarne assieme.
Siate pazienti e ricordate che tutto passa.

Se state leggendo questo articolo perché siete dalla parte di chi è stato respinto, vi consigliamo di avere pazienza. Sappiamo che la situazione non è piacevole né semplice, ma fate un respiro profondo e cercate di capire che non è una questione personale, anche se può sembrare così.

Pensate che la vostra compagna sta attraversando una serie di cambiamenti e che, nonostante il suo rifiuto, ha bisogno del vostro aiuto e del vostro sostegno. In genere, questo senso di rifiuto non dura tutta la gravidanza. Nel giro di qualche mese la situazione inizia a migliorare.

Ciò nonostante, vi consigliamo di rivolgervi a uno specialista in caso di dubbi. Prima, però, dovete parlare con la vostra compagna della possibilità di ricevere un aiuto specialistico. Il professionista potrà consigliare una terapia individuale o di coppia, o semplicemente spiegare il motivo di questa situazione. Con pazienza e amore, la supererete come coppia e come famiglia.

  • Bailón Muñoz, E., & Ortega del Moral, A. (2009). Embarazo. FMC – Formación Médica Continuada En Atención Primaria. https://doi.org/10.1016/s1134-2072(07)71605-5
  • Acosta-varela, M. E. (2012). El embarazo. Aportaciones Originales.
  • Organización Mundial de la Salud. (2015). OMS, Embarazo.