Rimanere incinta: quali sono i giorni fertili?

· 16 maggio 2015

Desiderate una gravidanza e siete sempre più impazienti? Avete pensato che voi o il vostro partner abbiate problemi di fertilità? Per prima cosa bisogna rilassarli ed imparare ad individuare i vostri giorni fertili con i consigli che presentiamo a seguire.

Imparate a scoprire i cambiamenti del vostro corpo, così come il metodo di controllo della temperatura basale. In poco tempo saprete perfettamente quali sono i giorni migliori per concepire.

Fate un calendario

Il primo passo per individuare i giorni fertili consiste nell’analizzare la regolarità del ciclo mestruale. Se questo è completamente regolare, il compito sarà molto facile; se tende a variare, dovete considerare tutte le variabili che vi proponiamo.

In entrambi i casi, vi consigliamo di annotare su un calendario tutte le informazioni che spieghiamo di seguito, in modo che possiate capire qual è la vostra tendenza.

gravidanza

Quali giorni?

Per sapere quali sono i giorni più fertili del vostro ciclo, ovvero quelli in cui ovulate, dovete contare 14 giorni indietro a partire dal primo giorno del vostro prossimo ciclo. Questi 14 giorni sono approssimativi, ma possiamo dire che in un ciclo che dura 28 giorni, quelli più fertili sono proprio i giorni tra un ciclo mestruale e l’altro. Tuttavia, il conto deve essere fatto a partire dalla data prevista per il prossimo ciclo mestruale e non dell’ultimo avuto.

Quanti giorni?

Considerando che l’ovulazione dura dalle 12 alle 14 ore e che uno spermatozoo può rimanere in vita fino a fecondare l’ovulo tra i 2 e i 5 giorni, si ha una media di 6 giorni fertili ogni mese. Di questi 6 giorni, quelli di maggiore fertilità sono il giorno stesso dell’ovulazione e i due anteriori. Per questo motivo, è importante anche fare attenzione ad altri segnali del corpo per individuare questi giorni.

Segnali del corpo

Il nostro corpo è saggio e man mano che ci si avvicina ai giorni fertili, è possibile notare alcuni cambiamenti. Ad esempio, i seguenti:

  • Sentirsi più attraenti.
  • Avere maggiore desiderio sessuale.
  • Avvertire alcuni sintomi simili a quelli del ciclo, come alcuni dolori, il seno gonfio, etc.
  • Il flusso vaginale acquisisce una consistenza viscosa ed un colore trasparente, simile ad un albume. Questo flusso è il più adatto per condurre gli spermatozoi fino all’ovulo. Compare qualche giorno prima dell’ovulazione e dopo di solito torna ad essere più spesso e bianco.
  • La temperatura basale cambia.

coppiaBoris-SV-500x341

Controllate la temperatura basale

Conoscere la temperatura basale non solo aiuta a sapere quali sono i giorni fertili per rimanere incinta, ma è importante anche per seguire un metodo anticoncezionale naturale. Di fatto, si tratta di uno dei sistemi più antichi che esistano.

La temperatura basale si misura sempre con il corpo a riposo, possibilmente appena sveglie, e con un termometro il più preciso possibile.

Si inizia a misurare la temperatura il 5º giorno del ciclo, per via rettale o vaginale, per 3 minuti. Ci sono alcuni fattori che possono far variare la temperatura basale reale:

  • Non aver dormito le tre ore precedenti o aver sofferto di insonnia.
  • Essersi mosse giusto prima di misurare la temperatura.
  • Misurare la temperatura ad un’ora diversa dal solito.
  • Aver cenato in modo diverso dal solito.
  • Raffreddori o stati febbrili.
  • Assunzione di farmaci.
  • Un termometro diverso.
  • Usare il termometro in un’altra parte del corpo.

Quali sono i giorni fertili?

Potete realizzare un grafico perché il risultato sia più visibile.

Prima dell’ovulazione, la temperatura basale è solita oscillare tra i 36,5 º C e i 36,7 ºC. In seguito ai cambiamenti ormonali, la temperatura può aumentare tra i 0,3 ºC e i 0,5 ºC nei due o tre giorni successivi all’ovulazione. L’aumento si mantiene fino alla fine del ciclo, quando inizia il successivo periodo mestruale.

Dovreste fare questo grafico almeno per due mesi prima di sapere con certezza quali sono i giorni fertili.

Immagine per gentile concessione di Ilyoungko, Boris SV e Susan.

Guarda anche