Amebiasi: cause, sintomi e 5 rimedi efficaci

5 rimedi utili per alleviare il disagio digestivo causato dall'amebiasi! Naturalmente, occorre anche andare dal medico per ricevere diagnosi e trattamento.
Amebiasi: cause, sintomi e 5 rimedi efficaci

Ultimo aggiornamento: 23 agosto, 2022

L’amebiasi è una malattia parassitaria causata dalla Entamoeba histolytica, ameba che può vivere nel colon senza causare gravi danni.

Questa malattia può essere contratta attraverso il consumo di cibo o acqua contaminati. Esiste anche la possibilità di trasmissione attraverso il contatto diretto con una persona infetta.

In molti casi si risolve senza manifestare sintomi gravi, ma può portare ad alcune complicazioni quando si diffonde  al fegato attraverso il circolo sanguigno.

Sapevate che alcuni rimedi naturali possono aiutare a controllarne i sintomi? Naturalmente, occorre anche andare dal medico per ricevere diagnosi e trattamento.

Vediamo, a seguire, alcuni aspetti importanti della malattia e 5 soluzioni che aiutano a calmare i sintomi.

Cause di amebiasi

Il responsabile dell’amebiasi è il parassita Entamoeba histolytica. Può vivere nell’intestino crasso senza danneggiarlo. L’infezione ha origine quando, a causa di un indebolimento del sistema immunitario, riesce ad invadere e attaccare la parete del colon.

Il parassita può essere contratto attraverso:

  • Cibo o acqua contaminati da feci.
  • Da persona a persona, per contatto diretto con la bocca o l’area rettale di una persona infetta.
  • Fertilizzanti che contengono feci umane.

Fattori di rischio

  • Alcolismo.
  • Cancro.
  • Carenze nutrizionali.
  • Gravidanza.
  • Viaggio recente in una regione tropicale.
  • Uso di corticosteroidi che sopprimono il sistema immunitario.

Visitate anche questo articolo: Curare la diverticolite con gli alimenti giusti

Sintomi di amebiasi

amebiasi e dolore addominale

Molti casi di amebiasi sono asintomatici. I sintomi, quando si manifestano, compaiono 7 – 28 giorni dopo l’esposizione al parassita.

I sintomi possono includere:

  • Dolore addominale lieve o grave.
  • Diarrea, a volte con sanguinamento.
  • Debolezza o stanchezza.
  • Flatulenza eccessiva.
  • Dolore rettale al passaggio delle feci.
  • Improvvisa perdita di peso.

Se la condizione diventa grave, è possibile anche sperimentare:

  • Indolenzimento addominale.
  • Perdita di appetito.
  • Feci sanguinolente.
  • Nausea e vomito.
  • Febbre alta e intermittente.

Rimedi naturali per l’amebiasi

Le proprietà medicinali di alcuni rimedi naturali possono aiutare a controllare i sintomi scatenati dall’amebiasi e alcuni prevengono la disidratazione del corpo in caso di diarrea.

1. Cocco

acqua di cocco

Il cocco è uno degli alimenti con proprietà digestive e antiparassitarie che possono aiutare a frenare gli squilibri intestinali causati dall’amebiasi.

Le sue vitamine e i sali minerali rafforzano il sistema immunitario e migliorano la risposta agli agenti infettivi che riescono a filtrare nell’intestino.

Come si usa?

  • Bevete fino a 3 bicchieri di acqua di cocco al giorno per compensare la perdita di liquidi.
  • Prendete 2-3 cucchiai di olio di cocco extra vergine per eliminare i parassiti.

2. Aglio

L’aglio contiene principi attivi solforati ad effetto antibiotico e antiparassitario sull’intestino.

È un alimento prebiotico che, tra l’altro, aiuta a regolare la flora intestinale.

Come si usa?

  • Mangiate 2 spicchi d’aglio crudo a stomaco vuoto, per 3 settimane di seguito.

Volete saperne di più? Leggete anche: Trattare i parassiti intestinali con aglio o semi di zucca

3. Origano

Origano

L’origano è una pianta carminativa, digestiva e antinfiammatoria che può aiutare a controllare i sintomi dell’amebiasi.

Calma i crampi allo stomaco, ferma la diarrea e diminuisce l’irritazione della mucosa intestinale.

Come si usa?

  • Preparate un infuso di origano e consumatelo 2 o 3 volte al giorno.
  • In alternativa, aggiungetelo a piatti e frullati.

4. Tè nero

Il tè nero aiuta a purificare l’intestino favorendo l’eliminazione dei parassiti che si depositano nel colon.

I suoi antiossidanti aiutano a espellere i rifiuti e le tossine e rafforzano la salute del sistema immunitario.

Come si usa?

  • Preparate una bevanda con tè nero e consumatela a stomaco vuoto.
  • Ripetete il trattamento per 2 settimane o fino alla completa scomparsa dei sintomi.

5. Semi di zucca

Amebiasi e semi di zucca.

I semi di zucca sono un noto rimedio, antiparassitario e purificante. Ricchi di beta-carotene, aiutano a regolare la mucosa, riducendo l’irritazione causata dalla diarrea.

I suoi acidi grassi aiutano a lubrificare l’intestino e a tenere sotto controllo l’infiammazione. Inoltre, contengono aminoacidi, vitamine e sali minerali che, dopo essere stati assimilati, aumentano il livello di energia e riducono il malessere generale.

Come si usano?

  • Mangiate 2 – 3 cucchiaini di semi di zucca al giorno.
  • Potete anche schiacciarli e aggiungerli a frullati, insalate o zuppe.

Per ottenere buoni risultati con questi rimedi, non dimenticate di aumentare il consumo di liquidi e cibi ricchi di vitamina C. Evitate, invece, cibi irritanti, dolci e alcol che finirebbero per aggravare i sintomi.

Potrebbe interessarti ...
Il timo, una pianta dalle proprietà antiparassitarie
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Il timo, una pianta dalle proprietà antiparassitarie

In questo articolo vi parleremo delle proprietà antiparassitarie del timo, un'erba che ha molti benefici per l'organismo.