Trattare i parassiti intestinali con aglio o semi di zucca

Ansia, cattiva digestione, prurito, stanchezza, mal di testa: a volte questi sintomi generici possono essere causati dai parassiti intestinali. L'aglio e i semi di zucca sono due rimedi tradizionali e infallibili.
Trattare i parassiti intestinali con aglio o semi di zucca

Ultimo aggiornamento: 09 novembre, 2021

Ansia, cattiva digestione, prurito, stanchezza, mal di testa. Sono sintomi generici di cui, in alcuni casi, non si riesce a capire l’origine. Quando la dieta non è equilibrata o non si presta attenzione all’igiene degli alimenti, una delle possibili cause potrebbero essere i parassiti. Si tratta di un disturbo molto comune e di solito non facilmente rilevabile, ma che può peggiorare in modo notevole la qualità della vita. In questo articolo vi proponiamo due rimedi naturali che aiutano a trattare i parassiti intestinali.

Entrambi, già in uso fin dall’antichità, hanno ampiamente dimostrato la loro efficacia. Occorre tuttavia armarsi di pazienza ed essere disposti a cambiare alcune abitudini. Noterete un miglioramento generale della vostra salute.

Come faccio a sapere se ho i parassiti intestinali?

Parassiti intestinali.

A volte è difficile rendersi conto della presenza dei parassiti intestinali. Sebbene siano molto più diffusi di quanto pensiamo, i sintomi possono essere facilmente confusi con altri disturbi comuni. I sintomi principali sono:

  • Disturbi dell’appetito (eccesso o mancanza di fame senza motivo apparente).
  • Palpebre gonfie.
  • Ansia e nervosismo.
  • Prurito sulla punta del naso, negli occhi o nella zona anale.
  • Male alla testa.
  • Pupille dilatate.
  • Disturbi intestinali (stitichezza, diarrea).
  • Insonnia.
  • Stanchezza.

I parassiti possono colpire anche i bambini, ed è ancora più difficile individuarli. In questo caso bisogna fare attenzione soprattutto se il bambino si gratta la punta del naso o la zona anale e se è più nervoso senza causa apparente.

Perché compaiono?

  • La causa principale è il consumo di cibo o liquidi contaminati. Possono anche apparire in caso di scarsa igiene personale.
  • Se è presente il sintomo della diarrea, il danno subito dalla flora intestinale diventa un terreno per la proliferazione dei parassiti, a causa della mancanza di difese naturali.
  • Infine, chi ha animali domestici in casa, dovrà avere cura di sverminarli ogni mese per eliminare il rischio di contagio attraverso contatto diretto.

Trattare i parassiti intestinali con aglio e semi di zucca

Aglio

L’aglio è un ortaggio curativo: funziona come antibiotico naturale e aiuta a prevenire molte malattie. È molto efficace anche per trattare i parassiti intestinali. L’unico problema è l’odore, oltre al fatto che non tutti lo digeriscono bene. Come fare?

  • Il modo più efficace ed economico per sfruttare le sue proprietà è consumarlo crudo e a stomaco vuoto.
  • Chi non lo digerisce o non ne gradisce il sapore, potrà acquistare in erboristeria o nei negozi specializzati le capsule con olio all’aglio.
  • Un’altra opzione è la cura tibetana all’aglio, un antico metodo curativo che consiste nel preparare e consumare l’estratto ma in modo graduale, in modo da abituare il corpo.
  • Allo stesso modo possiamo prendere l’abitudine di aggiungere un po’ di aglio ai nostri piatti, in modo che lo stomaco si abitui a digerirlo.
  • Si possono trattare anche gli animali, con uno spicchio d’aglio crudo nascosto in alcuni alimenti come vermifugo naturale.
Trattare i parassiti intestinali con l'aglio.

Semi di zucca

I semi di zucca sono uno degli alimenti più potenti che abbiamo per prevenire e trattare i parassiti. I modi per sfruttare le sue qualità sono i seguenti:

  • Vanno mangiati crudi, senza tostatura, e preferibilmente a stomaco vuoto.
  • Possiamo anche preparare una bevanda vegetale schiacciando 50 g di semi di zucca insieme a 250 cc di acqua. Possiamo addolcire la bevanda con un po’ di stevia.
  • Infine, possono essere macinati e aggiunti come condimento ai piatti.
semi di zucca Food Thinkers

Infine, qualche ultimo consiglio.

Evitate, almeno per un mese, tutti i cibi che possano essere nocivi.

Sarà utile assumere un integratore per ripristinare la flora intestinale e trattare in modo naturale i disturbi intestinali, in modo da poter andare di corpo in modo normale e ogni giorno. Se soffrite di stitichezza prolungata, è meglio consultare un medico per un trattamento appropriato.

Infine, è utile massaggiare quotidianamente la pancia con olio essenziale di origano diluito in poco olio vegetale (oliva, girasole, mandorla, ecc.) e fare attenzione all’igiene intima per evitare di ricontagiarsi.

Potrebbe interessarti ...
I parassiti alimentari più comuni: quali sono?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
I parassiti alimentari più comuni: quali sono?

I parassiti alimentari sono microrganismi che possono mettere in pericolo la salute degli esseri umani. Scoprite di più in questo articolo.