5 rimedi di origine naturale per calmare il dolore al seno

10 maggio 2018
Per alleviare il dolore al seno possiamo combinare rimedi di applicazione topica con quelli di consumo orale. In tal modo otterremo un trattamento molto più efficace.

Il dolore al seno, una condizione conosciuta in termini medici come mastalgia, è uno dei sintomi che, almeno una volta nella vita, hanno sperimentato tutte le donne.

La sua comparsa si produce di solito a causa della sensibilità di cui soffrono le ghiandole mammarie durante i cambiamenti ormonali, anche se può pure verificarsi a causa di malattie infiammatorie ed infezioni come la mastite.

Anche se alcune donne si preoccupano perché lo relazionano al cancro al seno, nella maggior parte dei casi è benigno e scompare in pochi giorni.

Sebbene la sua gravità possa variare a seconda della causa, ci sono rimedi di origine naturale che, indipendentemente da ciò, possono aiutare a mitigarlo.

In questa occasione vogliamo condividere 5 interessanti alternative affinché non esitiate a tenerle in considerazione quando vi colpisce tale problema.

Prendete appunti!

1. Infuso di amamelide

Amamelide

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e calmanti, l’infuso di amamelide si può utilizzare come alleato per calmare la sensibilità al seno.

Esso fa diminuire l’infiammazione al seno e migliora la circolazione per una corretta ossigenazione dei tessuti.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua (250 ml)
  • 2 cucchiai di amamelide (20 g)

Preparazione

  • Mettete a bollire una tazza d’acqua e, una volta arrivata ad ebollizione, aggiungete i cucchiai di amamelide.
  • Lasciate riposare la bevanda per circa 20 minuti o finché non raggiunge una temperatura adatta al suo consumo.

Modalità d’uso

  • Immergete un panno di cotone e applicatelo sul seno.
  • Lasciate agire per 10 minuti, massaggiando in continuazione per mantenere una leggera sensazione di calore.
  • Ripetete l’applicazione fino ad alleviare il dolore.

Leggete anche: Piante per combattere la cattiva circolazione

2. Infuso di althaea officinalis

L’altea comune è molto utilizzata nella medicina naturale grazie alla sua alta concentrazione di composti analgesici e antinfiammatori che, in questo caso, aiutano a far diminuire la mastalgia.

La sua applicazione esterna fa diminuire la sensibilità e crea una barriera contro i microorganismi che producono infezioni nei capezzoli.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di altea comune (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete l’altea comune ad una tazza di acqua bollente e lasciatela riposare 15 o 20 minuti.

Modalità d’uso

  • Immergete un panno di cotone nella bevanda e applicatelo sul seno.
  • Lasciate agire per 10 minuti e ripetete l’applicazione 2 volte al giorno.

3. Acqua di semi di lino

Semi di lino

La bevanda naturale a base di semi di lino è uno dei rimedi interni che, grazie al suo alto apporto di principi nutritivi essenziali, facilita il controllo della mastalgia.

Contiene quantità significative di acidi grassi omega 3 e minerali essenziali che, dopo essere stati assimilati, fanno diminuire l’infiammazione.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di semi di lino (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Immergete un cucchiaio di semi di lino in una tazza di acqua tiepida.
  • Coprite la bevanda e lasciatela riposare per tutta la notte.
  • Il giorno successivo, filtrate e approfittate del liquido gelatinoso.

Modalità d’uso

  • Assumete la bevanda a digiuno per almeno 2 settimane.

4. Infuso di camomilla

Grazie alle sue proprietà calmanti e antinfiammatorie, l’infuso di camomilla continua vigente come un trattamento alternativo per far diminuire la sensibilità al seno.

Il suo uso esterno fa diminuire la gravità del dolore e aiuta a migliorare la circolazione.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di fiori di camomilla (10 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete i fiori di camomilla in una tazza di acqua bollente e lasciate riposare l’infuso per circa 10 minuti.

Modalità d’uso

  • Immergete un panno nel liquido e applicatelo come impacco sul seno.
  • In alternativa, assumete la bevanda 2 volte al giorno.

Visitate questo articolo: 6 proprietà medicinali della camomilla

5. Infuso di coda cavallina

Coda cavallina

Il consumo di infuso di coda cavallina può aiutare a ridurre il dolore al seno se esso deriva dalla ritenzione idrica che si verifica durante il periodo mestruale.

Questa pianta possiede proprietà diuretiche e antinfiammatorie che, promuovendo l’eliminazione dei liquidi, ristabiliscono la circolazione, per una corretta ossigenazione dei tessuti mammari.

Ingredienti

Preparazione

  • Mettete il cucchiaino di coda cavallina in una tazza di acqua bollente.
  • Coprite la bevanda e lasciatela riposare a temperatura ambiente per circa 10 minuti.
  • Filtratela e consumatela.

Modalità d’uso

  • Ingerite una tazza di infuso 2 volte al giorno, dai 3 o 4 giorni prima del periodo mestruale.

Altre considerazioni sul dolore al seno

Oltre ad utilizzare alcuni dei rimedi precedentemente citati, è importante tenere in considerazione altre accortezze che aiutano ad evitare questo dolore.

  • Utilizzate un reggiseno comodo, di una taglia appropriata.
  • Incrementate il consumo d’acqua e succhi sani.
  • Evitate il consumo di grassi saturi, zucchero e alimenti processati.
  • Limitate il consumo di sale.
  • Consumate alimenti ricchi di vitamine A ed E.

Il dolore al seno persiste? Notate anomalie al vostro seno? In tal caso consultate il prima possibile il vostro medico di fiducia.

Guarda anche