Curare le afte con i rimedi naturali

· 15 aprile 2014
Il collutorio a base di aloe vera agisce sin dalle prime applicazioni; ottimo per far sparire il dolore e curare le afte

Le afte sono ferite aperte che si formano dentro la bocca a causa di alcuni problemi di stomaco o della febbre. In questo articolo vi spieghiamo come curare le afte con i rimedi naturali.

Scoprite nei seguenti paragrafi come mettere fine a questo fastidioso problema ricorrendo a dei semplici metodi fai-da-te. Curare le afte può essere molto semplice.

Le ulcere alla bocca sono molto dolorose e nei soggetti che soffrono con frequenza di questo disturbo possono presentarsi da piccole macchie fino a dolorose protuberanze di grandi dimensioni su labbra, gengive, palato o lingua. Questa condizione causa spesso febbre e un malessere generale.

Rimedi naturali per curare le afte

Aloe vera o sabila

Sin dal primo trattamento scompare il fastidio prodotto dalle ulcere. Preparare questo rimedio è molto semplice.

Dovete solo estrarre un po’ di gel contenuto nelle foglie dell’aloe: prendete una foglia, tagliatela e prelevate un po’ di gel. Mescolatelo con acqua tiepida e utilizzate questo preparato come collutorio. È un rimedio perfetto per curare le afte in maniera rapida e definitiva.

Leggete anche: Collutori naturali per combattere l’alito cattivo

Collutorio fatto in casa

Per chi desidera porre fine al problema il prima possibile, il rimedio ideale è preparare un collutorio.

È molto semplice: in mezzo bicchiere d’acqua, aggiungete un cucchiaio di sale, un cucchiaio di bicarbonato di sodio e un po’ di acqua ossigenata; mescolate per bene e fate dei risciacqui orali almeno quattro volte al giorno. Noterete subito ottimi risultati.

Soluzione salina

Questo rimedio è consigliato solo alle persone più coraggiose perché provoca un forte bruciore.

Se siete in grado di sopportarlo, potete fare dei risciacqui orali con acqua e sale oppure, se volete curare le afte in men che non si dica, mettete un po’ di sale direttamente sull’area in questione.

Può interessarvi: Tipi di sale: qual è il più sano?

Ghiaccio

Ghiaccio

Il ghiaccio riduce l’infiammazione e addormenta l’area, per questo motivo è indicato anche per curare le afte. Potete avvolgere un cubetto di ghiaccio in un panno pulito e appoggiarlo sulla zona interessata. In questo modo il dolore si allevierà.

Lesioni come le afte sono molto comuni, ma di solito scompaiono dopo pochi giorni. Se la ferita non scompare dopo dieci giorni, non è dolorosa ed è molto frequente, bisogna rivolgersi subito a uno specialista perché potrebbe trattarsi di un tumore alla bocca.

Una corretta igiene orale è molto importante per prevenire queste lesioni. Lavare i denti tre o quattro volte al giorno, usare il collutorio e il filo interdentale sono sane abitudini che dovete trasmettere ai bambini fin da piccoli.

Un altro aspetto importante per prevenire queste fastidiose e dolorose ferite nella bocca è cambiare lo spazzolino ogni mese.

Se avete la dentiera, cercate di seguire precise e quotidiane abitudini di igiene orale come quella che vi descriviamo: in un bicchiere d’acqua, aggiungete un disinfettante acquistato in farmacia o in erboristeria; prima di andare a letto, mettete la protesi nel bicchiere. In questo modo sarà sempre disinfettata e le probabilità di soffrire di ulcere saranno minori.

Guarda anche