5 rimedi naturali contro il cattivo odore intimo

· 20 novembre 2017
Di solito questi rimedi a uso tipico sono efficaci contro il cattivo odore intimo, ma se il problema dovesse persistere, conviene consultare un ginecologo per escludere disturbi più seri

Infezioni vaginali? Una delle ragioni più comuni per cui una donna va dal ginecologo è proprio il cattivo odore intimo.

L’odore sgradevole può essere accompagnato da altri sintomi quali bruciore, prurito, infiammazione e secrezioni vaginali.

Inoltre, bisogna tenere conto del fatto che l’odore cambia prima e dopo il ciclo mestruale, quando si hanno rapporti sessuali o dopo l’attività fisica.

I deodoranti intimi, i gel o i prodotti per le lavande vaginali spesso hanno un effetto controproducente perché irritano la zona intima causando infezione.

Un’igiene adeguata eviterà la comparsa di un’infezione.

  • La vagina va lavata solo esternamente perché, per quanto riguarda l’interno, gode di un meccanismo autopulente naturale.
  • Tutti i giorni la vagina rilascia una secrezione biancastra che diventa giallognola quando si secca, ma non ha un odore sgradevole, serve a mantenere il pH della zona intima.

Fattori di rischio

  • Usare biancheria intima troppo attillata o di materiale sintetico;
  • Avere rapporti sessuali non protetti;
  • Assumere con frequenza antibiotici;
  • Parassitosi;
  • Incontinenza urinaria o fecale;
  • Cambiamenti ormonali.

Per fortuna ci sono alcuni rimedi naturali che aiutano a combattere il cattivo odore intimo. Prendete nota!

Vi consigliamo di leggere anche: Miti e verità sulle relazioni sessuali

Rimedi naturali per il cattivo odore intimo

1. Aceto di mele

Aceto di mele

L’aceto di mele è un antibiotico naturale in grado eliminare funghi e batteri.

È utile soprattutto per controllare l’eccesso di acidità vaginale causato dai batteri presenti nella vagina. Regola il pH vaginale senza alcun effetto collaterale.

Ingredienti

3 tazze di aceto di mele (750 ml)

Come si applica?

  • Aggiungete 3 tazze di aceto di mele all’acqua della vasca da bagno.
  • Immergetevi per 20 minuti in modo che la vagina raggiunga i livelli di acidità adeguati.
  • Infine, risciacquate come d’abitudine.

Leggete anche: 5 rimedi naturali per ridurre le perdite vaginali eccessive

2. Olio essenziale di tea tree

Grazie alle sue proprietà antibatteriche e antisettiche, l’olio di tea tree combatte il cattivo odore causato dalle infezioni vaginali. Inoltre, riduce l’infiammazione.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio essenziale di tea tree (30 g)
  • 1 tazza di acqua tiepida (250 ml)

Come si applica?

  • Per cominciare, aggiungete 2 cucchiai di olio di tea tree a una tazza di acqua tiepida.
  • Poi, versate la tazza in un recipiente abbastanza grande e lavate la zona vaginale.
  • Ripetete il trattamento due volte alla settimana.

3. Vitamina C

Agrumi contenenti vitamina C

Tutti sanno che gli agrumi contengono vitamina C, conosciuta anche come acido ascorbico. Questa sostanza ha proprietà antiossidanti che combattono le infezioni e riducono il fastidio.

Ingredienti

  • ¼ cucchiaino di vitamina C  (3 g)
  • ¼ cucchiaino di bicarbonato de sodio (1 g)
  • ½ tazza di acqua (125 ml)

Come si applica?

  • In primo luogo, mescolate la vitamina C e il bicarbonato di sodio.
  • Poi aggiungete l’acqua (fate attenzione perché la reazione con l’acqua produce un effetto effervescente).
  • Vi consigliamo di consumare questo rimedio due volte al giorno per una settimana.

4. Infuso di fieno greco

Il fieno greco è un antisettico e antinfiammatorio naturale che elimina i parassiti presenti nell’organismo.

In questo senso, contribuisce ad eliminare il cattivo odore intimo.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di semi di fieno greco (10 g)
  • 1 bicchiere di acqua (200 ml)

Utensili

1 mortaio

Come si applica?

  • Con l’aiuto di un mortaio, tritate i semi di fieno greco.
  • Poi, fate bollire l’acqua e, una volta raggiunta l’ebollizione, togliete il pentolino dal fuoco.
  • Aggiungete i semi di fieno greco e lasciate riposare per 15 minuti.
  • Potete bere l’infuso caldo o freddo a seconda delle vostre preferenze.

Non perdetevi anche: 5 rimedi naturali per lubrificare le parti intime

5. Unguento di foglie di Neem

Infuso di foglie di Neem

Le foglie di Neem possiedono proprietà antivirali, antibatteriche ed antimicotiche, dunque attaccano i funghi responsabili delle infezioni vaginali.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie di Neem essiccate (20 g)
  • 1 cucchiaio di acqua (10 ml)

Come si applica?

  • Innanzitutto, fate scaldare le foglie di Neem in una padella per 3 minuti.
  • Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
  • Poi, tritate le foglie fino ad ottenere una polvere.
  • Aggiungete l’acqua per creare una pasta.
  • Applicate l’unguento ottenuto sulla zona vaginale.

Nota: Utilizzate questo rimedio solamente una volta.

Consigli

  • Indossate indumenti di cotone.
  • Quando fate il bucato, non mescolate la biancheria intima con gli altri vestiti.
  • Usate un sapone neutro.
  • Evitate di fare lavande vaginali.
  • Lavate la zona intima prima e dopo i rapporti sessuali.
  • La biancheria attillata è sconsigliata.
  • Le spugne irritano la zona vaginale.
  • Non usate deodoranti, talco o profumi.
  • Quando andate in bagno, lavate la vagina dal davanti all’indietro (mai il contrario) per evitare che i batteri del retto raggiungano la zona vaginale.
Guarda anche