4 rimedi per combattere l’ansia

30 agosto 2017
Per combattere l'ansia, la prima cosa da fare è riconoscerla e saper agire per evitare che aumenti. Solo accettandola, la si potrà contrastare

Oggigiorno l’ansia è uno dei problemi più comuni al mondo Alcune persone, a causa dei ritmi di vita che si ritrovano ad affrontare, provano un’ansia maggiore rispetto ad altre.

Nonostante sia un disturbo psicologico, non viene diagnosticata a tutti. Tuttavia, è anche vero che non è necessario consultare uno specialista per scoprire di soffrire d’ansia.

Cos’è l’ansia?

Dinanzi a questo problema globale, molti si chiedono cosa sia con lo scopo di chiarirsi le idee al riguardo.

  • La persona che soffre d’ansia è iperattiva o inquieta. Nella maggior parte dei casi, questo turbamento non può essere controllato e, quindi, si raggiunge uno stato confusionale.
  • La sensazione che regna, in tutto questo caos di idee, è sempre negativa. Chi soffre d’ansia pensa che potrà accadere qualcosa di brutto da un momento all’altro, a se stesso o alle persone che lo circondano.
  • Molte volte, la persona è cosciente del problema, ma non della sua causa, dunque gli è difficile controllarlo.

Leggete anche: 10 segnali fisici che riflettono uno stato d’ansia

Tipi d’ansia

I medici affermano che più si sa sulla malattia, più se ne può contrastare il quadro sintomatologico. Secondo tale prospettiva, analizziamo alcuni aspetti che caratterizzano le diverse forme d’ansia.

Ansia di stato

Questa forma d’ansia può essere causata da diversi eventi che, una volta verificatisi, portano la persona a reagire in maniera ansiosa.

In assenza di aiuto psicologico, potrebbe risultare una condizione molto sgradevole.

Ansia di tratto

L’ansia di tratto viene provata sin da tenera età, poiché, nella maggior parte dei casi, si presenta durante l’infanzia.

Una caratteristica di chi soffre di questo problema è la reattività. Ci si altera dinanzi a qualsiasi situazione entrando in un profondo stato d’angoscia. 

Rimedi per combattere l’ansia

Sebbene sia un problema molto complesso, non è sempre necessario rivolgersi al medico.

Per fortuna, in questo caso, esistono diversi rimedi per combatterla. Vi invitiamo, dunque, a prendere in considerazione i seguenti consigli.

1. Accettare l’ansia

Come per qualsiasi altro problema della vita, il primo passo per risolvere l’ansia è accettarne l’esistenza, le cause e le conseguenze.

Per quanto riguarda l’ansia, più la neghiamo, più nuoce alla nostra persona. L’ideale, dunque, è non vederla in un’ottica negativa, in quanto può generare più preoccupazioni di quante non ve ne siano già.

2. Individuare i pensieri irreali

Il primo passo è stato già fatto: accettare l’ansia come parte della nostra vita aiuta a controllarla. Ora bisogna capire anche che provoca un’infinità di pensieri negativi.

Molti sono relazionati a episodi irreali e illogici. Dunque, è importante identificarli e separarli dalle preoccupazioni sensate. 

Per riuscirci, basta porsi una serie di domande basilari e semplici. Sebbene l’aiuto degli altri possa giovare, vi consigliamo di realizzare questo esercizio da soli e in mente.

3. Ridurre le preoccupazioni

Una cosa è sicura nella vita: Più passa il tempo, più aumentano i doveri, gli obblighi e le responsabilità. Tutto questo provoca reazioni negative nel nostro modo di pensare.

Chiunque può provare ansia per via delle numerose cose da fare. Tuttavia, tenendo in considerazione che l’ansia è latente nella nostra mente, è necessario analizzare attentamente quali sono i doveri, le responsabilità e gli obblighi più importanti. 

Una volta fatto ciò, mettete da parte le attività irrilevanti che, a lungo andare, aumentano l’ansia.

4. Regalarsi del tempo

Di solito una persona che non soffre d’ansia tende ad avere una vita molto occupata. Figuratevi la vita di chi soffre di questo problema.

Oltre a dover svolgere le normali attività quotidiane, infatti, deve anche ridurre i pensieri irreali che le affollano la mente.

Ricordate sempre che, per quanto pesante possa essere la giornata, dovete sempre trovare del tempo per voi stessi. Questo è utile soprattutto se svolgete attività che coinvolgono la relazione di coppia e la tranquillità.

Esistono alternative più semplici di altre, ciò nonostante, ogni goccia d’acqua forma un oceano.

Tiratevi su di morale e:

  • Guardate un film.
  • Praticate tecniche di rilassamento o di respirazione in casa.
  • Praticate yoga o pilates.
  • Partecipate ad un corso di ballo per principianti.
Guarda anche