Rimedi naturali per pulire i reni

30 luglio 2014
Realizzando attività fisica, facilitiamo il lavoro dei reni. Inoltre, se l'attività è prolungata, potete eliminare le tossine attraverso la traspirazione.

Molte persone ignorano l’importanza di mantenere i reni puliti e in buona salute e non sanno che molte malattie hanno origine proprio nel sistema urinario. Se pensiamo che il compito di questi organi è quello di eliminare le impurità dell’organismo, allora possiamo capire perché sono così importanti e perché è necessario che siano sempre in ottime condizioni.

Sintomi che fanno capire che è necessario pulire i reni

Se soffrite di pressione troppo bassa o troppo alta, se lamentate dolori nella zona inferiore e superiore dell’addome, se la vostra urina è caratterizzata da un colore scuro, se avete eccessivamente sete, se vi fa male la parte bassa della schiena o se avete la necessità di andare molte volte al bagno durante la notte, può essere che abbiate un problema all’apparato urinario.

Ulteriori segnali d’allarme sono: se urinate meno di mezzo litro al giorno, se sentite di avere sempre la vescica piena, se provate dolore durante la minzione, se le caviglie si gonfiano molto durante la notte, se la mattina vi svegliate con gli occhi troppo gonfi, se vi accorgete di avere degli ematomi o emorragie senza aver preso dei colpi.

Inoltre, la presenza di calcoli biliari o anche di calcoli ai reni e alla vescica è una ragione più che sufficiente per pulire i reni.

Medico

Come evitare problemi ai reni?

  • Un’alimentazione equilibrata è molto importante per evitare che la quantità di tossine presenti nell’organismo aumenti, che queste raggiungano il sangue e che non vengano espulse tramite l’urina.
  • Potete evitare la formazione di calcoli renali o l’insufficienza renale riducendo il consumo di sale o di prodotti trasformati (soprattutto i surgelati o i cibi impanati).
  • Non abusate dei latticini, in particolare quelli preparati con latte intero (non scremato).

Latte

  • Cercate di ridurre la quantità di proteine animali, dalla carne alle uova. Queste proteine aumentano la concentrazione di calcio nell’urina, cosa che aumenta la possibilità di soffrire di calcoli, e di acido urico.
  • Evitate il consumo di bevande alcoliche o con molto zucchero, perché accelerano l’eliminazione di calcio nell’urina, con il rischio che si formino dei calcoli.
  • Cercate di seguire una dieta vegetariana o comunque ricca soprattutto di prodotti naturali. Per la vostra alimentazione, optate per succhi naturali di frutta e verdura.
  • Consumate una certa quantità di alimenti dalle proprietà diuretiche, come l’arancia, l’uva, il limone, il pompelmo, il sedano, le carote, i cetrioli, le mele, l’anguria, il melone, la lattuga, le nespole e le pesche.
  • Limitate l’uso di medicinali quali aspirina, ibuprofene o simili.
  • Assicuratevi di bere molta acqua durante il giorno (due litri in inverno, tre litri in estate) fino a quando l’urina non sarà quasi trasparente o di un colore giallo molto chiaro. Non bisogna nemmeno abusare dell’acqua per non costringere i reni a lavorare troppo.

Acqua

Pulire i reni in tre giorni

Non si tratta di una soluzione magica che vi garantirà di avere i reni puliti in 72 ore, ma può comunque esservi di grande aiuto. In primo luogo, è fondamentale evitare il consumo di caffè, alcol, bibite gassate, sale e alimenti con troppe proteine. Tutti questi prodotti irritano i reni ed impediscono alla vescica di eliminare le tossine. Sostituite le bevande citate con l’acqua minerale, la carne con i semi di lino o girasole e le mandorle.

Cominciate la vostra giornata con una colazione nutriente che comprenda anche un bicchiere di succo di mirtilli che è in grado di ridurre la quantità di calcio che si accumula nella vescica. Questo deposito di calcio determina una rallentamento nelle funzioni dei reni ed impedisce alle tossine di “uscire” dal corpo, oltre a provocare infezioni urinarie e calcoli ai reni, questi ultimi molto dolorosi.

Mirtilli

A metà mattina bevete un bicchiere di succo di frutta o verdura ricche di potassio che vi aiuterà a pulire i reni e ad avere molte energie durante questi tre giorni. Potete prepararlo voi stessi frullando insieme carote, sedano, prezzemolo e spinaci.

A mezzogiorno bevete un bicchiere di clorofilla liquida, una sostanza verde che confersice questo colore alle piante e che potete trovare nei negozi di prodotti naturali o dietetici. Potete anche seminare in vaso la vostra erba, tagliarla e frullarla. Tra i tanti vantaggi della clorofilla, ricordiamo che fa bene all’organismo, migliora il sistema immunitario ed aiuta a pulire il sangue.

Tra il pranzo e la cena, quindi all’ora della merenda, bevete una tazza di di semi di anguriaÈ una bevanda molto delicata dagli effetti diuretici che aiuta ad attivare il funzionamento dei reni e della vescica. Vi aiuterà anche a digerire meglio il pranzo e ad evacuare prima di sera.

A cena bevete un succo di carote che correggerà la frequenza urinaria. Se lo preferite, potete optare per il succo di mirtilli.

Per quanto riguarda i pasti, potete mangiare quello che volete, tenendo presente che dovete evitare di consumare la carne e le farine per questi tre giorni. Approfittatene per fare una dieta.

Prima di andare a dormire, bevete un tè preparato con foglie di menta o dente di leone, due piante che disintossicano il corpo e favoriscono la digestione durante la notte.

Menta

Non dimenticate di fare anche attività fisica o sport durante questi tre giorni. Potete fare una passeggiata di mezz’ora ogni giorno e in questo modo faciliterete il lavoro dei vostri reni. Vi consigliamo anche di provare la sauna e le terme per eliminare le tossine attraverso la sudorazione. Potete anche fare un bagno a casa vostra con acqua calda e poi rinfrescarvi con una doccia con acqua tiepida o fredda.

Infine, fate stretching mattina e sera. Fare degli esercizi di stiramento o allungamento in maniera corretta vi aiuterà ad “attivarvi” e ad avere più energie non solo per affrontare la giornata, ma anche per riposare meglio.

Immagini per gentile concessione di Andrew Magill, Andreas Kontokanis, Kyle MacDonald, Chris RubberDragon e Tony Alter.

Guarda anche