Sciogliere una contrattura: 5 consigli

8 Gennaio 2021
La contrattura muscolare può essere molto dolorosa, tuttavia, con le cure adeguate, è possibile alleviarne i sintomi.

La contrattura è la contrazione involontaria di uno o più muscoli in una qualsiasi parte del corpo. In generale si manifesta nella zona cervicale (il collo), spalle e zona lombare. In questo articolo vi diamo alcuni consigli per sciogliere una contrattura.

La contrattura provoca l’immobilità della zona interessata, fastidio e dolore. Tuttavia, sciogliere una contrattura è qualcosa di facile, a condizione che si sappia come fare.

Pertanto, se state cercando il modo per sciogliere una contrattura in modo veloce ed efficace, non perdetevi questo articolo in cui troverete più di una risposta!

Cos’è esattamente una contrattura?

Contrattura muscolare

Il muscolo, in stato normale, si contrae e si distende, ma in alcuni casi non riesce a rilassarsi e rimane contratto. La contrattura è una contrazione muscolare involontaria, che provoca un rigonfiamento, noto anche come nodo muscolare. L’area rimane dura e gonfia.

La contrazione riduce i movimenti e può essere molto dolorosa. Inoltre, può interessare i muscoli adiacenti, creando più contratture, in una sorta di circolo vizioso.

Per interrompere questa situazione e alleviare il dolore, è necessario sciogliere la contrattura.

Potrebbe interessarvi anche: Trucco per alleviare il dolore muscolare in 1 minuto

Quali sono le cause di una contrattura?

Le contratture possono manifestarsi per diversi fattori, quali la sedentarietà, la staticità posturale, così come la somatizzazione (derivata da stress o ansia), ma anche dai seguenti:

  • Colpi o traumi.
  • Movimenti bruschi.
  • Compiere sforzi eccessivi svolgendo attività fisica (senza riscaldamento) o sollevando oggetti pesanti.

Come sciogliere una contrattura?

Sebbene esistano farmaci specifici per il trattamento delle contratture, come i miorilassanti dietro prescrizione medica, possiamo apportare sollievo utilizzando alcuni semplici metodi.

Naturalmente, queste misure non possono sostituire i farmaci o le raccomandazioni suggerite dal professionista. Sebbene possano risultare efficaci, devono essere utilizzate solo come complemento al trattamento prescritto dal professionista.

Consultate anche: Come trattare il dolore alle spalle

1. Sciogliere una contrattura: non sforzare mai il muscolo

La prima cosa da fare in caso di contrattura è evitare di forzare il muscolo o la zona interessata. In tal senso, è bene eseguire movimenti dolci e riposare il più possibile, in modo da evitare ulteriori danni.

Questa misura dovrebbe essere mantenuta fino a quando il muscolo non sarà completamente guarito. Pertanto, è necessario evitare lavori che presuppongano sforzi, attività ad alto impatto fisico o qualsiasi tipo di sforzo muscolare eccessivo.

Attenzione però, non dovete nemmeno rimanere troppo fermi. Gli estremi sono sempre deleteri.

2. Un po’ di stretching

Stretching braccia

È fondamentale praticare tutti i giorni un po’ di stretching, non solo per evitare una contrattura (o quando è già in corso). Ovviamente, vanno sempre eseguiti delicatamente e lentamente, per evitare ulteriori complicazioni.

Se il vostro medico vi ha già indicato gli allungamenti più adatti al vostro caso, seguite il suo consiglio. D’altro canto, se avete dei dubbi, consultate un fisioterapista.

3. Sciogliere una contrattura con l’acqua calda

Gli impacchi e le docce di acqua calda possono contribuire ad alleviare il dolore e altri fastidi nel caso di una contrattura muscolare. Inoltre, aiutano, in generale, a rilassare il corpo con un effetto gradevole.

Per ridurre il fastidio della contrattura, vi consigliamo di mantenere la zona interessata sotto il getto d’acqua calda per 5 minuti diverse volte al giorno.

4. Applicare rosmarino e argilla

Così come gli impacchi caldi possono aiutare ad alleviare il dolore muscolare e la tensione, si ritiene che siano altrettanto utili impacchi e unguenti a base di alcune sostanze.

Ne è un esempio la miscela di rosmarino e argilla, alla quale vengono attribuite proprietà antinfiammatorie, rilassanti e antispasmodiche.

Ingredienti

  • 4 cucchiai di rosmarino (50 grammi).
  • 200 grammi di argilla bianca.
  • Un bicchiere d’acqua (250ml).

Preparazione

  • In una pentola versare l’acqua e il rosmarino.
  • Mettere sul fuoco e lasciare bollire per 10 minuti.
  • Fare riposare per 20 minuti.
  • Travasare il liquido unito al rosmarino in un contenitore di plastica.
  • Aggiungere l’argilla e mescolare accuratamente fino a eliminare tutti i grumi.
  • Lasciare riposare per almeno 2 ore.

Modalità d’applicazione

  • Applicare la mistura direttamente sulla zona interessata.
  • Lasciare riposare per 20 minuti.
  • Sciacquare con acqua calda.
  • Ripetere 2 volte al giorno.
  • Per ottenere maggiori benefici, vi consigliamo di applicare un olio naturale dopo aver asportato la mistura.

Nota importante: non utilizzate oggetti metallici per preparare la miscela, in quanto alterano le proprietà dell’argilla.

5. Sciogliere una contrattura con la camomilla

 

Scogliere una contrattura con la camomilla

Un altro rimedio utile in caso di contrattura muscolare o di fastidio è il classico infuso alla camomilla. Possiede proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche, rilassanti e leggermente sedative.

Attenzione, l’infuso di camomilla, da solo, non è in grado di eliminare il dolore della contrattura, ma può contribuire al sollievo e al rilassamento del corpo. Beveteli con un po’ di miele o se preferite, con qualche goccia di limone.

Come evitare una contrattura?

Per evitare le contratture vi consigliamo di seguire alcune abitudini quotidiane. Vediamone alcune di seguito:

  • Evitare di sforzare il muscolo se affaticato e farlo riposare se è debilitato.
  • Praticare regolarmente attività fisica.
  • Mantenere sempre una buona postura, non solo durante l’esercizio fisico.
  • Seguire una dieta bilanciata e bere acqua a sufficienza.
  • Cercate di gestire i pensieri e le emozioni per evitare somatizzazioni nella zona della spalla e in altre parti del corpo.

Se pensate di avere una contrattura o un problema simile, rivolgetevi al vostro medico se seguite le sue indicazioni. Inoltre, potete anche rivolgervi a un fisioterapista.