Sedentarietà infantile: un’epidemia in aumento

29 Febbraio 2020
La sedentarietà infantile è un problema che si è progressivamente diffuso nel mondo occidentale. Oggigiorno sono più i bambini sedentari rispetto a quelli che si mantengono attivi.

La sedentarietà infantile è un problema in aumento in quasi tutto il mondo e proprio per questo viene catalogata come una malattia. Questa situazione risponde a molteplici fattori ed è anche una possibile causa scatenante di futuri problemi di salute.

In un rapporto pubblicato di recente dall’Organizzazione Mondiale della Sanità si parla di circa il 70% dei bambini e di circa l’88% delle bambine sotto i 10 anni che non svolgono attività fisica adatta alla propria età, nemmeno un giorno alla settimana. Questo vuol dire che la sedentarietà infantile colpisce in media il 79% dei bambini.

L’attività fisica gioca un ruolo fondamentale per la salute, in qualsiasi fase della vita. Eppure, durante l’infanzia è un elemento fondamentale per garantire il normale sviluppo. Ciò spiega la grande preoccupazione da parte della medicina rispetto al progressivo aumento della sedentarietà infantile.

La sedentarietà infantile

Bambino gioca a calcio
I club che promuovono l’attività sportiva tra i bambini sono una buona opzione per combattere la sedentarietà e l’obesità infantile, che vanno di pari passo.

La parola sedentario deriva dalla radice latina “sedentarius”, che significa “stare seduto“. La sedentarietà viene definita in diversi modi e uno dei più accreditati è quello che indica come sedentario colui che brucia meno di 150 chilocalorie al giorno in attività fisica a intensità moderata.

Nel caso della sedentarietà infantile, l’Organizzazione Mondiale della Sanità indica che un bambino è sedentario se pratica meno di 60 minuti di attività fisica al giorno. Gli studi in merito indicano che la maggior parte dei bambini occidentali rientrano in questa descrizione.

L’aspetto peggiore è che la sedentarietà nei bambini è di solito accompagnata da altri fattori nocivi, come un’alimentazione scorretta. Questo insieme crea le condizioni ideali per un aumento dell’obesità infantile, con tutte le conseguenze che ne derivano.

Potrebbe interessarvi anche: Diete per bambini obesi o in sovrappeso

Fattori di rischio

Il movimento regolare durante l’età scolare incide in modo decisivo sullo sviluppo psicomotorio. Così, ad esempio, lo sport consente di scoprire se stessi e il mondo. A sua volta, tutto questo influisce notevolmente sullo sviluppo cognitivo e psicosociale.

Perché oggigiorno il tasso di sedentarietà infantile è così elevato? Questi sono alcuni dei fattori che lo favoriscono:

  • Fisiologici: più i bambini si avvicinano alla pubertà, manifestano minore attività fisica e maggiore attività cognitiva.
  • Socioculturali: il cambiamento nei giochi e nelle modalità di intrattenimento, così come la mancanza di disponibilità dei genitori, influiscono notevolmente sullo sviluppo di uno stile di vita più sedentario. Inoltre, il movimento nei bambini non viene particolarmente incoraggiato.
  • Psicologici: la mancanza di attività fisica limita lo sviluppo delle abilità e questo, a sua volta, rende i bambini più sedentari a causa della presenza di una percezione di sé come incompetenti nelle attività che richiedono abilità fisiche.

Effetti della sedentarietà infantile

Ragazzi con cellulare e tablet e sedentarietà infantile

La sedentarietà infantile provoca diverse conseguenze negative e alcune di queste hanno effetti a lungo termine. Tra i vari problemi, i più rilevanti sono:

  • Sovrappeso e obesità: la mancanza di attività fisica, soprattutto se unita a un’alimentazione inadeguata, è causa di sovrappeso e obesità. Questi incrementano il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari e diabete.
  • Rallentamento dello sviluppo psicosociale: i bambini che non svolgono attività fisica sono meno sicuri di sé, presentano meno abilità sociali e, in generale, hanno un minore rendimento scolastico.
  • Sviluppo di comportamenti di dipendenza: le nuove tecnologie creano una sorta di dipendenza, soprattutto nelle menti immature come quelle dei bambini. Questo limita il loro normale sviluppo psicologico e possono sfociare in ulteriori problemi di personalità o di condotta.

Per saperne di più: Rimedi naturali contro il colesterolo

Da tenere a mente

Non è di troppo affermare che la sedentarietà infantile può rovinare del tutto la vita di una persona. In mancanza di sviluppo delle abilità fisiche e cognitive, a seconda delle normali fasi di crescita, si delinea una vita con gravi limiti. Se poi insorgono problemi di sovrappeso o di obesità, esiste un serio rischio di sviluppare malattie croniche.

Inoltre, è fondamentale che gli adulti creino per i bambini le occasioni per svolgere attività fisica. In questo giocano un ruolo fondamentale sia i genitori che i primi insegnanti o tutori che incontreranno. Possiamo combattere la sedentarietà modificando lo stile di vita dei più piccoli.

I bambini si sentono naturalmente inclini allo svolgimento di attività fisica e i primi anni sono cruciali in tal  senso. Si richiede un maggior impegno da parte degli adulti, che devono sostenere i figli nel loro desiderio di esplorare il mondo attraverso il movimento, giocando con altri bambini o entrando a contatto con la natura.

Cigarroa, I., Sarqui, C., & Zapata-Lamana, R. (2016). Efectos del sedentarismo y obesidad en el desarrollo psicomotor en niños y niñas: Una revisión de la actualidad latinoamericana. Revista Univ. Salud, 18(1), 156-169.