10 segnali che ti avvertono dell'arrivo delle mestruazioni

Il ciclo è diverso in ogni donna, anche nel modo in cui si annuncia. Imparare a riconoscerne i sintomi ci aiuta a tenere tutto sotto controllo.
10 segnali che ti avvertono dell'arrivo delle mestruazioni

Ultimo aggiornamento: 15 febbraio, 2022

Conoscere i segnali dell’arrivo delle mestruazioni, ci aiuta ad avere tutto sotto controllo. È certamente più scomodo se il ciclo arriva di sorpresa.

Si stima che circa il 90% delle donne soffra di sintomi premestruali. Imparare a riconoscerli aiuta ad avere più chiarezza su ciò che è normale o anormale sotto questo aspetto o ci evita di scambiarli per un altro disagio.

10 segnali che avvertono dell’arrivo delle mestruazioni

Donna con sindrome premestruale.

Di solito compaiono tra cinque giorni e due settimane prima del ciclo. L’insieme di questi sintomi sono noti come sindrome premestruale. I più comuni sono:

1. Crampi

I crampi mestruali o dismenorrea primaria, sono il tipico segno dell’arrivo delle mestruazioni. Di solito iniziano alcuni giorni prima del ciclo e talvolta diversi giorni dopo l’inizio. Si fanno sentire nel basso addome ma possono irradiarsi alla schiena o alle cosce.

Questo tipo di dolore può avere diversi gradi di intensità. A volte è lieve, in altre occasioni impedisce le attività quotidiane. Ci sono alcune condizioni che possono aumentare il dolore, come fibromi, endometriosi, stenosi cervicale, malattia infiammatoria pelvica e adenomiosi.

2. Aumento dell’acne

Quasi la metà delle donne sperimenta un aumento dell’acne prima del ciclo mestruale. I brufoli compaiono in genere sulla mascella e sul mento, ma possono apparire in qualsiasi parte del corpo.

Questo perché quando non avviene la fecondazione, la produzione di androgeni e testosterone aumenta, mentre il progesterone e gli estrogeni diminuiscono. Il risultato è un aumento della produzione di sebo, che favorisce l’acne.

3. Tensione del seno

Un altro segno che precede l’arrivo delle mestruazioni è l’aumento della tensione del seno. Gli estrogeni, infatti, aumentano durante la prima metà del ciclo mestruale, stimolando lo sviluppo dei dotti lattiferi.

D’altra parte, il progesterone aumenta quando sta per verificarsi l’ovulazione. Il risultato di quanto sopra è che i seni si ingrandiscono e si gonfiano. Tutto insieme provoca dolore o fastidio, che può essere lieve o grave.

4. Stanchezza

Anche questo sintomo è dovuto a cambiamenti ormonali. Poiché si verifica un improvviso calo dei livelli di alcuni ormoni, l’effetto è un aumento della sensazione di affaticamento. È anche comune per alcune donne in questa fase avere più difficoltà a dormire, fatto che aumenta la stanchezza.

5. Distensione addominale

Con distensione addominale si intende quel gonfiore addominale che precede le mestruazioni. Di solito è dovuto ad una maggiore ritenzione di acqua e sale. In effetti, potreste aumentare di peso fino a due chili, ma dopo il ciclo tutto torna alla normalità.

6. Disturbi intestinali

Molte volte le contrazioni nell’utero possono causare crampi nell’intestino, per azione delle prostaglandine, sostanze simili agli ormoni. Ciò può portare a più movimenti intestinali o disturbi come diarrea, gas, stitichezza e nausea.

7. Mal di schiena

Le prostaglandine possono anche causare contrazioni nella parte bassa della schiena, quindi a una sensazione di tensione o dolore nella parte bassa della schiena. A volte si tratta di un leggero fastidio, altre volte il dolore può essere piuttosto grave.

8. Mal di testa

I livelli fluttuanti di ormoni possono causare il mal di testa, in genere uno o due giorni prima delle mestruazioni e/o durante i primi tre giorni. Sono le variazioni nel livello di estrogeni a causare un aumento della serotonina, cosa che favorisce il mal di testa.

9. Difficoltà a dormire

Durante la fase prima dell’ovulazione, il corpo aumenta la sua temperatura fino a mezzo grado. Rimane alto fino alla comparsa del ciclo e poco dopo l’inizio. Questo aumento ha un effetto negativa sulla capacità di conciliare e mantenere il sonno.

10. Sbalzi d’umore

Questo è forse il più tipico dei segni che il ciclo sta arrivando. Di nuovo ha a che fare con i cambiamenti ormonali. Di solito si sperimenta depressione, irritabilità e ansia. Questi sintomi aumentano e diminuiscono, apparentemente in modo casuale. In realtà sono dovuti al fatto che gli estrogeni alterano la produzione di endorfine e serotonina, due ormoni associati all’umore.

Come alleviare il disagio

Mal di testa segno di arrivo delle mestruazioni.

Il trattamento dipende dal tipo di sintomo e dall’intensità. In linea di principio, si consiglia di:

  • Limitare il consumo di sale.
  • Applicare un impacco caldo sulla pancia per alleviare i crampi.
  • Fare esercizio moderato: aiuta a ridurre le coliche e migliora l’umore.
  • Mangiare piccole porzioni e più spesso: aiuta a mantenere stabile il livello di zucchero nel sangue. Se è basso, favorisce il cattivo umore.
  • Fare meditazione.
  • Prendere integratori di calcio: sembra che aiuti a ridurre la ritenzione idrica e a migliorare l’umore.

Se i sintomi sono molto intensi, soprattutto se impediscono di svolgere le attività quotidiane, la cosa migliore da fare è farsi visitare dal medico. L’uso della pillola anticoncezionale può alleviare i sintomi. In caso contrario, occorre rivedere il trattamento.

This might interest you...
Ritardare il ciclo in modo naturale: è possibile?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Ritardare il ciclo in modo naturale: è possibile?

Avete mai desiderato anticipare o ritardare il ciclo in modo naturale? Di seguito vi diremo tutto ciò che dovete sapere al riguardo.



  • Sampaio, J., & Medrado, B. (2019). LAS HORMONAS EN LA PRODUCCIÓN DE MODOS DE SUBJETIVACIÓN: ACTUANDO CONTROVERSIAS. Psicologia & Sociedade, 31.
  • Pschyrembel, W. (2020). Síndrome premenstrual. In Ginecologia Practica (pp. 608-610). De Gruyter.