Si dorme meglio a stomaco pieno o vuoto?

5 novembre 2014
Non commettete l'errore di andare a letto con lo stomaco vuoto. Mangiate qualcosa di leggero e ricordatevi che deve passare un'ora e mezza prima che possiate andare a dormire.

Su questo argomento i pareri sono discordanti e il dibattito è inevitabile. Cos’è più indicato? Dormire con lo stomaco pieno o dormire a stomaco vuoto? In realtà, nessua delle due opzioni è valida. Scoprite il perché continuando a leggere l’articolo!

Dormire con lo stomaco vuoto: cosa dovete sapere?

Molte persone ritengono che andare a letto senza aver cenato sia un’ottima soluzione per perdere peso. In realtà, è un grave errore perché il cibo è necessario per un riposo adeguado. Non c’è niente di peggio che svegliarsi all’improvviso perché lo stomaco “brontola”.

Questa comune ed errata convinzione si basa sull’ipotesi che tutto quello che mangiamo a cena ci fa ingrassare, per questo pensiamo che è meglio andare a letto senza cenare. Tuttavia, al risveglio, la sensazione di stomaco vuoto ci spingerà a divorare tutto quello che abbiamo in frigorifero oppure ci farà alzare all’alba per mangiucchiare qualcosa. Queste abitudini non fanno bene all’organismo, soprattutto per quello che mangiamo: al posto di una mela, optiamo spesso per degli avanzi di cibo oppure qualcosa di dolce.

Dormire2

Il funzionamento del nostro corpo ci informa sulle migliori abitudini da seguire. Andare a letto affamati o senza aver cenato di sicuro non ci farà chiudere occhio o comunque non garantirà un riposo tranquillo. Il giorno dopo, inoltre, le conseguenze saranno più gravi del previsto, soprattutto se dormire con lo stomaco vuoto diventa una routine.

Come per tutte le cose, quindi, non bisogna essere estremisti. Vi consigliamo di mangiare sempre qualcosa a cena e di lasciare passare alcune ore prima di andare a letto. Se è già tardi per cenare, non fate l’errore di non mangiare nulla, ma optate per alimenti più leggeri, come minestre, yogurt con cereali, una tazza di tè con delle fette biscottate, etc. Evitate assolutamente di andare a letto con lo stomaco vuoto.

Gli studi rivelano che il tempo di attesa tra la fine della cena e il momento di andare a letto dovrebbe essere di un’ora e mezza. Potete approfittare di questo intervallo per lavare i piatti, leggere, studiare, guardare un po’ la televisione (non troppo), chiacchierare con il vostro partner, riordinare la casa, preparare le cose per il giorno dopo, etc. Tenete lontani i grassi saturi perché causano problemi di digestione, oltre a gas intestinali e fastidio durante il sonno.

Dormire3

Vi sarà capitato di arrivare a casa tardi dall’università o dal lavoro chiedendovi se valesse la pena cenare oppure lasciar perdere e andare a letto con lo stomaco vuoto. Non fate questo errore! Mangiate qualcosa, anche di leggero, ma non andate mai a dormire a stomaco vuoto. Secondo alcune ricerche scientifiche, questa cattiva abitudine è responsabile della mancanza di sonno e di problemi nella scomposizione della massa muscolare durante la notte. La fame tiene il cervello attivo. Se non dormite a sufficienza, il metabolismo diminuisce e aumentano i livelli di grelina, un ormone che stimola l’appetito, quindi al risveglio mangerete con più foga, senza misurare le quantità o far caso a quello che state mangiando.

Andare a letto affamati o senza aver cenato vi farà dormire meno, una conseguenza negativa se avete a cuore la vostra muscolatura. Quando il corpo viene privato dei nutrienti per diverse ore, rompe i muscoli per ottenere energia. Se volete perdere peso, non è una buona idea saltare la cena o i pasti in generale.

Dormire4

Gli svantaggi di dormire con lo stomaco pieno

D’altro canto, ci sono anche persone che a cena si abbuffano e vanno a letto con la sensazione di pesare cinque chili in più. Quando riempite il corpo di cibo, questo si accumula nello stomaco, l’organo incaricato di produrre gli enzimi e gli acidi per la corretta digestione. Il sangue va direttamente in questa zona e potreste avvertire una sensazione di sonnolenza. Tuttavia, bisogna aspettare un certo periodo di tempo prima di andare a letto, anche se per leggere o guardare la televisione e non per dormire.

Mangiare tanto e andare subito a dormire è causa non solo di sovrappeso, ma anche di acidità, sensazione di “fuoco” nell’esofago, problemi nel conciliare il sonno, incubi, etc. Tenete presente una cosa: la cena in sé non fa ingrassare, l’aumento di peso dipende dalle quantità e dagli alimenti che mangiate a cena. I nutrizionisti ritengono che la cosa migliore sia smettere di consumare carboidrati almeno quattro ore prima di dormire, oltre a lasciar passare due ore tra la fine della cena e il momento di coricarsi.

Il metabolismo è più lento durante la notte, la digestione anche. Questo provoca gas intestinali a causa dell’aumento della fermentazione del cibo nell’intestino, ad esempio. Riposate dopo cena se necessario, ma non a letto come se doveste dormire, piuttosto sedetevi sul divano a chiacchierare, leggere o guardare la televisione prima di andare a letto.

Dormire5

Gli esperti informano che non ci sono problemi nel fare la doccia o il bagno dopo aver mangiato, sempre che l’acqua non sia troppo calda e che la doccia non duri troppo tempo. Invece è proibito nuotare, perché c’è concorrenza tra il flusso sanguigno dei muscoli dell’apparato digerente e quelli degli arti inferiori e superiori. Per questo solitamente si hanno i crampi.

Coricarsi subito dopo aver mangiato, soprattutto se la cena è stata abbondante o ricca di grassi e calorie, aumenta la possibilità di soffrire di reflusso. Questo provoca difficoltà nel conciliare il sonno e nel dormire. L’ideale è mangiare più frutta e verdura a cena e lasciar perdere gli zuccheri, i cibi fritti e le farine.

Guarda anche