Soffrire di insonnia: rimedi naturali per alleviarla

8 Luglio 2014
Non riuscite a chiudere occhio? Vi proponiamo alcuni rimedi naturali per smettere di soffrire di insonnia in modo naturale.

Se avete problemi a dormire e la sera non riuscite a conciliare il sonno tanto facilmente, potete tenere a mente alcune semplici raccomandazioni e rimedi naturali. Soffrire di insonnia è un disturbo molto comune al giorno d’oggi, ne soffre anche chi ha un sonno molto leggero (normalmente la persona si sveglia dopo qualsiasi suono o rumore).

Non temete: se siete tra quelle persone che passano la notte a soffrire di insonnia, seguite questi consigli per sentirvi meglio.

Soffrire di insonnia: le cause

In base agli studi condotti su questo problema tanto comune nell’età adulta, l’insonnia è legata a diversi fattori, come ad esempio lo stress, la depressione e l’ansia. Inoltre, lo stile di vita influisce sul nostro sonno. L’insonnia può essere dovuta anche a cambiamenti di orario o di abitudini oppure come conseguenza di un viaggio in un altro paese.

È molto comune non riuscire a dormire dopo aver avuto una discussione al lavoro o un litigio con il proprio partner, dopo aver mangiato abbondantemente a cena o se si è in ansia per quello che si ha in programma per il giorno successivo (un matrimonio, il primo giorno di scuola o di lavoro, etc.).

Un altro motivo che può generare insonnia è un cambiamento nelle abitudini, per esempio dopo le vacanze, quando il corpo deve riabituarsi alla routine.

Leggete anche questo articolo su come dormire in maniera più serena.

soffrire di insonnia

Rimedi naturali per smettere di soffrire di insonnia

Se soffrite di insonnia di frequente, date un’occhiata ai seguenti rimedi naturali per alleviarla:

  • Latte caldo: contiene un ormone, la melatonina, che è collegata al sonno profondo. Quindi, è un rimedio efficace per combattere l’insonnia o altri problemi simili. Prima di coricarvi, bevete una tazza di solo latte tiepido, al massimo potete aggiungere un po’ di zucchero.
  • Valeriana: la radice di questa pianta ha delle proprietà calmanti o sedative che aiutano a dormire più profondamente e a conciliare il sonno più rapidamente. Bere un infuso o un tè la sera è l’ideale per “dormire come un angioletto”. Dovete, però, fare attenzione alle dosi perché se esagerate, potrete non sentire la sveglia il giorno dopo!
  • Tiglio: è un sedativo ed ansiolitico. Bere un tè a base di tiglio prima di coricarvi può migliorare la qualità del sonno. Viene consigliato ai pazienti con problemi di ansia o con contratture, infatti, combatte la tensione muscolare, rilassa e ha proprietà antispasmodiche.
dormire poche ore

  • Lattuga: utile anche con i bambini. L’infuso di lattuga dà risultati migliori rispetto a un’insalata. Contiene sostanze con degli effetti analgesici e calmanti. Per i bambini, mettete la lattuga nella vasca da bagno e poi usate l’acqua per bagnare loro la testa.
  • Lavanda: amate l’aromaterapia? Il profumo di questa pianta aiuta a rilassare il sistema nervoso, conciliare il sonno e combattere lo stress. Aromatizzate la vostra stanza con olio essenziale di lavanda, tenere una pianta sulla porta d’entrata della camera o bevete un infuso per dormire come un sasso.
  • Fiori d’arancio: i fiori d’arancio hanno un effetto ansiolitico e rilassante. Preparate un tè con fiori d’arancio, inalate l’olio essenziale prima di coricarvi o aggiungetelo all’acqua della vasca. Piantate quest’albero in giardino, magari in direzione della finestra della vostra camera da letto.

Scoprite anche i seguenti benefici della lavanda.

Consigli per evitare l’insonnia

Oltre a provare i rimedi naturali e casalinghi che vi abbiamo suggerito, sarebbe bene anche apportare dei cambiamenti alla vostra routine o alle vostre attività quotidiane:

  • Il letto serve per dormire, non per lavorare o studiare. Non va bene guardare la televisione, mangiare, usare il computer portatile o leggere. Il corpo si abitua a collegare al letto qualsiasi altra attività che non sia dormire (o i rapporti sessuali) e vi farà restare svegli e attivi.
  • Fate attenzione a quello che mangiate per cena: se la sera ingerite una grande quantità di cibo, è molto probabile che non riuscirete a dormire. Lo stesso vale se la cena comprende molti grassi, farine o zuccheri. I problemi di digestione non conciliano il sonno. Tuttavia, non cenare darà comunque fastidio ed è molto probabile svegliarsi di notte con la voglia di mangiare.
famiglia-che-cena

  • Meditate: l’insonnia tiene svegli e attivi il corpo e il cervello per più tempo o nei momenti meno opportuni. Con la meditazione e le tecniche di rilassamento potrete regolarizzare i cicli del sonno.
  • Approfittate dei benefici della musicoterapia: certe melodie vi faranno dormire meglio, soprattutto la musica classica o i suoni della natura: cascate, onde del mare, uccellini, etc. Dovete concentrarvi sulla musica e rilassarvi: vi addormenterete. Evitate canzoni stridule, quelle del vostro cantante o gruppo preferito e con le parole.
  • Evitate il consumo di caffè, alcol, fumo e tè: dopo il consumo, lasciate passare almeno 4 ore prima di coricarvi. Il vostro sistema nervoso sarà troppo stimolato, non potrà rilassarsi e non riuscirete a dormire.

Immagini: Jacob Stewart, Carlos Martz, Alyssa L. Miller, Casey Fleser e Alisdair.

  • Baglioni, C., Spiegelhalder, K., Lombardo, C., & Riemann, D. (2010). Sleep and emotions: A focus on insomnia. Sleep Medicine Reviews. https://doi.org/10.1016/j.smrv.2009.10.007
  • Benca, R. M., & Peterson, M. J. (2008). Insomnia and depression. Sleep Medicine. https://doi.org/10.1016/S1389-9457(08)70010-8
  • Roth, T. (2007). Insomnia: Definition, prevalence, etiology, and consequences. Journal of Clinical Sleep Medicine.