Soldi e salute mentale sono correlati

Se la stabilità economica aumenta il benessere e la tranquillità, i problemi finanziari invece possono avere un impatto negativo sulla salute mentale. Scoprite di più.
Soldi e salute mentale sono correlati

Ultimo aggiornamento: 28 maggio, 2021

Dire che il denaro fa la felicità sembra superficiale. Eppure, in un modo o nell’altro, è innegabile il legame tra soldi e salute mentale. Godere di una certa disponibilità economica è spesso sinonimo di benessere e tranquillità in quanto certi di poter affrontare qualsiasi emergenza che possa presentarsi.

In caso contrario, invece, gli effetti possono variare; se non si possono soddisfare i bisogni basilari, si presentano frustrazione e preoccupazione. Ma i soldi influiscono negativamente sulla salute mentale anche in altre circostanze. 

Spese impreviste, trattamenti medici, l’impossibilità di avere risparmi per la pensione sono alcuni esempi. Perché bisogna prestare attenzione a questo argomento? Cosa possiamo fare per gestirlo al meglio? Ne parliamo nelle righe che seguono.

Soldi e salute mentale

Mano con penna e calcolatrice.
La mancanza di denaro per soddisfare i bisogni basilari può provocare problemi di salute mentale.

Uno studio della American Psychological Association dimostra che il denaro influenza la salute mentale per via dello stress cronico causato dai problemi economici. 

I dati indicano che la situazione interessa soprattutto i giovani, le famiglie con figli e le persone con poche entrate.

L’ansia legata alle proprie finanze può portare il soggetto ad adottare condotte pericolose. Per esempio, abuso di alcol, uso droghe, stile di vita sedentario o consumo eccessivo di cibo.

Risulta, evidente, pertanto la relazione tra soldi e salute mentale. Avere difficoltà economiche può produrre stress, ansia, alcolismo o depressione. Se si tratta di giovani che si vedono obbligati ad abbandonare i propri studi, la situazione può essere persino peggiore.

I problemi economici non colpiscono solo individualmente, di fatto gli studi indicano che le crisi economiche di un paese possono influire sulla salute mentale dell’intera popolazione.

Come gestire la situazione?

Per diminuire l’impatto dei soldi sulla salute mentale si possono tenere a mente le seguenti raccomandazioni:

  • Non sminuire l’argomento né rimandare per affrontare il problema. In caso contrario, sarà solo peggio. Le soluzioni vanno prese il prima possibile.
  • Rivolgersi a un esperto su questioni commerciali o monetarie. Un consulente finanziario può indicare con precisione i passi da seguire in ogni situazione particolare.
  • Smettere di ignorare le bollette: soprattutto quelle che riguardano i servizi basilari come l’acqua, il gas o l’elettricità. Un consiglio utile è contattare le imprese che forniscono il servizio e sollecitare informazioni sulle opzioni per clienti che non possono pagare subito.
  • Sospendere grandi acquisti o quelli che implicano spese considerevoli. Oppure, ascoltare i consigli di un consulente per stabilire il modo migliore per gestire queste spese nel momento giusto.
  • Pianificare le spese: può aiutare ad avere chiarezza sulle spese prioritarie.
  • Evitare l’uso dei soldi per migliorare lo stato d’animo: se c’è un problema a livello emotivo, la cosa migliore è chiedere aiuto psicologico per gestire il problema di fondo ed evitare inutili spese compulsive.

Se la situazione è difficile, conviene cercare l’aiuto di un medico per calmare i sintomi e imparare a gestire lo stress.

Considerazioni finali

Madre e bambina con salvadanaio.
Imparare a pianificare le spese ed essere più ordinati nelle questioni finanziarie può aiutare a prevenire i problemi mentali associati alle difficoltà economiche.

Oggi giorno esistono opzioni più accessibili, come applicazioni o corsi gratuiti online, per fare bilanci, dare priorità alle spese e stabilire obiettivi di risparmio. 

Alcune persone seguono la regola del 50-30-20, ovvero dedicano un 50% dei fondi per le spese fisse, un 30% per spese varie e un 20% come risparmi.

Seguendo alcuni consigli per risparmiare ogni mese, è possibile arrivare alla fine dell’anno con una considerevole quantità di denaro. Il ruolo della famiglia è determinante, poiché una corretta educazione finanziaria protegge il proprio futuro.

Allo stesso modo, è necessario analizzare le proprie abitudini, dato che possono incidere negativamente sulle finanze. Bisogna analizzare il modo con cui ci relazioniamo e le convinzioni che nutriamo in merito al denaro, e l’uso che ne facciamo.

Potrebbe interessarti ...
Obiettivi SMART per migliorare le finanze
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Obiettivi SMART per migliorare le finanze

Risparmiare e non cedere alle tentazioni sembra impossibile? Scoprite gli obiettivi SMART per tenere sotto controllo entrate ed uscite!



  • Boza Chirino, J., & Zabaleta, J. I. (2012). La riqueza de los pobres: Los Microahorros. Atlantic Review of Economics: Revista Atlántica de Economía.
  • Coria, M. D., Arzola, M. Á. L., Cares, G. C., & Rojas, C. D. V. (2008). Prácticas de ahorro y uso del dinero en pre adolescentes (Tweens) Chilenos. Universum.
  • Guerrero, R., Villamizar, J. M., & Maestre, M. (2018). Las finanzas personales desde la educación básica en instituciones de pamplona. Desarrollo Gerencial.
  • Melé, J. A. (2009). Dinero y conciencia :¿a quién sirve mi dinero? Plataforma Actual.
  • Olmos Carreño, J. C., Tabares Higuita, D. S., & Rodríguez Garcés, C. (2007). Cultura financiera : Patrones de ahorro e inversión en grupos. El Cuaderno Ciencias Estratégicas.