Svegliare il bambino per cambiargli il pannolino?

· 3 agosto 2018
Svegliare il bambino per cambiargli il pannolino o non svegliarlo è il dilemma di molti genitori. Impariamo a prendere la decisione migliore tra curare l'igiene o il sonno

La pelle del bambino è molto sensibile a sostanze irritanti come la pipì, le feci o i prodotti per l’igiene. Cambiare frequentemente il pannolino è indispensabile per evitare irritazioni o dermatiti. Decidere di svegliare il bambino per cambiargli  il pannolino dipende da varie circostanze.

Una madre che fa fatica ad addormentare il proprio bimbo, sicuramente ci penserà due volte prima di svegliarlo. Avete mai provato a calmare un neonato che piange infastidito perché è stato disturbato durante il sonno?

Tuttavia, si consiglia di svegliare il bambino se tende a soffrire di dermatite da pannolino.

Svegliare il bambino per cambiare il pannolino: è consigliabile?

Come diciamo sempre, ogni bambino è diverso e ciò che è indicato per uno non necessariamente va bene per un altro. Anche tra fratelli non vale la stessa formula.

Bambino con il pannolino

Spetta a voi, dunque, il compito di capire le particolarità dei vostri figli.

Analizziamo i fattori che incidono sulla decisione di svegliare il bambino o meno per cambiargli il pannolino.

Qual è la priorità: il riposo o l’igiene?

Lasciare il pannolino bagnato o sporco per molto tempo è un rischio per la delicata pelle del neonato. Allo stesso tempo, per il suo sviluppo è fondamentale non interromperne il sonno.

Quando il bambino è sveglio, naturalmente, il cambio non rappresenta alcun problema, ma se sta dormendo? Scegliere cos’è prioritario per i vostri figli, riposo o igiene, è la chiave per prendere la decisione giusta.

Cambiare il pannolino al bambino

Cambiare il pannolino al bambino

Di solito non appena il cibo raggiunge lo stomaco del bambino, viene evacuato. Ciò si deve al riflesso gastro-colico, ed è il momento perfetto per cambiare il pannolino. Un bambino alimentato in modo regolare si sveglia ogni 3 ore: si sveglia solo, lo allattate e lo cambiate. Si deduce, quindi, che non è necessario svegliarlo.

Se il bambino assume il latte materno, è normale che faccia la pipì e la popò con maggiore frequenza e l’allattamento è più irregolare. I risvegli saranno più numerosi e si tratta del momento ideale per cambiare il pannolino.

Leggete anche: Svegliare il neonato per nutrirlo: è consigliabile?

Ma mio figlio dorme 6 ore di seguito e più! Che faccio?

Questa è una delle domande che più si sentono rivolgere i pediatri. L’indecisione aumenta quando il bambino dorme già 6 – 7 ore consecutive. Svegliarlo per il cambiare il pannolino diventa motivo di preoccupazione per un genitore.

I pannolini sono sempre più assorbenti e quelli per la notte sono pensati apposta per garantire il sonno del bambino. Se vostro figlio dorme 6 o 7 ore di seguito, non c’è motivo di svegliarlo. Il pannolino dovrebbe essere in grado di assorbire il liquido e mantenersi abbastanza asciutto fino al risveglio.

Mamma con bimbo addormentato

Mamma con bimbo addormentato
In questo caso sarà sufficiente cambiarlo prima che si addormenti e assicurarsi che la pelle sia pulita, asciutta e protetta con un crema o un olio contro l’arrossamento. Chiedete consiglio al pediatra sulla crema migliore per la pelle dei vostri bimbi.

Se il bambino si sveglia per la poppata notturna, di solito si addormenta al seno, pertanto svegliarlo per cambiarlo è completamente controproducente. Il pannolino dovrebbe rimanere asciutto fino al mattino successivo e deve essere cambiato non appena si sveglia.

Quando occorre svegliare il bambino per cambiare il pannolino?

Quando l’unica opzione è il pannolino di stoffa, perché quello normale causa allergia, la cosa migliore sarà cambiare il bambino non appena defeca o se il tessuto è diventato troppo umido. Sarà inevitabile svegliarlo.

Una traversina o un asciugamano  tra il materasso e il lenzuolo vi aiuterà a isolare il bambino dall’umidità e, in questo modo, a evitare di interrompergli il sonno.

Quando il bambino ha la diarrea, deve essere cambiato subito, anche se il pannolino usa e getta ha un’alta capacità di assorbimento; le feci, infatti, tendono ad acidificarsi e sono molto più irritanti sulla sua pelle delicata.

Guarda anche