Tic oculare: 7 possibili motivi possono causarlo

· 2 Luglio 2017
Se dopo aver cambiato alcune abitudini e aver ridotto lo stress, continuate a soffrire di tic agli occhi è il momento di chiedere consiglio al medico per scartare problemi di salute più seri.

Se periodicamente avvertite un tic oculare e non riuscite a spiegarvene la ragione, prestate attenzione alle seguenti possibili cause.

Spesso attribuiti alla stanchezza, richiedono in alcuni casi un controllo specialistico più approfondito.

Caratteristiche dei tic nervosi

tic oculare

  • I tic nervosi sono spasmi involontari e ripetuti di una parte del corpo
  • Nei tic oculari lo spasmo interessa il muscolo orbicolare dell’occhio e può durare da pochi secondi fino a uno / due minuti. Possono addirittura continuare in modo intermittente per alcuni giorni
  • Il più delle volte il tic riguarda solo la palpebra inferiore, ma in alcuni casi si contrae anche la palpebra superiore

Quindi occorre tenere presente che alla radice di un tic nervoso possono esservi diversi motivi. Infatti i seguenti sono i più comuni. Eppure se il disturbo si prolunga nel tempo, vi consigliamo di rivolgervi a un oculista.

Scoprite: Erbe rilassanti per combattere lo stress

Erbe rilassanti per combattere il tic oculare

1. Stress

Certamente lo stress è una delle cause principali dei tic oculari: combattetelo e probabilmente vedrete risolversi il problema.

Come si fa?

Innanzitutto cercate di rilassarvi e di dormire bene la notte. Adottate una delle tante tecniche a disposizione per ridurre lo stress.

2. Sonno arretrato

Se lo stress è spesso la causa di un tic oculare, la mancanza di sonno non è da meno. Per quanto possa sembrare un fatto trascurabile, poche ore di sonno possono provocare il fastidioso tremolio delle palpebre.

Che fare?

Certo la risposta è scontata: qualche ora di riposo e una buona qualità del sonno saranno sufficienti a risolvere il problema.

L’ideale sono otto ore, senza interruzioni.

3. Secchezza oculare

Spesso questo tipo di tic nervoso è legato ad un’eccessiva secchezza oculare. Infatti si tratta di una caratteristica piuttosto comune di chi passa molto tempo davanti al computer oppure di chi porta le lenti a contatto.

Che fare?

Se avvertite questo tipo di tic e notate che gli occhi sono secchi, affrontate il problema con un collirio idratante o con le lacrime artificiali.

4. Vista affaticata

Se gli occhi sono molto affaticati, forse è arrivato il momento di cambiare occhiali. Infatti un piccolo problema di vista può obbligare gli occhi a sforzarsi di più, aprendo la strada ad altri disturbi.

Quindi il tremolio delle palpebre può essere una di queste fastidiose conseguenze.

Che fare?

Innanzitutto serve sottoporsi a un controllo della vista. Infatti un utilizzo eccessivo di dispositivi elettronici, inoltre, è spesso la causa della vista affaticata. 

Quindi cercate di seguire la regola dei 20 minuti: ogni 20 minuti di utilizzo, distogliete gli occhi dallo schermo e concedetevi qualche istante di riposo.

Leggete anche: Lo stress condiziona il ciclo mestruale, in che modo?

5. Troppa caffeina

Un eccesso di caffeina può essere la causa di un tic oculare.

Che fare?

Provate a ridurre il consumo di caffè per una o due settimane per vedere se il disturbo sparisce. In ogni caso, ricordate che la caffeina deve essere assunta con moderazione.

6. Alcool

Come succede con il caffè, anche da un eccesso di bevande alcoliche può derivare il fastidioso tic agli occhi.

Che fare?

Eliminate per un periodo di tempo il consumo di alcolici.

7. Cattiva alimentazione

Diciamo spesso che siamo quello che mangiamo. Anche una dieta squilibrata può essere alla base di questo disturbo.

Che fare?

Ricordate che la carenza di alcune sostanze (ad esempio il magnesio) può provocare la comparsa dei tic oculari.

In questo caso, con una dieta equilibrata e uno stile di vita sano aiuterete i vostri organi a funzionare correttamente.

Prestate dunque ascolto ai segnali che vi invia il corpo; alcuni di essi, come il tremore delle palpebre, possono nascondere un motivo degno di attenzione.

  • Schoneburg, B., & Goetz, C. G. (2014). Tic Disorders. In Encyclopedia of the Neurological Sciences. https://doi.org/10.1016/B978-0-12-385157-4.00037-3
  • Kurlan, R., & Shprecher, D. (2011). Tourette syndrome and other tic disorders. In Uncommon Causes of Movement Disorders. https://doi.org/10.1017/CBO9780511977749.018
  • Shprecher, D., & Kurlan, R. (2009). The management of tics. Movement Disorders. https://doi.org/10.1002/mds.22378
  • Irwin, R. S., Glomb, W. B., & Chang, A. B. (2006). Habit cough, tic cough, and psychogenic cough in adult and pediatric populations: ACCP evidence-based clinical practice guidelines. Chest. https://doi.org/10.1378/chest.129.1_suppl.174S