Tipi di sarcoma più comuni: sintomi e trattamenti

23 Settembre 2020
Il sarcoma è un cancro che colpisce i tessuti molli e ossei. In base all'area di crescita, ne esistono diversi tipi con manifestazioni cliniche proprie.

I diversi tipi di sarcoma sono neoplasie molto diversificate che si manifestano attraverso diverse sintomatologie. A volte tra i sintomi vi sono rigonfiamenti sottocutanei, in altri si accusano dolore alle ossa o distensione addominale e perfino dimagrimento.

Secondo l’American Cancer Society, corrisponde a una variante oncologica che prolifera nei tessuti molli e ossei, da quello adiposo (grasso) a quello nervoso, interessando anche le ossa e i muscoli.

I sarcomi non sono molto comuni. Diversi studi indicano che, per esempio, l’osteosarcoma (tumore delle ossa) rappresenta solo lo 0,2% di tutte le neoplasia maligne; ciò si traduce in un’incidenza di tre casi ogni milione di persone all’anno.

Il cancro e la sua diffusione

Il cancro è una malattia caratterizzata da una proliferazione cellulare incontrollata in una determinata area del corpo. Questo fenomeno provoca la comparsa di tumori, che si estendono ad altre aree producendo le cosiddette metastasi.

La Società Spagnola di Oncologia Medica (SEOM) fornisce dati aggiornati sulla situazione a livello globale:

  • Nel 2018 sono stati identificati più di 18 milioni di casi di cancro in tutto il mondo.
  • Di questi, l’11,6% corrispondeva a neoplasie maligne del polmone.
  • La diagnosi meno frequente è stata quella di cancro dell’utero (2,1%), mentre nel 24,6% si trattava di neoplasie meno comuni (non conteggiati come tipi unici).
  • Nel 2019, in Spagna, sono stati diagnosticati 277.234 casi.
  • A livello globale è presente un incremento annuale dei casi diagnosticati. Si stima che nel 2040 verranno diagnosticasi quasi 30 milioni in più di tumori maligni (un 63% in più rispetto al 2018).

Si tratta di cifre allarmanti, motivo per cui è bene conoscere le diverse neoplasie tra cui il sarcoma. Sebbene si tratti di un cancro poco comune, sensibilizzare la popolazione può salvare migliaia di vite in tutto il mondo.

Il nastro rosa è il simbolo della lotta contro il cancro al seno.
La lotta contro il cancro è rivolta anche contro i sarcomi, che, per quanto difficili da prevenire, possono essere oggetto di campagne di sensibilizzazione.

Potrebbe interessarvi anche: Prevenire il cancro cambiando alcune abitudini

Tipi di sarcoma

Tutti i tipi di sarcoma sono tumori maligni che hanno origine nei tessuti ossei e molli. Secondo le statistiche, rappresentano il 20% dei casi di cancro solido infantile e meno dell’1% negli adulti.

Lo sviluppo di questa patologia dipende da fattori genetici e ambientali. Ciononostante, se ne ignorano le cause dirette. Secondo un articolo pubblicato sul portale scientifico ScienceDirect nel 2007, esistono diversi tipi di sarcoma, di cui vi parliamo nelle righe che seguono.

Liposarcoma

Si tratta del sottotipo più comune e rappresenta il 20% dei casi di sarcoma identificati negli Stati Uniti. Questo cancro si sviluppa nelle cellule grasse di qualunque parte del corpo, ma soprattutto nel tessuto adiposo delle estremità o dell’addome.

È molto vistoso, di fatto quando compare nelle gambe o nelle braccia è possibile osservare un rigonfiamento sottocutaneo in continua crescita, dolore e indebolimento dell’estremità colpita. Nel caso dei tumori addominali, i sintomi più comuni comprendono stitichezza, gonfiore e dolore.

Nella maggior parte dei casi, si ricorre alla rimozione chirurgica del tumore e alla radioterapia. Anche se esistono diversi tipi di liposarcoma, classificati in base alla loro morfologia, questi in genere non producono metastasi e il problema viene risolto mediante intervento chirurgico.

Leiomiosarcoma

Secondo l’organizzazione The Liddy Shriver Sarcoma Initiative, il leiomiosarcoma è un tumore derivato dalle cellule della muscolatura liscia, in genere dell’utero o dello stomaco. Tra tutti i sarcomi che colpiscono le parti molli, questo rappresenta una percentuale di casi compresa tra il 5 e il 10%, ovvero uno dei più comuni.

Non esistono tratti specifici per la diagnosi di questa patologia, ma le fonti citate anteriormente riferiscono che è più comune a partire dai 50 o 60 anni e che colpisce soprattutto le donne. Numerosi studi indicano che il trattamento a base di gemcitabina offre buoni risultati in più del 50% dei pazienti.

Sarcoma sinoviale

Il sarcoma sinoviale è meno frequente e di solito compare in prossimità delle articolazioni (in particolare le ginocchia) nei giovani adulti. È caratterizzato dalla presenza di un profondo rigonfiamento a crescita lenta, nonché sensibile o doloroso al tatto.

Alcune ricerche dimostrano che questo tumore è correlato a variazioni cromosomiche, il che significa che presenta una notevole componente genetica. Proprio come nel caso del liposarcoma, la rimozione chirurgica rappresenta la migliore scelta disponibile.

Il sarcoma sinoviale in prossimità delle articolazioni.
Gli osteosarcomi e i sarcomi sinoviali sono tumori maligni delle ossa che tendono a comparire in prossimità delle ginocchia.

Altri tipi di sarcoma

Anche se abbiamo parlato di tre dei tipi più diffusi, ne esistono altri che non possiamo evitare di citare:

  • Angiosarcoma: si sviluppa nell’endotelio dei vasi sanguigni o linfatici.
  • Sarcoma di Kaposi: provoca la comparsa di noduli rosati al di sotto della pelle oppure, con una frequenza minore, nella mucosa orale. La sua insorgenza è più comune tra le persone immunodepresse, come i malati di AIDS.
  • Rabdomiosarcoma: tumore maligno della muscolatura striata. È il sarcoma più frequente in età infantile, con una incidenza di quattro bambini su un milione.
  • Osteosarcoma: cancro delle ossa.

Esistono tanti tipi di sarcoma quanti sono i tessuti presenti nell’essere umano; di conseguenza, l’elenco risulta essere molto lungo. Deve essere chiaro che si tratta di un tumore maligno che presenta molteplici variazioni a seconda della sua localizzazione.

Vi consigliamo di leggere anche: Tumore alle ossa primario: sintomi da conoscere

Cosa ricordare sui diversi tipi di sarcoma?

Sono tumori che si sviluppano nei tessuti ossei e in quelli molli. Ne esistono pertanto diversi tipi che presentano sintomatologie specifiche in base al punto di origine.

La tempestività nell’individuarli è fondamentale per aumentare l’aspettativa di vita del paziente. In presenza di qualunque rigonfiamento sospetto o doloroso, bisogna subito sottoporsi a visita medica.

  • ¿Qué es el sarcoma de tejidos blandos? Sociedad Americana del Cáncer. Recogido a 21 de julio en https://www.cancer.org/es/cancer/sarcoma-de-tejidos-blandos/acerca/sarcoma-de-tejidos-blandos.html
  • Picci, P. (2007). Osteosarcoma (osteogenic sarcoma). Orphanet journal of rare diseases2(1), 6.
  • Cifras del cáncer, SEOM. Recogido a 21 de julio en https://seom.org/seomcms/images/stories/recursos/Cifras_del_cancer_2020.pdf
  • Burningham, Z., Hashibe, M., Spector, L., & Schiffman, J. D. (2012). The epidemiology of sarcoma. Clinical sarcoma research2(1), 14.
  • Skubitz, K. M., & D’Adamo, D. R. (2007, November). Sarcoma. In Mayo Clinic Proceedings (Vol. 82, No. 11, pp. 1409-1432). Elsevier.
  • Leiomiosarcoma: Diagnóstico y tratamiento. Recogido a 21 de julio en http://sarcomahelp.org/translate/es-leiomiosarcoma.html#:~:text=El%20leiomiosarcoma%20es%20un%20sarcoma,en%20l%C3%ADneas%20de%20c%C3%A9lulas%20mesenquimales.
  • Hensley, M. L., Maki, R., Venkatraman, E., Geller, G., Lovegren, M., Aghajanian, C., … & Spriggs, D. R. (2002). Gemcitabine and docetaxel in patients with unresectable leiomyosarcoma: results of a phase II trial. Journal of Clinical Oncology20(12), 2824-2831.
  • Sánchez, Juan Segura, et al. “Liposarcomas. Aspectos clínico-patológicos y moleculares.” Revista Española de Patología 39.3 (2006): 135-148.