Tipologie di verruche e trattamenti

2 Aprile 2020
Le verruche compaiono spesso su mani e piedi. Possono anche colpire i genitali, il che nelle donne risulta più pericoloso perché associato al cancro all'utero.

Le verruche sono un problema molto comune. In genere si tratta di un semplice problema estetica, ma esistono diverse tipologie di verruche, alcune delle quali possono dare fastidio in base al punto sul quale si presentano. Si tratta di piccole escrescenze della pelle che si sopraelevano, in generale senza essere dolorose.

Sebbene molte persone lo ignorino, la principale causa delle verruche è un virus. Nello specifico il papilloma virus umano, che presenta oltre 100 sottotipologie diverse. In seguito a ciò, le verruche possano comparire in diversi modi e punti.

Le zone più spesso colpite, tuttavia, sono mani e piedi. In alcuni casi è necessario trattarle perché fonte di diversi fastidi. In questo articolo presentiamo le tipologie di verruche più comuni di verruche e come trattarle.

Cosa sono le verruche?

Le verruche sono piccole protuberanze che si manifestano sulla pelle. Solitamente sono dello stesso colore della cute, sebbene possano presentare delle sfumature sul bianco o sul rosa. In alcune si possono notare sulla superficie dei piccoli punti neri, che sono vasi sanguigni coagulati.

Come già detto, la causa delle verruche è il papilloma virus umano. Si tratta di un virus con molti ceppi, per cui è comune entrarvi in contatto. Tuttavia, le verruche non sono così comuni.

Vale a dire che non tutte le persone che vengono a contatto con il virus le sviluppano. Questo perché qualunque individuo in buono stato di salute può combatterlo senza presentare sintomi.

Oltretutto le verruche sono più comuni nei bambini o nelle persone con un sistema immunitario debole, che non riesce a lottare contro nessuna infezione. Le verruche possono comparire persino fino a sei mesi dopo il primo contatto con il virus.

La maggior parte delle tipologie di virus prevedono il contatto attraverso la pelle o gli oggetti, quali asciugamani per l’igiene intima. Eppure non possiamo dimenticare che alcune tipologie prevedono la trasmissione sessuale, come il virus del papilloma umano 16 o 18, che sono i tipi più spesso associati al cancro del collo dell’utero.

Le verruche tendono a diffondersi con facilità. Non è raro vedere un bambino con le verruche sulle dita rosicchiarsi le unghie. Così facendo, favorirà la comparsa di un maggior numero di verruche sulla mano o sul viso.

Tipologie di verruche
Sono diversi i modi in cui si presentano le verruche.

Potrebbe interessarvi anche: Papilloma virus: esami medici e cure

Quali tipologie di verruche esistono?

Esistono diverse tipologie di verruche a seconda della forma e del punto in cui si presentano. In primo luogo, dobbiamo parlare delle verruche volgari, che sono le più comuni. Sono di forma rotonda, rugosa e tendono a presentarsi sulle mani e sui piedi. Altre tipologie sono:

  • Verruche piane: più comuni sui giovani e sui bambini. Sono piccole e tendono a formale piccoli gruppi o grappoli.
  • Filiformi: il nome deriva dalla forma allungata di queste verruche, che inoltre sono morbide, come un mignolo. Di solito compaiono su collo e palpebre.
  • Plantari: si riferiscono a quelle che compaiono sulle piante dei piedi. Possono diventare molto fastidiose, visto che camminando si esercita una continua pressione sulle stesse.
  • Verruche genitali: compaiono sui genitali maschili e femminili, persino sulla zona dell’inguine o dell’ano. Tendenzialmente il contatto avviene per via sessuale. Prendono anche il nome di condilomi.

Tra tutte queste tipologie, le verruche genitali sono le più gravi, visto che il papilloma virus umano ha un potenziale cancerogeno. Inoltre, a causa del fatto che il contagio è così comune, si consiglia di prestare attenzione a queste lesioni.

Oggi, infatti, esistono specifici vaccini per alcuni tipi di papilloma virus. In Italia viene somministrato a giovani donne, visto che è stato dimostrato che il cancro dell’utero è fortemente associato a questo virus.

Vaccino papilloma virus
Il vaccino contro il papilloma virus umano viene somministrato alle giovani donne in quanto misura di prevenzione.

Potrebbe interessarvi anche: Papilloma virus umano: tutto quello che c’è da sapere

Come intervenire?

Molte tipologie di verruche vengono trattate solo per motivi estetici oppure perché provocano fastidio, visto che possono causare prurito o dolore a causa della pressione esercitata su di esse. Applicando un trattamento, si mira non solo a far sparire la verruca, bensì anche ad attivare il sistema immunitario contro il virus.

Ad oggi esistono diversi modi per riuscirci. La crioterapia è una tecnica mediante la quale si applica il freddo sulla verruca per farla staccare. È possibile ricorrere anche al laser o a un intervento di microchirurgia per asportarle.

Alcuni farmaci acidi favoriscono l’eliminazione della verruca. L’ideale è rivolgersi al medico in modo che sia quest’ultimo a programmare la strategia di trattamento a seconda del tipo di verruca.

  • Allevato, M. A., and Lucila B. Donatti. “Verrugas genitales.” Act Terap Dermatol 28 (2005): 302-312.
  • Domíguez, Hugo Fernández, Abián Mosquera Fernández, and Benigno Monteagudo Sánchez. “Revisión bibliográfica de los tratamientos de la verruga plantar.” Revista española de podología 25.4 (2014): 138-141.
  • Llardén-Garcia, M., M. Pena-Arnáiz, and J. M. Casanova-Seuma. “Tratamiento actual de las verrugas.” FMC-Formación Médica Continuada en Atención Primaria 13.1 (2006): 45-54.