6 trattamenti di origine naturale per calmare la mastite

18 Novembre 2018
Oltre ad alleviare i sintomi della mastite, con questi rimedi naturali potremo continuare ad allattare il nostro piccolo senza problemi, in quanto non contengono elementi tossici per il bambino.

La mastite è un’infezione del tessuto mammario che può provocare sensibilità, dolore e arrossamento in una o in entrambe le mammelle.

Colpisce frequentemente le donne che stanno allattando, anche se in un numero ridotto di casi può essere causata da altri tipi di infezioni che non hanno nulla a che fare con l’allattamento.

La mastite può essere accompagnata da malessere generale, episodi febbrili e sintomi simili a quelli del comune raffreddore.

Si verifica a causa di un’ostruzione dei dotti lattiferi che genera la crescita di batteri come lo Staphylococcus aureus, che riesce a penetrare nel seno attraverso il capezzolo.

Sebbene non rappresenti un problema per il piccolo, la gravità con cui si presenta può portare ad interrompere l’allattamentoa causa dei fastidi che provoca alla madre.

Per questa ragione, oltre a seguire i consigli del medico, è importante tenere in considerazione alcuni trattamenti naturali che aiutano a trattarla.

In questo articolo condivideremo i 6 trattamenti migliori affinché possiate applicarli quando si presenta questo problema.

Prendete appunti!

1. Timo

Infuso di timo

Gli impacchi con infuso di timo sono uno strumento terapeutico con proprietà antinfiammatorie e antibatteriche che, nel loro insieme, aiutano a curare la mastite.

La loro applicazione diretta fa diminuire l’irritazione dei capezzoli e calma la sensazione di dolore e arrossamento.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di timo (15 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete un cucchiaino di timo ad una tazza d’acqua bollente e copritela.
  • Lasciate riposare la bevanda dai 15 ai 20 minuti e filtratela.

Modo d’uso

  • Immergete un panno o un impacco nel liquido e applicatelo sul seno per circa 20 minuti.
  • Ripetete il rimedio 2 volte al giorno se lo considerate opportuno.

Leggete anche: 10 indizi di un possibile cancro al seno

2. Rosmarino

L’effetto emolliente e antisettico del rosmarino può contribuire a calmare i sintomi causati dalle infezioni al seno.

Le sue proprietà fanno diminuire la sensibilità e aiutano a stimolare il flusso del latte per ridurre l’ostruzione.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di rosmarino (30 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Versate il rosmarino in una tazza d’acqua bollente e coprite la bevanda.
  • Lasciate riposare per 20 minuti e filtratela.

Modo d’uso

  • Immergete l’impacco nell’infuso e applicatelo sul seno da trattare per almeno 15 minuti.
  • Ripetete l’uso 2 o 3 volte al giorno.

3. Fieno greco

Fieno greco

L’infuso di fieno greco agisce come un tonico naturale per la pelle, facendo diminuire le ragadi, il bruciore e altri fastidiosi sintomi che accompagnano la mastite.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di foglie secche di fieno greco (15 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete le foglie di fieno greco in una tazza di acqua bollente e lasciatela riposare per circa 10 minuti.
  • Filtrate la bevanda e applicatela il più calda possibile.

Modo d’uso

  • Inumidite un panno o un asciugamano con l’infuso e dunque applicate sul seno per circa 20 minuti.
  • Ripetete l’uso 2 volte al giorno, fino a curare l’infezione.

4. Carota e miele

Una maschera ad uso esterno a base di carote e miele può contribuire a ridurre il bruciore e la sensibilità nelle mammelle.

Il miele dispone di un leggero effetto antibiotico che, sulla pelle, può aiutare a trattare le infezioni.

Ingredienti

  • 1 carota
  • 2 cucchiai di miele (50 g)

Preparazione

  • Frullate una carota fino ad ottenere un composto denso.
  • Versate in un recipiente e mescolate con il miele.

Modo d’uso

  • Strofinate la maschera sul seno da trattare e lasciatela agire per circa 20 minuti.
  • Sciacquate con acqua tiepida e ripetete l’uso 2 volte al giorno.

5. Calendula

Calendula

Le proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e cicatrizzanti della calendula contribuiscono a mantenere sotto controllo l’infezione al senoper calmare il dolore e prevenire complicazioni.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di fiori di calendula (30 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Versate i fiori di calendula in una tazza di acqua bollente e poi coprite la bevanda.
  • Quando avrà riposato per un po’, filtratela e applicatela.

Leggete anche: 5 rimedi di origine naturale per calmare il dolore al seno

Modo d’uso

  • Immergete un panno pulito nell’infuso e applicatelo come impacco sul seno colpito da mastite.
  • Lasciate agire per 20 minuti, sciacquate e ripetete l’applicazione 3 volte al giorno.

6. Malva

Gli estratti che sprigionano le foglie di malva in un decotto possono far diminuire l’infiammazione e il dolore causato dalla mastite.

Questa, dopo essere stata applicata esternamente, migliora la circolazione nel tessuto mammario e aiuta ad accelerare il recupero.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie di malva (30 g)
  • 1 tazza d’acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete le foglie di malva in una tazza d’acqua e quindi riscaldatela, a fuoco lento, per circa cinque minuti.
  • Coprite la bevanda, lasciatela riposare a temperatura ambiente e, una volta raggiunta una temperatura adatta all’applicazione sulla pelle, filtratela.

Modo d’uso

  • Inumidite un panno con la bevanda e strofinatelo sul seno da trattare.
  • Lasciatelo agire per 20 minuti e pulite la superficie con acqua tiepida o una salviettina umida.

La mastite tende a presentare alcune complicazioni quando non gli si fornisce un trattamento adeguato. Per questo, oltre ad impiegare questi rimedi, è importante consultare un medico.