Verruche plantari nei bambini: che fare?

Le verruche plantari nei bambini sono comuni, ma in genere guariscono in modo spontaneo e senza bisogno di trattamento. Per i casi che richiedono l'intervento del medico, è possibile scegliere tra varie terapie. 
Verruche plantari nei bambini: che fare?

Ultimo aggiornamento: 05 aprile, 2021

Le verruche plantari nei bambini sono motivo di preoccupazione per tutti i genitori. Quando vengono notate, i dubbi principali riguardano il rischio di trasmetterle ai familiari e in che modo affrontarle. Nonostante il termine “plantare” possono apparire ovunque sul corpo.

La verruca si presenta come una formazione indurita e sporgente, dalla superficie irregolare. La variante plantare si trova di solito nel tallone o sui punti della pianta del piede su cui preme la maggior parte del peso corporeo.

Sebbene non sia una condizione preoccupante, può mettere in agitazione. La preoccupazione per l’aspetto estetico e la reazione del bambino sono solitamente la maggiore fonte di ansia.

Come abbiamo detto, non si tratta di una malattia grave dal momento che tende a guarire in modo spontaneo. Si stima infatti che fino al 70% delle verruche plantari scompaiono entro due anni, senza intervento medico.

Cause delle verruche plantari nei bambini

L’agente eziologico delle verruche plantari nei bambini è il virus del papilloma umano, noto con l’acronimo inglese HPV. Esistono oltre 100 varietà di HPV, ma non tutte sono collegate alle verruche plantari.

Entrare in contatto con il virus non significa che si genererà necessariamente una lesione. Ognuno di noi reagisce in modo diverso al contatto con l’HPV, anche tra persone della stessa famiglia.

Nei bambini è comune che il contagio avvenga dopo avere camminato a piedi nudi in piscina o nello spogliatoio della palestra, habitat ideale per il virus.

Non si tratta, tuttavia, di un virus facilmente trasmissibile. Richiede determinate condizioni di calore e umidità per proliferare. Il passaggio all’essere umano è favorito quando sono presenti delle microlesioni che agiscono da porta di ingresso.

Una volta avvenuto il contagio, la verruca si sviluppa molto lentamente. Le verruche plantari nei bambini possono richiedere anche più di un anno prima di diventare visibili.

Il papillomavirus umano è l'agente eziologico delle verruche plantari.
L’HPV o virus del papilloma umano è l’agente eziologico delle verruche plantari

Tipi di verruche plantari nei bambini

L’aspetto delle verruche è simile nella maggior parte dei casi. Si presentano come un rigonfiamento della pelle, grigio o marrone, di forma arrotondata e irregolare. Esistono tuttavia delle varianti:

  • verruche piane: molto piccole, lisce e di colore più chiaro.
  • verruche filiformi: sottili e allungate con la forma di un piccolo dito; in genere hanno lo stesso colore della pelle.

A parte la forma, le verruche plantari hanno anche altre caratteristiche. A causa della loro posizione, possono causare dolore quando si cammina. In rari casi si infettano e i loro contorni tendono ad essere netti, sebbene altre verruche possano formarsi nei pressi a causa della vicinanza. Oltre al dolore, i principali sintomi delle verruche plantari dei bambini sono:

  • Presenza di un escrescenza: la verruca sporge dalla superficie della pelle.
  • Callosità: nell’area della verruca, la pelle si indurisce e si ispessisce; ciò accade perché la verruca cresce verso l’interno, anche se non possiamo vederla.
  • Punti neri: i minuscoli vasi sanguigni nell’area di pelle colpita si coagulano a causa della presenza della verruca e dell’HPV. Questi piccoli coaguli sembrano punti neri della pelle.
Verruca plantare nei bambini.
La presenza di punti neri può essere un’utile indicazione nella diagnosi delle verruche plantari

Trattamenti disponibili

Le verruche plantari nei bambini tendono a scomparire in modo spontaneo. Tuttavia, quando sono presenti in quantità notevole oppure generano dolore o disagio si può scegliere di curarle. Sono disponibili diverse opzioni terapeutiche:

  • Farmaco topico: l’acido acetilsalicilico viene utilizzato direttamente sul punto colpito. Questo acido distrugge progressivamente gli strati della verruca che gradualmente si staccano.
  • Criochirurgia: i dermatologi utilizzano speciali tecniche di chirurgia del freddo. Di solito viene utilizzato azoto liquido, che congela la verruca. Non è sufficiente una singola applicazione, ma sono necessarie più sedute.
  • Laser: il laser è riservato alle verruche che non hanno risposto ad altri trattamenti. Non sono disponibili studi che dimostrino l’effettiva efficacia del trattamento, che può anche essere doloroso. Il laser deve essere applicato in diverse sessioni, poiché una sola volta non è sufficiente.
  • Chirurgia convenzionale: le tecniche chirurgiche classiche continuano ad essere utilizzate, sebbene siano riservate a casi speciali. Esistono tecniche di raschiamento della verruca, di escissione o di elettrocoagulazione. La chirurgia è un metodo che lascia sempre una cicatrice.

Riassumendo

La comparsa di verruche plantari si verifica a causa dell’infezione di uno dei sottotipi del papillomavirus umano. Sebbene di solito non siano gravi e tendano a scomparire da sole, generano preoccupazione per l’aspetto estetico. Per fortuna, diversi trattamenti ne accelerano la guarigione.

Potrebbe interessarti ...
Eliminare le verruche in poco tempo
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Eliminare le verruche in poco tempo

I rimedi di origine naturale vengono impiegati fin dall'antichità come integrazione per eliminare le verruche in poco tempo.



  • Yeras, Yanet Isabel Cárdenas. “VERRUGA PLANTAR. PRESENTACIÓN DE UN PACIENTE.” Medicentro Electrónica 11.1 (2007).
  • Muñoz-Santos, C., R. Pigem, and M. Alsina. “Nuevos tratamientos en la infección por virus del papiloma humano.” Actas Dermo-Sifiliográficas 104.10 (2013): 883-889.
  • Gerlero, P., and Á. Hernández-Martín. “Actualización sobre el tratamiento de las verrugas vulgares en los niños.” Actas Dermo-Sifiliográficas 107.7 (2016): 551-558.