Yoga per chi è in sovrappeso: 10 motivi per sceglierlo

· 11 Dicembre 2018
Malgrado alcune posizioni possano essere più faticose quando si è in sovrappeso, lo yoga fa bene a tutti, a livello fisico e psicologico.

Se state leggendo questo articolo, è perché probabilmente siete interessati al mondo dello yoga, ma pensate che sia fuori dalla vostra portata per motivi di sovrappeso. Sbagliato! Lo yoga per chi è in sovrappeso aiuta a bruciare i grassi e a tenere sotto controllo l’ansia.

Sono molti i personaggi pubblici che fanno yoga e ne confermano i benefici per la salute. Il primo ministro indiano, Narendra Modi, ha proposto di rendere questa disciplina una questione di interesse nazionale, affinché tutti possano trarne giovamento nella vita quotidiana.

Il ministro indiano ha pubblicato persino una serie di video in cui lui stesso, in versione animata, esegue diverse posizioni yoga. In essi assicura che si tratta di una scelta salutare per tutti.

Vi servono altri motivi per provare l’utilità dello yoga per chi è in sovrappeso? Ve ne diamo almeno dieci.

Lo yoga per chi è in sovrappeso: ecco perché è utile

1. Migliora la respirazione

Lo yoga aiuta a respirare meglio e in modo più consapevole. Con l’esercizio fisico e un’alimentazione sana, potrete bruciare i grassi molto più facilmente.

Essere più consapevoli della respirazione e condurre una vita più serena permette ai nutrienti di raggiungere gli organi nel migliore dei modi. Di conseguenza, questi ultimi saranno più efficienti e più protetti dalle malattie da deficit nutritivo.

2. Aumenta la sicurezza e l’autostima

Lo yoga per chi è in sovrappeso è un ottimo modo per iniziare a condurre uno stile di vita più attivo. È ideale per le persone che soffrono di scarsa autostima e insicurezza.

I progressi compiuti, sul piano fisico e spirituale, rinnovano la percezione di sé e il modo in cui si affronta la vita. Avrete maggiore controllo sul corpo: l’attività fisica può davvero migliorare la nostra vita. 

3. Combatte la depressione

Ragazza in sovrappeso tiene una bilancia tra le braccia

Le persone in sovrappeso possono, come abbiamo detto, soffrire di bassa autostima, un fattore di rischio della depressione. Questo è il risultato dell’insicurezza che avvertono nei confronti del proprio corpo e del proprio aspetto.

Fare yoga può aiutare a trattare forme lievi di depressione. Inoltre, è una disciplina che porta a riflettere, meditare, acquistare fiducia e mantenere una vita attiva.

4. Allevia lo stress

Gli esercizi di respirazione e meditazione, applicati alle posizioni durante la lezione di yoga, aiutano ad alleviare lo stress e a rilassarsi. Sarete più concentrati sul lavoro mentale e fisico e più determinati.

Dedicare un momento della giornata alla meditazione e alla respirazione profonda riduce notevolmente i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress. Abituarvi a riempire i polmoni di aria vi permetterà di acquistare più calma, utile nelle decisioni e per affrontare le sfide quotidiane.

5. Riduce il malessere fisico

Lo yoga per chi è in sovrappeso rappresenta un utile esercizio per calmare il mal di testa, la pressione arteriosa, la stanchezza e l’insonnia. Questi effetti si devono a un aumento dell’ossigenazione del cervello e allo smaltimento delle tossine, come risultato di una respirazione profonda e armoniosa.

Man mano che fate progressi, vi sentirete più incoraggiati a compiere altre azioni che aiutano a perdere peso. Sentirete più energia e motivazione verso il cibo sano e le buone abitudini. 

6. Noterete cambiamenti progressivi

Non importa quali siano le misure del vostro girovita, in nessun caso sono un impedimento alla pratica yoga. L’importante è non chiedere al corpo più di quanto può dare. Riuscirete ad assumere anche le posizioni più difficili, via via che acquistate elasticità e sicurezza.

Lo yoga è indicato per chi è in sovrappeso perché il miglioramento è progressivo, fino a raggiungere il maggior livello possibile di forza, flessibilità ed equilibrio. La gradualità dello sforzo richiesto è ideale perché vi permette di abituarvi e di non sentirvi mai scoraggiati.

7. È un’attività a basso impatto

Lo yoga è un buon ingrediente per uno stile di vita sano, che non esige cambiamenti drastici. Il grado di difficoltà delle posizioni aumenta con la pratica.

Sebbene esistano posture per i principianti, gli istruttori possono consigliare variazioni a seconda delle capacità fisiche degli allievi. Questo vi permette di iniziare la pratica a un livello ideale, che non vi faccia sentire frustrati per via della difficoltà. Il tempo da dedicare, invece, dipende solo da voi.

8. Ha effetti positivi sul sistema endocrino

Ogni posizione yoga agisce su una parte del corpo, a livello muscolare, nervoso e ormonale. Alcune di esse sono particolarmente indicate in caso di disturbi della tiroide.

Se una delle cause del sovrappeso è lo squilibrio ormonale, potete considerare lo yoga come un buon alleato. In tal caso, prima di cominciare questa pratica, vi consigliamo di capire quali posizioni siano più utili per il vostro disturbo. Anche per questo vi sarà d’aiuto il vostro istruttore.

Leggete anche: Migliorare la funzione tiroidea con il rabarbaro

9. Combatte l’ansia

Abbiamo già menzionato i benefici spirituali e il potere rilassante dello yoga, motivo per cui è considerata un’attività capace di ridurre il livelli di ansia. Tutto questo grazie alla meditazione e alla respirazione profonda richieste dalla disciplina.

Gli effetti dello yoga sul sistema nervoso aumentano la voglia di prendersi cura del proprio corpo, oltre a ridurre il desiderio continuo di mangiare. Influirà, quindi, sulla scelta di una corretta alimentazione.

10. Aiuta a raggiungere i propri obiettivi

Se siete interessati a un’attività fisica che vi aiuti a restare sani o perdere peso, lo yoga fa per voi. Oltre a essere un esercizio fisico, però, è anche un’attività che fortifica lo spirito e aumenta la forza di volontà. 

I momenti di concentrazione e meditazione offerti dallo yoga vi incoraggeranno ad andare avanti. Inoltre, aumenteranno la capacità di aspettare pazientemente i risultati dei vostri sforzi.

Con quali posizioni si può perdere peso?

Donna pratica lo yoga sulla cima di una collina

Lo yoga rafforza i muscoli, migliora la flessibilità e la respirazione e, in generale, aiuta a sentirsi meglio. Lo yoga per chi è in sovrappeso è altamente consigliato perché, senza comportare un eccessivo sforzo fisico o ad alta intensità, offre buoni risultati.

Le posizioni che aiutano a dimagrire sono:

  • Posizione del cadavere (Savasana): ideale per rilassarsi, calmare il corpo e la mente.
  • La candela (Sarvangasana). Regola il metabolismo e stimola la tiroide. Rinforza e tonifica i muscoli della schiena e delle gambe. Migliora la circolazione, purifica il sangue e previene la stitichezza.
  • Posizione invertita  (Viparita Karani Mudra). Ha effetti positivi sul funzionamento della tiroide e stimola la circolazione. Fornisce, inoltre, sicurezza e autocontrollo emotivo.
  • Il pesce (Matsyasana): aiuta a regolare il funzionamento della ghiandola tiroidea. Agisce anche sull’ipofisi, la ghiandola surrenale e pineale.
  • L’aratro (Halasana): agisce direttamente sul grasso addominale, aiutando a ridurlo. Anche questa posizione regola le funzioni della tiroide, del fegato e della milza.
  • Il cobra (Bhujanghasana): regola la ghiandola surrenale e la tiroide. Tonifica e stimola i muscoli addominali e i glutei, rinforza la colonna vertebrale.

Leggete anche: Esercizi yoga per principianti: le 5 posizioni di base

Ci sono posizioni da evitare?

In generale, meglio non realizzare nessuna posizione per cui non si è ancora preparati fisicamente, come quelle in cui una sola parte del corpo deve sostenere tutto il peso. Alcune posture, come la padahastasana balasana, in cui ci si piega completamente in avanti, possono rendere difficile la respirazione.

Praticare un sport in modo regolare vi aiuterà a mantenere uno stile di vita sano, e questa disciplina in particolare. Lo yoga per le persone in sovrappeso è un modo meraviglioso per migliorare la salute fisica e spirituale.