9 cose sul corpo umano che forse non conoscete

31 ottobre 2014
Le persone mancine hanno più forza quando la applicano in senso antiorario. Per questo gli risulterà sempre più facile aprire un barattolo rispetto a una persona che utilizza la destra.

Il nostro corpo è meraviglioso. Ogni giorno porta a termine migliaia di funzioni che, per quanto insignificanti possano sembrare, sono imprescindibili per godere di una buona salute e per sentirci bene. La maggior parte delle volte conosciamo molte di queste importanti funzioni svolte dal nostro organismo, ma ignoriamo molte altre cose che sono anch’esse di estrema importanza e che addirittura sembrano incredibili. Di seguito vi presentiamo nove curiosità sul corpo umano che forse non sapete.

1. Abbiamo la stessa quantità di peli di uno scimpanzé

Il corpo di un uomo medio in età adulta presenta la stessa quantità di peluria di uno scimpanzé. La differenza sostanziale è che, nel caso degli esseri umani, i peli sono molto più sottili di quelli dello scimpanzé. Nel nostro caso, però, la peluria ha perso la sua funzione originale di protezione. La situazione attuale dei peli del corpo si deve sicuramente all’evoluzione e all’uso di vestiti per proteggerci dal freddo.

2. Perché viene la pelle d’oca?

Pelle d'oca

Molte volte abbiamo avuto quella che viene comunemente chiamata pelle d’oca. Si tratta del riflesso pilomotore, una risposta che gli esseri umani avevano nell’antichità di drizzare i peli del corpo per proteggersi dal freddo e da altri pericoli come gli animali. Si trattava in effetti di un aumento di dimensioni. Ovviamente questa funzione è oggi obsoleta e, non avendo così tanti peli sul corpo, la pelle continua ad avere la stessa risposta.

3. Gli anni che passiamo a battere le palpebre

Gli esseri umani passano l’equivalente di cinque anni a battere le palpebre. Come sappiamo, questa azione è molto importante per gli occhi poiché funge da meccanismo di protezione. Attraverso la chiusura delle palpebre si lubrificano e si riposano gli occhi che non possono rimanere permanentemente aperti. In più, battere le palpebre è un impulso di protezione dato che si è soliti farlo quando un qualche oggetto si dirige verso il nostro viso.

4. I mancini hanno più forza

mani

Forse come risultato della fisica, le persone mancine hanno una maggiore forza quando la applicano in senso antiorario. Ciò vuol dire che per un mancino sarà molto più facile aprire una bottiglia che per una persona destrorsa. Tuttavia, nel caso di chiudere una bottiglia, dove bisogna applicare una forza contraria, risulterà molto più facile per un destrorso.

5. Lo stomaco immagazzina acido

Il nostro stomaco immagazzina acido cloridrico, prodotto dalle cellule che vi si trovano. Nelle industrie questo tipo di acido è altamente corrosivo, motivo per cui viene utilizzato nella metallurgia. Nonostante ciò, il rivestimento nella mucosa dello stomaco ci protegge dall’effetto nocivo dell’acido, così che non subiamo nessun danno.

6. Siamo un deposito di batteri

batteri

Il corpo umano è un immenso deposito di batteri. I calcoli, infatti,  dicono che sono molti di più rispetto alle cellule, più o meno nella proporzione di dieci a uno. Ovviamente questo non vuol dire che tutti i batteri nel nostro organismo siano nocivi per la salute. Esistono diversi batteri che sono benefici e che aiutano il nostro corpo a essere in buono stato.

7. I pisolini fanno bene

Fare un sonnellino di 20 minuti fa bene alla salute. Esso, infatti, ci aiuta a migliorare la concentrazione, l’umore e la produttività. Nonostante ciò, superare questa quantità di tempo può avere conseguenze negative. Farlo potrebbe causare maggiore stanchezza e irritabilità.

8. Molte cellule morte

pelle secca

Tutti i giorni il nostro corpo si disfa di una grande quantità di cellule morte, principalmente della pelle. La quantità è tale da poter riunire nel giro di un anno approssimativamente due chilogrammi di cellule epidermiche morte.

9. Sensibilità

Come sappiamo il corpo umano possiede una grande quantità di terminazioni nervose che ci permettono di percepire cose. Di tutte queste le più sensibili si trovano nelle labbra e nella dita, mentre le meno sensibili si situano nella zona centrale della schiena.

Guarda anche