Come fare gli addominali ipopressivi per avere la pancia piatta

Anche se con gli addominali ipopressivi, la schiena non si sforza molto, è importante farli correttamente per evitare eventuali lesioni e ottenere i risultati desiderati

Quando si tratta di perdere peso, la zona addominale tende ad essere una delle parti del corpo più difficili da lavorare, poiché vi si accumula più grasso.

Sono numerosi i programmi di esercizi addominali con i quali si vuole, tra le altre cose, ridurre i centimetri del girovita e tonificare la pancia.

Nonostante ciò, gli esperti hanno spesso spiegato che è anche necessario fare esercizi aerobici e mantenere una dieta corretta se si vogliono ottenere buoni risultati.


Vi consigliamo anche di rafforzare gli addominali facendo esercizi specifici per questo gruppo di muscoli.

Poiché sappiamo che siete in molte ad avere questo obiettivo, oggi vogliamo condividere con voi un semplice programma di addominali ipopressivi.

Avete mai sentito parlare dei loro benefici?

Che cosa sono gli addominali ipopressivi?

Si tratta di un insieme di tecniche posturali e respiratorie che aiutano ad ottenere migliori risultati se si desidera ridurre il girovita e tonificare il ventre.

Grazie ad una tecnica che si concentra sul contrarre il diaframma, come se si fosse in apnea, è possibile rafforzare la zona addominale e la parte inferiore della schiena.

In questo modo, infatti, si applica una pressione all’interno del corpo che attiva sia la zona pelvica sia la fascia addominale.

La differenza tra questi addominali e quelli classici sta proprio nella pressione che si applica sulla zona addominale e su tutti gli organi.

Leggete anche: Plank: l’esercizio addominale che fa lavorare tutto il corpo

Quali sono i benefici degli addominali ipopressivi?

addominali-diversi

La ginnastica ipopressiva è un ottimo esercizio complementare per il plank e gli altri allenamenti che mirano a lavorare questa zona.

Questa tecnica richiede un certo sforzo, ma i risultati ne valgono la pena.

Tra i suoi principali benefici, dobbiamo sottolineare i seguenti:

  • Riduce e tonifica la pancia.
  • Corregge la postura e migliora l’equilibrio.
  • Tonifica la muscolatura addominale e perineale.
  • Riduce l’ansia e lo stress.
  • Previene i dolori pelvici, le ernie e il prolasso (spostamento degli organi).
  • Riduce il mal di schiena.
  • Rafforza la zona perineale e aiuta a controllare l’incontinenza urinaria.
  • Migliora il rendimento sportivo e aiuta a prevenire le lesioni.

Come si fanno gli addominali ipopressivi?

Per poter fare questi incredibili esercizi, è molto importante ricordare che includono 4 fasi diverse:

  • Posizione iniziale
  • Fase dell’inspirazione
  • Fase di apnea, nella quale cerchiamo di alzare il diaframma (tra i 15 e i 30 secondi)
  • Fase dell’espirazione

Ci sono molti modi diversi di fare gli addominali ipopressivi e per ottenere risultati migliori, vi consigliamo di variare le posizioni ad ogni fase.

addominali-per-una-pancia-piatta

Posizione iniziale

  • Per iniziare, mettetevi in piedi, con le gambe divaricate alla stessa distanza delle spalle e con le ginocchia leggermente piegate.
  • Piegate un po’ il busto in avanti e disegnate un cerchio con le braccia, come se stesse abbracciano qualcuno.
  • Tenete la schiena dritta e guadate in avanti.

Fase dell’ispirazione

  • Mantenendo la posizione iniziale, inspirate e cercate di espandere le costole il più possibile.
  • Sentirete che la pancia si ritira verso dentro e dovrete concentrarvi per mantenere questa posizione per qualche secondo.

Fase di apnea

Durante questa fase, non dovete fare altro che trattenere il respiro dai 10 ai 15 secondi.

Fase dell’espirazione

  • Rilasciate l’aria poco a poco e tornate con naturalezza ad una posizione normale.
  • Cercate di mantenere un ritmo respiratorio equilibrato, riposatevi per circa 20 secondi e poi ripetete l’esercizio.

Vi consigliamo di leggere anche: Alleviare il mal di schiena con una semplice tecnica di respirazione

Quali sono gli aspetti da considerare per ottenere buoni risultati?

pancia-piatta

Anche se questi addominali sono diventati molto popolari grazie alla loro efficacia per ottenere una pancia piatta, è fondamentale ricordare che non si tratta di un rimedio miracoloso.

Per ottenere risultati soddisfacenti con l’esercizio che abbiamo appena descritto, è necessario rispettare anche questi consigli basilari:

  • Ognuna delle 4 fasi deve essere fatta in modo corretto, mantenendo la postura che abbiamo spiegato per evitare eventuali lesioni o complicazioni.
  • In caso di dubbi, è meglio consultare un istruttore professionista.
  • Bisogna fare questi esercizi in modo regolare e preferibilmente due volte al giorno, poiché non servirà a niente rispettare la routine per un paio di giorni e poi smettere.
  • Il momento migliore per fare questi esercizi è di mattina, ma potete anche realizzarli in altri momenti della giornata.
  • Mai fare questi addominali dopo aver mangiato o prima di andare a dormire.
  • I risultati non si ottengono da subito, ma con un allenamento costante, è possibile notare miglioramenti già dopo un mese.

Siete pronte per questa sfida? Vi invitiamo a provarli a casa e ad accompagnarli ad uno stile di vita sano per ottenere la pancia che tanto desiderate.