Alimenti consentiti nella dieta chetogenica

3 Ottobre 2020
La dieta chetogenica è caratterizzata dalla restrizione dei carboidrati. Volete sapere quali alimenti sono consentiti? Continuate a leggere per scoprirli e imparate a creare il vostro personale menù.

Gli alimenti consentiti nella dieta chetogenica sono oggetto di costante interesse e ricerca per chi è attratto da questo metodo nutrizionale. Si tratta di un piano alimentare che è diventato popolare negli ultimi anni grazie ai possibili benefici per la salute.

Si è dimostrato efficace per dimagrire e anche per ridurre le crisi epilettiche in pazienti resistenti ai farmaci. Al momento è in fase di studio la sua efficacia come trattamento per il diabete.

Si basa su un semplice principio: la restrizione dei carboidrati. Poiché elimina un intero gruppo alimentare, non è adatto a tutti. Ciononostante, chi riesce a seguire opportunamente questa dieta osserva in breve tempo cambiamenti positivi nel proprio corpo.

Elenco degli alimenti consentiti nella dieta chetogenica

La dieta chetogenica è un piano alimentare che non permette il consumo di carboidrati. Per non commettere errori, bisogna conoscere gli alimenti che possono essere inclusi regolarmente. Li presentiamo in modo da non avere dubbi al riguardo.

Dieta chetogenica ed effetti sul corpo.
Il nome “keto” derivante dall’inglese keto diet, è la forma abbreviata della dieta chetogenica, diventata popolare negli ultimi tempi.

Alimenti di origine animale

Tutti i prodotti di origine animale sono ammessi nell’ambito del regime chetogenico. Carne, pesce e uova sono tutti alimenti proteici che costituiscono la base della piramide della dieta chetogenica.

Garantire l’assunzione di proteine è essenziale per prevenire il catabolismo muscolare. Oltre a ciò, previene l’insorgenza della sarcopenia a medio e lungo termine. Le evidenze scientifiche dimostrano che l’assunzione quotidiana di questi nutrienti dovrebbe superare gli 0,8 grammi per chilogrammo di peso corporeo, che è il minimo stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

È necessaria una certa attenzione nel metodo di preparazione del cibo. La modalità di cottura ideale è alla griglia, al forno o bollito. Si dovrebbe evitare di aggiungere pastelle o impanare gli alimenti, in quanto con questi condimenti si introdurrebbero carboidrati.

Allo stesso modo, è preferibile non friggere per evitare la formazione di prodotti di scarto tossici che possono influire sulla salute. Un esempio di queste tossine sarebbero gli idrocarburi policiclici aromatici, che aumento il rischio di sviluppare neoplasie, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Scientific Reports. Si possono consumare, quindi:

  • Carne bianca.
  • Carne rossa.
  • Pesce bianco.
  • Pesce azzurro.
  • Frutti di mare.
  • Uova.
  • Prodotti caseari.

Leggete anche: Carboidrati nella dieta: sono importanti?

Alimenti consentiti nella dieta chetogenica: i vegetali

La maggior parte delle verdure sono a basso contenuto di carboidrati. Possono dunque essere incluse nella dieta chetogenica. Fanno eccezione i tuberi, che dovrebbero essere evitati o fortemente limitati.

È bene sottolineare che per vegetali si intendono le verdure e gli ortaggi. Bisogna evitare di consumare grandi quantità di frutta, poiché il loro contenuto di fruttosio rompe il processo di chetosi, ovvero è la parte del metabolismo alla base del piano keto; consiste nella produzione di energia corporea da fonti diverse da quelle abituali.

I sostenitori di questa dieta affermano che il fruttosio aumenta il rischio di malattie epatiche, secondo quanto affermato da alcune recenti ricerche. Risulta altrettanto necessario limitare i legumi, poiché contengono anche zuccheri che possono interferire con il metabolismo degli acidi grassi. Le verdure da includere sono le seguenti:

  • Crucifere (cavoli, cavolfiore, broccoli, verza, ecc.).
  • Sedano.
  • Lattuga.
  • Fagiolini.
  • Cipolle.
  • Spinaci.
  • Zucchine.
  • Peperoni.
  • Avocado.

Nella preparazione di questi alimenti è importante evitare, come per le carni, le pastelle, l’impanatura e la frittura. La cottura ideale è alla griglia o al vapore. Qualora si opti per la bollitura, si consiglia di non scartare l’acqua di cottura per non perdere le vitamine idrosolubili.

Per saperne di più: Vitamine del gruppo B: in quali cibi si trovano?

Cibi grassi

Tra gli alimenti consentiti nella dieta chetogenica troviamo anche i grassi, che forniscono acidi omega-3 e 6, necessari per il corretto funzionamento dell’organismo.

I primi hanno calmano l’infiammazione sistemica. In seguito a ciò, l’assunzione regolare di questi nutrienti riduce il rischio di patologie cardiovascolari, secondo quanto affermato in uno studio pubblicato sulla rivista American Family Physiciane. Quando parliamo di alimenti grassi, ci riferiamo a:

  • Oli vegetali.
  • Frutti oleosi (avocado).
  • Frutta secca.

Questi prodotti devono essere sempre consumati crudi al fine di mantenerne intatti i valori nutrizionali. Sottoporre i lipidi alle alte temperature aumenta la produzione di acidi grassi trans. Secondo la letteratura scientifica, queste sostanze hanno capacità infiammatorie dannose per l’organismo.

Bevande consentite nella dieta chetogenica

Quando si parla della dieta chetogenica, è importante prestare attenzione anche all’elenco delle bevande consentite. L’acqua è sempre la scelta prioritaria. L’ideale è consumarla naturale, anche se occasionalmente si può scegliere quella gassata.

Sono consentiti sia il caffè sia il tè, ma non si deve aggiungere zucchero né dolcificanti artificiali per evitare di generare stress pancreatico. È possibile aggiungere un po’ di latte.

Nella dieta chetogenica è consentita l’assunzione sporadica di piccole quantità di alcool. Ciononostante, gli esperti lo sconsigliano, poiché nuoce alla salute in vari modi.

Alimenti consentiti nella dieta chetogenica in un piatto.
Un piatto nella dieta chetogenica può includere pesce e verdure.

Esempio di menu con alimenti consentiti nella dieta chetogenica

Vi presentiamo un esempio di menu con alimenti permessi nella dieta chetogenica così che possiate imparare a prepararlo da soli.

Prima colazione

  • Tazza di kefir con semi e frutta secca.
  • 2 uova strapazzate con 1/2 tazza di lamponi.

Pranzo

  • Cosce di pollo al forno con broccoli e peperoni.
  • Salmone alla griglia con asparagi e avocado.

Spuntino

  • Yogurt con semi di lino e pezzi di ananas.
  • Involtini di tacchino e formaggio.

Cena

  • Branzino al forno con insalata verde.
  • Costoletta di maiale arrosto con avocado e cavolfiore.

Introdurre una varietà di alimenti nella dieta chetogenica

È possibile proporre una dieta chetogenica molto varia pur rispettando le necessarie restrizioni. In caso di dubbi, si consiglia di consultare il nutrizionista che saprà fornire indicazioni precise e personalizzate.

Bsogna ricordare che la dieta chetogenica non è un piano adatto a tutti. Alcune persone trovano difficoltoso aderire a questo modello alimentare o presentano patologie che condizionano il loro stato generale, motivo per cui dovranno astenersi dal seguire regimi restrittivi.

  • Wolfe RR., Cifelli AM., Kostas G., Kim IY., Optimizing protein intake in adults: interpretation and application of the recommended dietary allowance compared with the acceptable macronutrient distribution range. Adv Nutr, 2017. 8 (2): 266-275.
  • Stec AA., Dickens KE., Salden M., Hewitt FE., et al., Occupational exposure to polycyclic aromatic hydrocarbons and elevated cancer incidence in firefighters. Sci Rep, 2018.
  • Horst KWT., Serlie MJ., Fructose consumption, lipogenesis, and non alcoholic fatty liver disease. Nutrients, 2017. ç
  • Rogers TS., Seehusen DA., Omega 3 fatty acids and cardiovascular disease. Am Fam Physician, 2018. 97 (9): 562-564.
  • Ahmed SH., Kharroubi W., Kaoubaa N., Zarrouk A., et al., Correlation of trans fatty acids with the severity of coronary artery disease lesions. Lipids Health Dis, 2018.
  • Braillon A., Alcohol: cardiovascular disease and cancer. J Am Coll Cardiol, 2018. 71 (5): 582-583.
  • Hernández Alcántara, Gloria, Arturo Jiménez Cruz, and Montserrat Bacardí Gascón. “Efecto de las dietas bajas en carbohidratos sobre la pérdida de peso y hemoglobina glucosilada en personas con diabetes tipo 2: revisión sistemática.” Nutrición Hospitalaria 32.5 (2015): 1960-1966.
  • da Cunha Vaz, Inês Dias. “Dieta Cetogénica e Resistência à insulina.” (2019).
  • Covarrubias Gutiérrez, P., M. Aburto Galván, and L. F. Sámano Orozco. “Dietas cetogénicas en el tratamiento del sobrepeso y la obesidad.” Nutrición Clínica y Dietética y Hospitalaria 33.2 (2013): 98-111.
  • Espinoza, C. “Dieta cetogénica en pediatría.” Sanjurjo, P, Baldellou, A. Diagnóstico y Tratamiento de Enfermedades Metabólicas Hereditarias. 3a ed. Madrid: Ergón. C/arboleda 1 (2010): 265-273.