Alimenti invernali con cui perdere peso

22 Marzo 2021
Anche se questi alimenti possono aiutare a dimagrire, è fondamentale includerli in una dieta equilibrata e unirli all'attività fisica per ottenere migliori risultati.

Vi siete mai chiesto se esistano alimenti invernali che aiutano a perdere peso? Non è così raro chiederselo, visto che molte persone ci tengono a restare in forma anche nella stagione fredda.

In inverno, uscire per fare una passeggiata o per andare a correre o allenarsi può diventare complicato per diversi motivi. Tuttavia, l’assenza di motivazione (che manca a causa del clima) è un aspetto comune a molti. Inoltre, in questa stagione la nostra dispensa è colma di prodotti molto grassi.

Quella tazza di cioccolato caldo può aiutare a riscaldarsi e a concedersi un piccolo piacere invernale, ma quando invece di berla una volta ogni tanto, diventa un’abitudine, la cosa cambia. Il cioccolato, l’assenza di attività fisica regolare e altri aspetti, possono favorire l’aumento di peso.

Alimenti invernali che aiutano a perdere peso

Per aiutarvi a evitare quell’aumento di peso dovuto a tutti i fattori menzionati, tipici dei mesi più freddi, a seguire stiamo per presentarvi 4 alimenti invernali utili a perdere peso in salute, se inclusi nella nostra dieta. Prendete nota!

1. Frutta secca

Ciotola di frutta fresca.

Essendo un cibo calorico, si pensa spesso che ci faccia ingrassare, invece di favorire il dimagrimento.

Questa convinzione, tuttavia, è erronea, poiché ci apporta l’energia di cui abbiamo bisogno per mantenere la temperatura corporea.

Inoltre, è un tipo alimento ricco di acidi grassi molto sani, i quali aiutano a combattere il colesterolo.

Apporta antiossidanti e fitosteroli, nutrienti importanti per prevenire le malattie relazionate al sovrappeso, tra cui patologie coronariche o colesterolo alto.

D’altra parte, offre vitamine e minerali in abbondanza, donandoci un maggiore apporto nutrizionale.

Questo non significa, tuttavia, che possiamo consumare frutta secca in eccesso: un pugno (50 g) è sufficiente. La frutta secca è ideale soprattutto prima di fare sport.

2. Avena

Se volete fare colazione con qualcosa di caldo per combattere il freddo e che, inoltre, aiuti a dimagrire, l’avena è l’opzione ideale, proprio grazie al suo elevato contenuto di fibre.

L’avena, infatti, ha un potente effetto saziante, superiore rispetto a qualsiasi altro cereale presente in commercio.

Alcune ricerche, inoltre, sostengono che il consumo di avena a colazione ci porta a mangiare meno durante i pasti successivi. Evidentemente, questo ci aiuta a perdere gradualmente peso.

Favorisce anche lo sviluppo dei batteri sani nel microbiota dell’intestino e influisce sull’accumulo di grasso da parte dell’organismo grazie al suo alto contenuto di fibre prebiotiche.

Infine, l’avena è un alimento molto completo, ricco di zinco, fosforo, fibre e vitamine B1.

Per saperne di più: Cibi che migliorano l’umore

 3. Tè verde

Tazza di te verde.

Ideale per iniziare le fredde giornate invernali con una bevanda calda e deliziosa. Offre numerosi benefici, tra cui una potente azione diuretica, motivo per il quale è sempre presente nelle diete.

Bere una tazza di tè verde al giorno, inoltre, riduce l’appetito.

  • È ricco di antiossidanti, soprattutto catechine. Il suo contenuto di caffeina, inoltre, lo rende un ottimo eccitante.
  • Questi due composti agiscono insieme attivando la funzione metabolica dell’organismo.Ciò favorisce il meccanismo di lipolisi (la scissione delle riserve di grasso).
  • Il tè verde aiuta anche a dimagrire, sebbene questo effetto non sia così significativo da essere preso in considerazione da un punto di vista clinico.

Consultate questo articolo: Rimedio al tè verde per eliminare l’acne  

4. Melagrana

La melagrana presenta molteplici proprietà. Dobbiamo ricordare che ha un potenziale antinfiammatorio e antiossidante. Inoltre, è un frutto ricco di minerali (fosforo, ferro, potassio e magnesio), fondamentali per prevenire i temuti raffreddori invernali.

  • Un altro aspetto positivo di questo frutto è che è costituito per l’85% da acqua. Non possiamo dimenticare che gli alimenti con maggiore quantità d’acqua saziano di più.
  • In genere apportano anche meno calorie rispetto agli altri. La melagrana ci fornisce 68 calorie per ogni 100 grammi.

Potete aggiungerla alle insalate e mangiarla insieme all’avena, per dare un tocco più naturale al vostro pasto.

Per perdere peso in inverno, ci vogliono delle sane abitudini

Allenarsi in inverno.

In inverno, per perdere peso in salute, l’ideale è fare affidamento su delle buone abitudini di vita quotidiana, e non solo su degli alimenti in particolare.

Ricordiamo che se c’è un qualcosa che il corpo premia, è il fatto di aver ricevuto ciò di cui ha bisogno per mantenersi in salute e in equilibrio. E l’attività fisica, a questo scopo, è fondamentale.

D’altra parte, dobbiamo tenere a mente che, se non sappiamo quale dieta seguire per raggiungere il nostro obiettivo, il consiglio è rivolgersi a un nutrizionista.

Institut Danone., C., & Pérez-Vicente, A. (2004). Alimentación nutrición y salud. Instituto Danone. Retrieved from https://digital.csic.es/handle/10261/17946
Martínez Sámano, J., Torres Durán, P. V., & Juárez Oropeza, M. A. (2013). Revista de la Facultad de Medicina de la Unam. Revista de la Facultad de Medicina (México) (Vol. 56). AMERBAC. Retrieved from http://www.scielo.org.mx/scielo.php?pid=S0026-17422013000500002&;script=sci_arttext
Peterson, J., Dwyer, J., Jacques, P., Rand, W., Prior, R., & Chui, K. (2004). Tea variety and brewing techniques influence flavonoid content of black tea. Journal of Food Composition and Analysis, 17(3–4), 397–405. https://doi.org/10.1016/j.jfca.2004.03.022
Valenzuela B., A. (2004). EL CONSUMO TE Y LA SALUD: CARACTERÍSTICAS Y PROPIEDADES BENEFICAS DE ESTA BEBIDA MILENARIA. Revista Chilena de Nutrición, 31(2), 72–82. https://doi.org/10.4067/s0717-75182004000200001
A. Parnell, J., & A. Reimer, R. (2012). Prebiotic fiber modulation of the gut microbiota improves risk factors for obesity and the metabolic syndrome. Gut Microbes, 3(1), 29–34. https://doi.org/10.4161/gmic.19246
Valeur, J., Puaschitz, N. G., Midtvedt, T., & Berstad, A. (2016). Oatmeal porridge: impact on microflora-associated characteristics in healthy subjects. British Journal of Nutrition, 115(01), 62–67. https://doi.org/10.1017/S0007114515004213
Geliebter, A., Grillot, C. L., Aviram-Friedman, R., Haq, S., Yahav, E., & Hashim, S. A. (2015). Effects of Oatmeal and Corn Flakes Cereal Breakfasts on Satiety, Gastric Emptying, Glucose, and Appetite-Related Hormones. Annals of Nutrition and Metabolism, 66(2–3), 93–103. https://doi.org/10.1159/000365933
Gunnars, K. (2016). Omega-3 Fatty Acids — The Ultimate Beginner’s Guide. Retrieved October 12, 2018, from https://www.healthline.com/nutrition/omega-3-guide
What Are Omega-3 Fatty Acids? Explained in Human Terms. (2015). Retrieved October 12, 2018, from https://www.healthline.com/nutrition/what-are-omega-3-fatty-acids
Acidos Grasos Omega 6: MedlinePlus suplementos. (n.d.). Retrieved October 12, 2018, from https://medlineplus.gov/spanish/druginfo/natural/496.html
Ácidos grasos Omega 3: MedlinePlus medicinas. (n.d.). Retrieved October 12, 2018, from https://medlineplus.gov/spanish/druginfo/meds/a607065-es.html
López, M. T. (2017). ¿Puedo tomar frutos secos si hago dieta? Retrieved October 12, 2018, from https://www.sabervivirtv.com/consultas/nutricion/puedo-tomar-frutos-secos-hago-dieta_383
Murad, S. (n.d.). Acidos grasos Omega 6. La reducción del colesterol en forma natural. Retrieved October 12, 2018, from https://www.zonadiet.com/alimentacion/omega6.htm