7 buone ragioni per inserire la guanabana nella dieta

· 28 Luglio 2018
Grazie al suo apporto di calcio, fosforo e altri nutrienti, la guanabana è un frutto molto raccomandato per le donne, così come per le persone anziane e i bambini.

La guanabana, conosciuta anche come graviola, è uno dei frutti tropicali considerati, in campo medico, come valido supporto a svariati aspetti della salute.

Contiene alte quantità di vitamine, sali minerali e antiossidanti, che rafforzano il sistema immunitario e proteggono le cellule.

Inoltre, è ricca di fibre e aminoacidi essenziali, che contribuiscono a migliorare la salute digestiva, metabolica e cardiovascolare.

E, anche se non è molto utilizzata in cucina a causa del sapore particolare, è bene sapere che il suo consumo apporta grandi benefici all’organismo.

Scoprite 7 interessanti motivi per aggiungere la guanabana nella vostra dieta.

1. La guanabana aumenta le energie

Donna al mare

Il consumo regolare di guanabana è indicato contro la stanchezza mattutina, la fatica e i disturbi provocati dai bassi livelli di energia.

  • Contiene infatti una elevata quantità di fruttosio, varietà di zucchero naturale che funziona come “combustibile” per le cellule.
  • Apporta, inoltre, vitamine e minerali che migliorano la circolazione sanguigna a il processo di ossigenazione ottimale.
  • Infine, grazie ai carboidrati complessi, attiva il metabolismo e favorisce la salute fisica e mentale.

2. Protegge il sistema nervoso

La guanabana è una fonte importante di acido folico, vitamina E e sali minerali essenziali, con effetti positivi sul sistema nervoso.

  • Il contenuto di vitamine del complesso B migliora la circolazione del sangue e aiuta a controllare gli squilibri nervosi.
  • Contiene vitamina b2, necessaria soprattutto per rilassare i nervi e migliorare le funzioni cognitive.
  • Aiuta a controllare la produzione degli ormoni dello stress e promuove il benessere.

Leggete anche: Succo di guanabana: 10 proprietà

3. Rafforza le ossa

Persone sul tapis roulant

Per il contenuto di calcio, fosforo e vitamine del complesso B, la guanabana è inoltre consigliata per le donne, i bambini e gli anziani.

  • L’assorbimento di questi minerali aiuta a rafforzare le ossa.
  • E’ ideale per le fasi di crescita ossea, e inoltre per prevenire il deterioramento causato dall’età.

4. Migliora la digestione

Da diversi anni il consumo di guanabana è consigliato come soluzione naturale per alleviare la digestione lenta e la stitichezza.

  • Contiene alte quantità di fibra, un nutriente che facilita la motilità intestinale e l’eliminazione delle tossine.
  • Gli effetti probiotici aiutano a rafforzare la flora intestinale, prevenendo i disturbi digestivi e le infezioni.
  • Migliora anche l’assorbimento dei nutrienti e aiuta la digestione delle proteine e dei grassi.

5. Previene l’ipertensione

Misurazione ipertensione

I pazienti a rischio di ipertensione arteriosa possono avere benefici dal consumo regolare di guanabana.

  • La fibra riduce l’accumulo di colesterolo nelle arterie.
  • Fornisce anche potassio e magnesio, due minerali che aiutano a regolare i livelli di sodio, evitando la ritenzione idrica.
  • Migliora la circolazione del sangue e l’elasticità alle arterie.

6. Combatte il dolore

In aggiunta, il succo naturale di questo frutto ha effetti analgesici e antinfiammatori utili al trattamento del dolore.

  • E’ consigliata contro le cefalee e la tensione muscolare, dato che migliora la circolazione e allevia il dolore.
  • E’ anche utile contro le coliche e gli spasmi muscolari, per l’effetto antispasmodio. 
  • Il consumo regolare aiuta a ridurre il rischio di artrite, lesioni muscolari e altri disturbi cronici.

Può interessarvi anche: Calmare il dolore con zenzero e olio d’oliva

7. Rafforza le difese

Sistema immunitario

I nutrienti contenuti in questo frutto aiutano a mantenere il sistema immunitario forte e attivo.

  • Una porzione di 100 grammi fornisce fino a 20 mg di vitamina C, che favorisce la produzione di anticorpi.
  • Contiene ferro, acido folico e magnesio, necessari per le difese.
  • E’ consigliata per prevenire e curare vari tipi di infezioni.

Come avete letto, esistono diversi motivi per integrare questo alimento nella vostra alimentazione.

Mangiatela da sola, come succo o ingrediente per i dolci, le insalate e i frullati.

  • Botero, M., Ricaurte, S., Monsalve, C., & Rojano, B. (2007). Capacidad reductora de 15 frutas tropicales. Scientia et Technica Año XIII.
  • Marín Gijón, M. (2012). Riboflavina: Vitamina B2. MoleQla: Revista de Ciencias de La Universidad Pablo de Olavide.
  • Muñoz Durango, K., Bravo Muñoz, K. E., Zapata Ocampo, P., & Londoño Londoño, J. (2007). Caracterización preliminar del enzima polifenol oxidasa en frutas tropicales: implicaciones en su proceso de industrialización. Scientia et Technica. https://doi.org/10.1021/jp808597v