Chips di batata piccanti: uno snack che adorerete

Patata dolce, patata americana o batata: un alimento economico e dalle mille possibilità. Le chips piccanti sono un modo divertente e sano per mangiarla più spesso.
Chips di batata piccanti: uno snack che adorerete

Ultimo aggiornamento: 26 settembre, 2021

Le chips di batata piccanti sono un ottimo sostituto delle patatine fritte. Accompagnano a meraviglia gli spuntini, gli aperitivi o il classico hamburger.

La patata dolce è un tubero autunnale, di solito si prepara arrosto per goderne la dolcezza e la consistenza cremosa. Ma come dimostra questa ricetta, esistono più modi per prepararla e per introdurla nella dieta.

Le chips di batata sono originali, a partire dal colore. Possono facilmente sostituire le patatine fritte, si cuociono al forno o in padella e il condimento finale apre un mondo di possibilità.

Le proprietà della batata o patata dolce

La patata dolce (Ipomea batata) è originaria dell’America Latina, dove veniva consumata già in epoca precolombiana. Da lì è entrata in Europa e oggi è conosciuta ovunque.

Arrosto, in purè, fritta, tostata come il pane o base per cucinare i brownies. Basta dare uno sguardo a internet per vedere come è stato innovato l’utilizzo della batata. Ma in più, è un alimento sano con notevoli benefici. 

Gran parte della sua composizione nutritiva è costituita da acqua. Spiccano, a seguire, i carboidrati complessi (l’amido) e le fibre. L’apporto di grassi e proteine è esiguo, sebbene la patata dolce contenga metionina, un amminoacido essenziale in genere scarso negli alimenti vegetali. 

Il colore arancione rivela la presenza di betacaroteni che agiscono come precursori della vitamina A. Contiene altre vitamine (come la C e alcune del gruppo B) e minerali come rame, ferro, potassio e manganese.

Effetto antiossidante

I radicali liberi sono legati alla comparsa di problemi di salute come le malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro. Più vivido è il colore della patata dolce (arancione, rossa o viola), più beta-carotene e pigmenti antiossidanti contiene.

Fonte di energia a lunga durata

Grazie al suo notevole apporto di carboidrati a lento assorbimento, è una fonte di energia a medio termine. Come tale, è adatta a supportare la crescita dei bambini e le esigenze di studenti, atleti o convalescenti.

Patata dolce arrosto.
La batata ha una sorprendente versatilità: sono numerose le ricette che la vedono protagonista.

Precursore della vitamina A

La principale forma attiva della vitamina A è il retinolo, che si trova solo negli alimenti di origine animale. Ma alcune verdure forniscono caroteni che il corpo trasforma in retinolo con stessa attività ed efficienza.

La vitamina A è importante per la salute della vista e per prevenire fenomeni come la cecità notturna. Inoltre, è necessaria perché mantiene tessuti e pelle sani.

Migliore salute dell’intestino

La batata favorisce la regolazione del transito intestinale attraverso le sue fibre. La parte che non viene digerita raggiunge intatta il colon, per essere degradata dai batteri intestinali con produzione di acidi grassi a catena corta.

Inoltre, il consumo di fibre è associato a una minore incidenza di malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro.

Protezione dal diabete di tipo 2

Alcuni studi collegano il consumo di patate dolci con una migliore regolazione della glicemia nei diabetici di tipo 2. Tuttavia, al momento non ci sono prove tali da avvalorare un loro utilizzo nel trattamento dietetico e nel controllo di questa malattia.

Chips di batata: come prepararle?

Ora che conosciamo i benefici della batata, passiamo alla prima ricetta, la versione più sana.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1/4 di cucchiaino di peperoncino di Cayenna
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave
  • 3 batate grandi
  • sale e pepe

Preparazione

  1. Prima di iniziare, preriscaldate il forno a 230 gradi. Ricoprite una teglia con della carta forno.
  2. Lavate, sbucciate e tagliate le batate a fette piuttosto spesse. Disponetele sulla teglia. 
  3. Mescolate l’olio, lo sciroppo d’agave e il peperoncino di Cayenna in una ciotolina. Spennellate le fettine con questo condimento, avendo cura di lasciarne un po’ da parte.
  4. Mettete in forno per 8 minuti. Trascorso questo tempo, girate le chips e spennellatele nuovamente con il condimento avanzato. Rimettete in forno per altri 7 o 8 minuti, fino a raggiungere il punto di cottura ideale: tenere dentro e croccanti fuori. 
  5. Le patatine sono pronte per essere servite. 

Chips di batata fritte

Andiamo con la seconda versione di questa ricetta che prevede un’altra cottura e altri ingredienti.

Ingredienti

  • 500 grammi di batata
  • 2 cucchiaini di origano
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaio di paprika piccante
  • 1 cucchiaino di paprika affumicata
  • sale
  • 1/2 cucchiaino di pepe bianco e 1/2 di zenzero in polvere
  • olio d’oliva

Preparazione

  1. Pelate e tagliate le patate dolci a fettine molto sottili. Per fare questo è consigliabile utilizzare una mandolina, in modo da ottenere un taglio perfetto.
  2. Scaldate l’olio in una padella o nella friggitrice e non appena diventa caldo friggete le patatine. 
  3. Nel frattempo, preparate il mix di spezie per il condimento. Se avete il mortaio, utilizzatelo per tritare e amalgamare tutti gli ingredienti.  
  4. Quando la patata dolce è al punto di croccantezza desiderato, togliete dal fuoco. Eliminate l’olio in eccesso con la carta cucina e condite a piacere con le spezie. 
  5. Prima di consumarle, lasciatele raffreddare.
Chips di batata piccanti e limone.
Le chips di patata dolci sostituiscono bene snack meno sani, soprattutto se cotte in forno.

Chips di batata piccanti: qualche consiglio in più

In entrambe le versioni, le chips di batata piccanti sono semplici e veloci da preparare. Basta tagliare, cuocere e condire. Pochi ingredienti e pochi utensili.

Quando scegliete la batata, fate attenzione a che non abbia ammaccature e sia soda al tatto. Si conserva bene in ambiente fresco e buio e non ha bisogno di essere refrigerata.

Per la cottura, è preferibile utilizzare olio extravergine di oliva, poiché resiste meglio alle alte temperature. È necessario però assicurarsi che non fumi o bruci e si sconsiglia di riutilizzarlo.

Usate una mandolina per ottenere delle fettine perfette. Se invece non ne avete una, basta un coltello ben affilato e un po’ più di pazienza.

Le chips di batata sono uno spuntino diverso da mangiare così come sono o accompagnate da una salsa (hummus, babaganoush o salsa allo yogurt greco ). Possono anche accompagnare piatti di carne o pesce o dare un tocco croccante all’insalata.

La patata dolce è un alimento di facile digeribilità e dal gusto gradevole. La maggior parte delle persone lo tollera bene e può essere introdotta nella dieta senza problemi. È solo necessario fare attenzione se soffrite di calcoli renali o avete la tendenza a formarli, a causa del suo alto contenuto di ossalati.

Potrebbe interessarti ...
Snack per aiutarvi a dimagrire: 5 deliziose ricette
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Snack per aiutarvi a dimagrire: 5 deliziose ricette

Se il vostro obbiettivo è quello di dimagrire, sicuramente starete cercando le migliori opzioni per snack salutari. Ecco qualche ricetta gustosa!



  • Casal S, et al. Olive oil stability under deep-frying conditions. Food and chemical toxicology. Octubre 2010. 48 (19):2972-2979.
  • Cusumano C, Zamudio N. Manual técnico para el cultivo de batata (camote o boniato) en la provincia de Tucumán (Argentina). Programa Nacional hortalizas, flores y aromáticas. 2013.
  • Lattimer JM, Haub MD. Effects of dietary fiber and its components on metabolic health. Nutrients. Diciembre 2010. 2(12):1266-1289.
  • Noonan S.C, Savage G. P. Oxalate content of foods and its effect on humans. Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition. Marzo 1999. 8(1):64-74.
  • Office of Dietary Supplements. Vitamin A. National Institutes of Health. Febrero 2020.
  • Peng Ooi Ch, Seng Cheong L. Sweet potato for type 2 diabetes mellitus. The Cochrane database of systematic reviews. Septiembre 2013. 2013(9):CD009128. 2015. 135(1):67-76.
  • SEDCA (Sociedad Española de Dietética y Ciencias de la Alimentación). Vitamina A. Junio 2019.
  • Sugiura M. [β-Cryptoxanthin and the risk for lifestyle-related disease: findings from recent nutritional epidemiologic studies]. Journal of the Pharmaceutical Society of Japan. 2015. 135(1):67-76.
  • Tanaka M, et al. Functional components in sweetpotato and their genetic improvement. Japanese Society Of Breeding. Enero 2017. 67(1): 52–61.
  • Topping D.L, Clifton P.M. Short-chain fatty acids and human colonic function: roles of resistant starch and nonstarch polysaccharides. Physiological reviews. Julio 2001. 81(3):1031-64.