Combattere la ritenzione idrica in una settimana

· 6 aprile 2015
Combattere la ritenzione idrica in una settimana con una dieta adeguata è possibile. Basta seguire alcuni accorgimenti e cercare di rispettarla al meglio.

Non è impossibile combattere la ritenzione idrica. Solo chi ne soffre sa quanto possa diventare fastidiosa e le conseguenze che ha sulla qualità di vita. Generalmente, tendiamo a sopportarla, ma in alcuni momenti diventa ancora più insopportabile per colpa di caldo, ritmo di vita, sbalzi ormonali, un’alimentazione sbagliata.

In questo articolo vi proponiamo un programma intensivo e molto efficace per ridurre la ritenzione idrica in una settimana. Presto noterete dei risultati incredibili.

Si tratta di una dieta molto efficace proprio perché si basa interamente su una terapia per eliminare i liquidi in modo naturale. Dunque non dovete quindi preoccuparvi di eventuali effetti collaterali. Ne trarrete tutti i benefici e vi sentirete subito meglio.

Non è una dieta miracolosa

Questo programma di una settimana ha l’obbiettivo di eliminare l’eccesso di liquidi dall’organismo grazie a una dieta basata su cibi e integratori che regoleranno il vostro corpo in modo naturale, senza effetti dannosi per la salute. Durante questi sette giorni, dovrete però rispettare la dieta senza sgarrare se desiderate ottenere dei risultati in così poco tempo.

Se alla fine della settimana vi sentirete leggeri e pieni di vitalità, potete continuare con alcuni dei nostri consigli proposti. Dunque potrete sfruttare i benefici della dieta più a lungo.

Questa dieta non ha l’obbiettivo di far perdere peso o ridurre la massa grassa, è dedicata esclusivamente alla ritenzione idrica.

Scoprite: 10 consigli per evitare la ritenzione idrica

Dieta per combattere la ritenzione idrica

A digiuno

Il momento della giornata in cui il nostro corpo trae maggiori benefici da qualsiasi rimedio naturale è appena ci alziamo. La chiave del programma di questa settimana, e magari anche della prossima, è bere dai 2 ai 4 bicchieri di acqua tiepida a digiuno tutte le mattine. All’inizio sarà un po’ dura, ma non è necessario affrettare i tempi, e potete anche aggiungere un po’ di succo di limone se preferite.

Prima di fare colazione dovete aspettare 30-40 minuti.

A colazione

Le colazioni per questa settimana sono davvero deliziose e piaceranno a tutti:

  • Un frutto a scelta tra pera, mela o pompelmo.
  • Avena in fiocchi con frutta, frutti secchi e yogurt o una fetta di pane integrale tostato senza sale da accompagnare con alcuni dei seguenti ingredienti: avocado, tahina, formaggio fresco o frittata.
  • Un tè verde o un infuso di equiseto.

A metà mattinata potete mangiare un frutto, un tè verde o un infuso di equiseto.

Combattere la ritenzione a colazioneA pranzo

Per combattere la ritenzione come primo mangerete sempre una zuppa oppure una vellutata di cipolle fatta in casa. Per secondo, invece, assumerete una combinazione di carboidrati e proteine. Potete scegliere un alimento da ognuno dei due seguenti gruppi:

  • Porzione di carboidrati: insalata, riso integrale o riso basmati, pane integrale o pasta integrale.
  • Porzione di proteine: carne bianca, pesce, uova o legumi.

Evitate l’uso del sale raffinato e optate invece per una piccola quantità di sale marino o di acqua di mare. Potete anche condire i pasti con spezie, limone e aceto per evitare un uso eccessivo del sale, ma non consumare dei piatti insipidi.

Concludete il pasto con una mela oppure una pera, crude o al forno, come dessert.

Combattere la ritenzione - Zuppa di cipolla

Leggete: Come sapere se soffriamo di ritenzione idrica?

A cena

In questi sette giorni per combattere la ritenzione, a cena mangerete come primo una vellutata di verdure e un secondo ricco di proteine (uova, pesce, carne bianca, formaggio fresco o frutti secchi).

La chiave della cena è la vellutata di verdure, che deve includere tutte o alcune delle seguenti verdure:

  • Sedano: è una delle verdure con maggiori proprietà diuretiche e donerà inoltre un sapore delicato alla vostra zuppa. Per averlo sempre a disposizione, potete tagliarlo a pezzetti e congelarlo, anche se i benefici saranno maggiori se usate del sedano crudo e biologico.
  • Cipolla: si tratta di un potentissimo diuretico che ci aiuta a ripulire i reni. Il suo sapore, inoltre, ci permette di aggiungerla a qualsiasi zuppa o vellutata.
  • Lattuga: ha grandi proprietà diuretiche, ma è anche ottima per regolare il sistema nervoso, il che rende questa vellutata un cena perfetta, poiché vi aiuterà a rilassarvi prima di andare a dormire.

Condite la vostra vellutata con dell’olio extra vergine d’oliva e con un filo di acqua di mare.

L’acqua di mare non è paragonabile al sale, poiché regola i liquidi presenti nel nostro organismo. Dovete però ricordare che può avere un effetto lassativo, a seconda della quantità ingerita.

Cmbattere la ritenzione - Vellutata di lattuga

Immagini per gentile concessione di abbyladybug, lablascovegmenu e shashinjutsu.

Guarda anche