Come controllare il colesterolo alto in modo naturale

26 Febbraio 2019

Il colesterolo è un grasso, o lipide, che si trova in forma naturale nel nostro corpo  e di cui l’organismo ha bisogno per poter portare a termine molte delle sue funzioni vitali in modo adeguato.

Questa sostanza è presente nel cervello, nel fegato, nei nervi, nel sangue e nella bile, tanto nelle persone che negli animali. Per questa ragione gli esperti consigliano di evitare il consumo di alimenti di origine animale quando si ha bisogno di ridurre i livelli di colesterolo.

Il fegato genera la maggior parte del colesterolo, mentre l’altra parte viene ingerita attraverso l’alimentazione. Quello costituito da lipoproteine a bassa densità è quello che viene conosciuto come colesterolo cattivo LDL, il responsabile dell’ostruzione delle arterie, dal momento che si deposita sulle pareti arteriose provocando seri problemi cardiovascolari e altre malattie.

Quello, invece, di cui ha bisogno il nostro organismo è conosciuto come colesterolo buono HDL, costituito da lipoproteine ad alta densità, che aiuta a rimandare al fegato il colesterolo cattivo che ostruisce le arterie, così da poterlo eliminare in seguito.

Sebbene possa essere generato da diversi disturbi o da fattori genetici, nella maggior parte delle persone di solito aumenta a causa di una scorretta alimentazione e di uno stile di vita sedentario. È per questo motivo che per prevenire e tenere sotto controllo il colesterolo alto è importante modificare alcune abitudini di vita e alimentari.

Alimenti per controllare il colesterolo alto

Come detto in precedenza, l’alimentazione riveste un ruolo molto importante nella prevenzione e nel controllo del colesterolo alto, dal momento che un’alimentazione sana può aiutare a eliminare le lipoproteine LDL, aumentando i livelli di HDL. A seguire vi presentiamo i migliori alimenti per tenere sotto controllo il colesterolo.

Fibre

il consumo di fibre è fondamentale per controllare il colesterolo alto

Il consumo di fibre vegetali, in particolare la fibra solubile, è fondamentale per tenere sotto controllo il colesterolo alto, perché queste si uniscono ai grassi e favoriscono la loro eliminazione attraverso le feci.

Questo tipo di fibre è presente in alimenti come i legumi, l’avena, l’orzo e la frutta come la mela. I più consigliati per ridurre il colesterolo sono la crusca d’avena e il riso integrale.

Leggete anche: Alimenti ricchi di fibre che aiutano a perdere peso

Pesce

Gli esperti consigliano di mangiare pesce almeno due volte alla settimana, perché si tratta di un alimento ricco di acidi grassi omega 3, che consentono di sciogliere il colesterolo cattivo e i trigliceridi nel sangue.

Naturalmente ci sono altri alimenti che contengono acidi omega 3, ma il pesce è uno dei più ricchi. Vi consigliamo il salmone, il tonno, lo sgombro, le sardine, le aringhe e la trota.

Olio d’oliva

olio d'oliva

L’olio d’oliva può aiutare a sciogliere il colesterolo cattivo LDL senza modificare i livelli di HDL. Gli esperti consigliano di consumare due cucchiai di olio d’oliva al giorno.

Succhi di frutta e di verdura

I succhi naturali di frutta e verdura bevuti a metà mattinata o per merenda possono aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo. Possono essere preparati con frutta e verdura insieme, solo con frutta oppure come preferite. L’importante è berli freschi e preferibilmente senza zuccheri aggiunti.

Proteine di soia

Consumer Reports suggerisce che se si consumano 25 grammi di proteine di soia ogni giorno si può ridurre il livello di LDL fino a un 10%. Questa quantità è l’equivalente di due o tre porzioni di alimenti come il latte di soia, i fagioli di soia e il tofu.

Frutta secca e cereali integrali

frutta secca

La frutta secca e i cereali integrali contengono un ingrediente che inibisce l’assorbimento del colesterolo dagli alimenti. Si consiglia di mangiarne ogni giorno tre porzioni, per un totale di 50 grammi.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Frutta secca: le proprietà dei 10 migliori tipi

Abitudini salutari per tenere sotto controllo il colesterolo alto

Anche le abitudini sono molto importanti, quando si tratta di tenere sotto controllo e prevenire le lipoproteine LDL. Conducendo uno stile di vita salutare non solo si evita il colesterolo cattivo, ma si migliora anche la propria qualità della vita.

Dite addio alle sigarette

Il consumo di tabacco diminuisce i livelli di HDL, aumentando il rischio della formazione di coaguli nel sangue. I fumatori, di solito, presentano problemi gravi come aterosclerosi, attacchi cardiaci e danni cerebrovascolari.

Evitate il consumo eccessivo di alcol

il consumo eccessivo di alcol predispone a soffrire di malattie cardiovascolari

L’eccesso di alcol aumenta i livelli di trigliceridi nel sangue e fa sì che il consumatore sia più predisposto a soffrire di malattie cardiovascolari. Chi beve moderatamente presenta un minor rischio di soffrire di questi problemi.

Praticate attività fisica

Praticare attività fisica con regolarità aiuta ad aumentare i livelli di HDL e a favorire l’eliminazione di LDL. Gli esperti consigliano di fare almeno 30 minuti giornalieri di esercizi, cinque giorni alla settimana. Ovviamente chi seguirà una routine anche più intensa otterrà maggiori benefici.

Eliminate il cibo spazzatura

Il consumo di cibo spazzatura aumenta inevitabilmente i livelli di LDL nel sangue. Bisogna dunque evitare il consumo di patatine fritte, hamburger, alimenti fritti o impanati, insaccati, carni grasse, oli o di qualsiasi alimento ad alto contenuto di grassi saturi e trans.

  • National Cholesterol Education Program. (2001). Third Report of the National Cholesterol Education Program (NCEP) Expert Panel on Detection, Evaluation, and Treatment of High Blood Cholesterol in Adults (Adult Treatment Panel III). NIH Publication No. 01-3670. https://doi.org/10.1001/jama.285.19.2486
  • Orth, M., & Bellosta, S. (2012). Cholesterol: Its Regulation and Role in Central Nervous System Disorders. Cholesterol. https://doi.org/10.1155/2012/292598
  • McGrowder, D., Riley, C., Morrison, E. Y. S. A., & Gordon, L. (2011). The role of high-density lipoproteins in reducing the risk of vascular diseases, neurogenerative disorders, and cancer. Cholesterol. https://doi.org/10.1155/2011/496925