Come pulire un piano di cottura a induzione o in vetroceramica senza graffiarlo

Vuoi evitare di graffiare il piano cottura a induzione o in vetroceramica? Allora segui i consigli elencati in questo articolo.
Come pulire un piano di cottura a induzione o in vetroceramica senza graffiarlo

Ultimo aggiornamento: 10 agosto, 2023

Le cucine moderne sono cambiate negli ultimi anni: hanno assunto un look nuovo e più elegante. Sono anche diventate più efficienti dal punto di vista energetico.

In questo articolo vi daremo alcuni consigli su come pulire un piano di cottura a induzione o in vetroceramica senza graffiarlo. Infatti, i piani di cottura moderni sono molto belli esteticamente, ma non per questo sono esenti dall’accumulo di grasso e sporco. Volete lasciarli lucidi e senza graffi? Continuate a leggere!

Qual è la differenza tra un piano di cottura a induzione e uno in vetroceramica?

A prima vista, entrambi i tipi di piano di cottura sembrano uguali, ma in realtà sono molto diversi.

Mentre il piano di cottura in vetroceramica utilizza elementi riscaldanti elettrici per riscaldare la superficie, un piano di cottura a induzione utilizza un campo elettromagnetico.Questa differenza rende i piani di cottura a induzione più efficienti dal punto di vista energetico e più veloci nel trasferimento del calore. Tuttavia, non tutte le pentole possono essere utilizzate con questo sistema.

I piani di cottura a induzione sono più sicuri di quelli in vetroceramica, in quanto la superficie si riscalda solo quando vi si appoggia una pentola o una padella adatta.

Piano cottura in vetroceramica.
A differenza del piano cottura in vetroceramica, il sistema a induzione trasmette energia termica solo quando il materiale ricevente è magnetico.

Come pulire un piano cottura a induzione o in vetroceramica

Il modo migliore per pulire un piano cottura a induzione o in vetroceramica è pulirlo dopo ogni utilizzo. Questa manutenzione quotidiana contribuirà a mantenerlo lucido e liscio.

In questo modo, non solo eviterete l’accumulo di residui e macchie, ma contribuirete anche a un trasferimento di calore più efficiente, che si tradurrà in un risparmio energetico e in una cottura più rapida e uniforme. Per svolgere questo compito, non è necessario spendere molti soldi in prodotti di pulizia specializzati.

Con gli oggetti disponibili in casa, come aceto bianco, bicarbonato di sodio e un panno morbido, è possibile rimuovere grasso e residui senza graffiare la superficie. Scoprite i passaggi per ottenere una cucina splendente!

Fase 1: Eliminare il grasso dalla superficie del piano di cottura

Per rimuovere il grasso bruciato o i residui di cibo, agire quando la superficie del piano di cottura è ancora calda. Quindi, prendere un raschietto piatto e inclinarlo a 30 gradi per rimuovere lo sporco senza graffiare il vetro. Ripetere l’operazione se necessario.

Fase 2: Spruzzare una soluzione di aceto e bicarbonato di sodio

Una volta che la cucina è completamente fredda, spruzzare una soluzione di aceto e bicarbonato di sodio con una bottiglia spray. Lasciare riposare per 30 minuti e pulire la superficie con un panno morbido.

Fase 3: Asciugare accuratamente il piano cottura

Dopo aver pulito il piano cottura, asciugarlo con un panno morbido. Assicurarsi che non sia bagnato, poiché l’umidità può causare macchie e danni a lungo termine.

Fase 4: Lucidare la superficie

Con un panno asciutto, strofinare e lucidare delicatamente la superficie del piano cottura. Fare attenzione a non graffiarla!

Fase 5: Spruzzare acqua e lavastoviglie per lucidare

Per finire, spruzzare la superficie con una miscela di acqua e lavastoviglie. Poi passate un panno asciutto: vedrete il vostro piano di lavoro brillare in pochi minuti al giorno!

Anche se questi consigli possono essere utili per la pulizia del piano di cottura, non fa mai male essere prudenti.

Piano cottura a induzione.

Mentre cucinate, cercate di non rovesciare alimenti contenenti zucchero, salsa di pomodoro o latte, poiché questi residui tendono a bruciare e a lasciare macchie. Evitate di rovesciare gli alimenti mentre cucinate per non rovinare il vostro piano di lavoro.

Da ricordare

Per evitare di danneggiare il piano di cottura a induzione o in vetroceramica, evitate di usare i seguenti prodotti nella vostra routine di pulizia:

  • Ammoniaca o candeggina.
  • Lana d’acciaio.
  • Candeggina al cloro.
  • Prodotti per la rimozione della ruggine.
  • Detergenti in polvere abrasivi.

Come prevenire i graffi sul piano cottura?

Se volete che il vostro piano cottura a induzione o in vetroceramica duri a lungo e rimanga come nuovo, è importante fare attenzione. Per evitare i graffi, vi invitiamo a seguire le raccomandazioni riportate di seguito:

  1. Non appoggiare vassoi di vetro o ceramica sulle zone di cottura.
  2. Evitare di far cadere oggetti duri o taglienti sul piano di cottura.
  3. Non collocare contenitori caldi con alimenti sul pannello di controllo.
  4. Non collocare contenitori di plastica sulle zone di cottura calde.
  5. Non coprire la pentola con fogli di alluminio o pellicola protettiva.

Con questi consigli pratici potrete mantenere sempre pulito il vostro piano cottura a induzione o in vetroceramica.

Questo non solo renderà la vostra cucina più bella, ma anche più efficiente. Un’accurata pulizia quotidiana è essenziale per prolungare la vita di questi elettrodomestici e prevenire danni permanenti. Ora è il momento di pulire correttamente il vostro piano cottura a induzione o in vetroceramica. Mettiamoci al lavoro!

Potrebbe interessarti ...
Indispensabili per la cucina: ecco quali sono
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Indispensabili per la cucina: ecco quali sono

Scopri tutto ciò che vale la pena includere tra gli indispensabili per la cucina, per selezionare al meglio ciò di cui hai veramente bisogno.


Tutte le fonti citate sono state esaminate a fondo dal nostro team per garantirne la qualità, l'affidabilità, l'attualità e la validità. La bibliografia di questo articolo è stata considerata affidabile e di precisione accademica o scientifica.



Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.