Consigli per prevenire e trattare la cistite

· 29 settembre 2014
L'igiene intima è fondamentale per evitare la cistite. Tenete ben asciutta la zona interessata ed evitate di utilizzare indumenti attillati, che provocano caldo e fanno sudare.

La cistite è un’infiammazione della vescica causata da alcuni batteri e molto spesso questo problema può essere molto doloroso e fastidioso. La cistite è la conseguenza di diversi fattori tra i quali ricordiamo la reazione ad alcuni farmaci, una cattiva igiene intima o altre malattie. Per saperne di più, continuate a leggere questo articolo!

Normalmente questa infezione viene curata attraverso l’assunzione di antibiotici, ma esistono alcuni alimenti che possono aiutarvi a combatterla, come, ad esempio, gli alimenti diuretici o gli antiossidanti che stimolano l’eliminazione dei liquidi.

Sintomi della cistite

  • Dolore addominale
  • Sensazione di bruciore durante la minzione
  • Brividi
  • Malessere generale
  • Febbre

Consigli per prevenire la cistite

Bere acqua a sufficienza

Acqua

È necessario che il corpo abbia acqua a sufficienza per funzionare correttamente. Quando parliamo di “acqua“, ci riferiamo anche ad infusi, , brodi, bibite e, in generale, tutti i liquidi che possono idratare il corpo.  Se soffrite già di cistite, bevete più acqua che potete. A volte è il rimedio migliore perché per avere un po’ di sollievo bisogna eliminare i batteri responsabili della cistite e l’urina ha il compito di farlo. Quindi, cercate di bere tanta acqua.

Ulteriori raccomandazioni

  • Bevete un bicchiere d’acqua con due cucchiai di aceto di mele prima dei pasti.
  • Bevete un infuso di prezzemolo a digiuno.
  • Prima di andare a dormire, fate bollire due cucchiai di camomilla e tre spicchi d’aglio in un litro d’acqua. Lasciate intiepidire l’infuso ed aiutandovi con un asciugamano fate delle lavande vaginali.
  • Mangiate tre bicchieri di mirtilli al giorno. I mirtilli fanno molto bene alla salute perché contengono una sostanza che impedisce ai batteri di fissarsi sulle pareti delle vie urinarie e quindi ne favorisce l’eliminazione attraverso l’urina.
  • Fate bollire due cucchiai di timo e due di rosmarino in un litro d’acqua. Fate delle lavande vaginali con questo liquido aiutandovi con un panno.
  • Fate bollire un cucchiaio di menta poleggio (Mentha pulegium) per una tazza d’acqua. Bevete l’infuso dopo ogni pasto.

Non aspettate molto per andare in bagno se avvertite lo stimolo

La cosa peggiore che potete fare è aspettare troppo tempo per andare in bagno. Quest’abitudine di trattenere l’urina, infatti, indebolisce la vescicaÈ importante permettere al corpo di eliminare le sostanze di rifiuto di cui non ha bisogno quando ne sente la necessità.

Applicate degli impacchi di acqua calda

Riscaldate un po’ d’acqua ed inumidite un asciugamano. Fate attenzione che non sia troppo caldo e applicatelo sulla zona della vescica. Questo allevierà il dolore e vi aiuterà a combattere l’infiammazione e il gonfiore. Questo rimedio è ottimo anche per alleviare la tensione muscolare.

Assicuratevi di curare l’igiene intima

Infezioni-vaginali

Qualsiasi fattore che aumenti il grado di umidità nella zona vaginale può essere considerato un attivatore di infezioni. Iniziamo dall’uso del salvaslip, un prodotto molto discusso anche dagli specialisti perché associato a diverse infezioni vaginali. Il salvaslip, infatti, può aumentare le condizioni di umidità e di sudorazione nella vulva. Se non viene cambiato con una certa costanza, inoltre, può dare origine ad infezioni esterne che poi invadono le vie urinarie.

A questo punto parliamo dei rapporti sessuali perché anche in questo caso è importante l’igiene intima per prevenire la cistite. Suggerite al vostro partner di curare l’igiene delle sue zone intime e ricordate di utilizzare sempre il preservativo. Una volta terminato il rapporto sessuale, lavatevi perché i fluidi che rimangono nella zona intima sono causa di infezioni.

Non utilizzate biancheria intima troppo aderente

Vi diamo questo consiglio perché è importante che la zona intima non sia umida e l’uso di biancheria molto aderente potrebbe aumentare la sudorazione. Come vi abbiamo già anticipato, l’ideale è che la zona intima non soffra sbalzi di temperatura né di pH.

Quando dovete rivolgervi al medico?

Rivolgetevi al vostro medico il prima possibile se doveste presentare questi sintomi:

  • Vomito
  • Tremore
  • Sangue nell’urina
Guarda anche