Superare la fine di un'amicizia grazie a 6 consigli

Superare la fine di un'amicizia può essere un'opportunità per pensare a che tipo di legami vogliamo e come vogliamo prendercene cura. Questi suggerimenti vi aiuteranno nel processo.
Superare la fine di un'amicizia grazie a 6 consigli

Ultimo aggiornamento: 20 maggio, 2022

Le persone cambiano e, con esse, le relazioni. Molte volte pensiamo alla fine di una storia d’amore, ma dimentichiamo che la coppia non è l’unica dimensione in cui possiamo avere una delusione. Proprio per questo, oggi vogliamo darvi alcuni consigli per superare la fine di un’amicizia.

C’è chi ha saputo accompagnarci in certi momenti della vita, ma poi abbiamo cominciato ad avvertire un attrito. Ovviamente le emozioni si sovrappongono, dal momento che porre fine a un’amicizia è doloroso.

Cosa significa superare la fine di un’amicizia?

Un’amicizia si basa sulla reciprocità e sulla fiducia, sul sostegno e sull’interesse mutuo. È un legame importante nella vita delle persone, poiché quando è vero, sono gli amici che ci sostengono, ci incoraggiano e ci aiutano a esprimere tutto il nostro potenziale.

L’amicizia porta benessere e contribuisce alla qualità della nostra vita e della nostra salute. Quindi, anche se molti credono che la rottura peggiore sia quella che avviene all’interno della coppia, non sempre è così.

La fine di un’amicizia è altrettanto importante: non si tratta del tipo di legame, ma di quanto è significativo per noi.

Perché le amicizie finiscono?

A volte, le amicizie finiscono perché le caratteristiche che abbiamo citato non predominano. Uno dei due sente di dare tutto, è vicino e premuroso, mentre dall’altra parte arriva solo egocentrismo.

A volte capita anche che l’amicizia diventi tossica; l’amico è possessivo, è geloso di altri amici e iniziate a sentirvi obbligati a nascondere una parte della vostra vita. Manipolazione, senso di colpa e invidia rendono il rapporto malsano.

Capita, anche, che il rapporto d’amicizia si sarebbe dovuto interrompere prima, ma invece è perdurato. Il vincolo è forzato, nonostante il malessere.

In altri casi, non si è spezzata l’amicizia, ma ci si è allontanati. La frequenza con cui ci si vede diminuisce, non coincidono più né i gusti né le scelte. Ecco, dunque, che il legame si interrompe. Ciò non implica che ci sia un problema, ma che i due amici si trovano forse in fasi diverse della vita.

Le amiche si infastidiscono a vicenda.
Vivere fasi della vita diverse può influenzare il rapporto di amicizia.

Consigli per superare la fine di un’amicizia

Ecco alcuni consigli per lavorare sulle vostre emozioni e superare la fine di un’amicizia. Provate a metterli in pratica!

1. Se possibile, parlate con il vostro amico

Se c’è un problema, il consiglio è quello di parlarne e di spiegare come vi sentite. In questo modo, entrambe le parti avranno l’opportunità di esprimersi e sarà più facile capire cosa sta succedendo al vostro rapporto.

Il cervello tende a ricercare la coerenza perché non tollera la contraddizione. Quando qualcosa che aveva una certa forma cambia, la mente deve poter attribuire un significato. E finché non lo trova, non si ferma.

Quando esauriamo le risposte, è difficile proseguire. Pertanto, è meglio parlare come due persone che si sono volute bene.

2. Rispettate l’altra persona

A volte non è sempre possibile concludere un’amicizia con una conversazione. In questo senso, dobbiamo rispettare la decisione dell’altro di non parlare.

Ogni persona ha i propri processi e non sempre siamo preparati ad affrontare un problema. Forse, con il tempo, alcune questioni possono essere chiarite.

Ma parlare con qualcuno che non vuole è vano. L’ascolto aperto e l’assertività saranno assenti.

3. Evitate di serbare rancore

Tutti commettiamo errori, feriamo, e riponiamo grandi aspettative sugli altri. Indipendentemente da ciò che è successo, cercate di salvare i migliori ricordi insieme.

4. Datevi il permesso di soffrire

Superare la fine di un’amicizia significa perdere una persona cara. Perché non dovreste sentirvi tristi? Prendete il vostro tempo per elaborare il lutto e non minimizzate la perdita.

Potreste attraversare diverse fasi (scetticismo, dubbio, rabbia e senso di colpa) e molte emozioni (rabbia, tristezza, frustrazione). Solo con la sincerità verso ciò che sentite, sarete in grado di essere migliori in futuro.

5. Lavorate sui vostri pensieri

Molte volte cadiamo nella trappola dei pensieri, che filtrano le informazioni attraverso determinate lenti. Quindi, se avete la tendenza a drammatizzare e a esagerare, perdere un amico potrebbe sembrarvi la fine del mondo.

Oppure se siete una di quelle persone che incolpano gli altri per quello che succede, avvertirete risentimento e non sarete in grado di imparare dalla relazione, incolpando l’altro per il vostro disagio.

Il risentimento per un'amicizia rotta.
È facile sentire risentimento dopo una rottura e pensare che sia colpa dell’altro.

6. Accettate che le persone e le relazioni cambiano per superare la fine di un’amicizia

Non siamo sempre gli stessi e dove c’era affinità, potrebbe non esserci più. È importante smettere di idealizzare e capire che le esperienze forgiano le persone, quindi a volte si è in disaccordo.

La fine di un’amicizia è un’opportunità per riflettere sui vostri legami

Ogni relazione che finisce è un’opportunità di capire quali legami desiderate nella vostra vita e come prendervene cura. Ogni crisi comporta un nuovo inizio che ci permette di fare il punto sugli aspetti positivi e negativi.

La fine di un’amicizia è il momento giusto per fare una riflessione (cosa ho sbagliato e cosa posso migliorare?), per capire chi siamo e come ci comportiamo nei rapporti e con noi stessi.

Potrebbe interessarti ...
Gli amici fanno veramente bene alla salute
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Gli amici fanno veramente bene alla salute

Ci sono amici di tutti i tipi ed ognuno, in modo diverso, ci apporta qualcosa. L'amicizia infatti, è la gioia più profonda della vita.



  • Ramos Linares, Victoriano, & Inglés Saura, Cándido José, & Martínez González, Agustín Ernesto, & Piqueras Rodríguez, José Antonio (2010). Importancia de los amigos y los padres en la salud y el rendimiento escolar. Electronic Journal of Research in Educational Psychology, 8(1),111-138.[fecha de Consulta 13 de Abril de 2022]. ISSN: . Disponible en: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=293121995006
  • Greco, Carolina. (2010). Las emociones positivas: su importancia en el marco de la promoción de la salud mental en la infancia. Liberabit16(1), 81-94. Recuperado em 13 de abril de 2022, de http://pepsic.bvsalud.org/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S1729-48272010000100009&lng=pt&tlng=es.