Cos'è la cifosi e perché si verifica? Consigli per curarla

Deviazioni nella colonna vertebrale, come la cifosi, possono significare più di un semplice problema estetico. Ne parliamo in questo articolo.
Cos'è la cifosi e perché si verifica? Consigli per curarla

Ultimo aggiornamento: 06 novembre, 2022

La cifosi è una deviazione della colonna vertebrale, che consiste in una curvatura anormale o inarcamento della colonna vertebrale. Pertanto, la schiena mostra un aspetto gobbo, solitamente a livello delle scapole.

Inoltre, può essere accompagnato da sintomi come dolore o difficoltà respiratorie. Può essere di origine congenita o avere altre cause, tra le quali si ricordano fratture, usura e osteoporosi.

Per la diagnosi vengono eseguiti alcuni test, come i raggi X e la risonanza magnetica. Il trattamento della cifosi dipende dall’età o dalla causa. Comprende la chirurgia correttiva, l’uso di corsetti, la fisioterapia e alcuni antidolorifici. Vuoi scoprire maggiori informazioni su questa malattia?

Cos’è la cifosi? Tipi e sintomi

Ci sono diverse deviazioni che possono influenzare la colonna vertebrale. La cifosi si presenta come una specie di gobba all’altezza delle scapole.

Esistono diversi tipi di deviazioni spinali. La scoliosi è una deviazione che si verifica lateralmente (se si guarda la persona di fronte o da dietro); mentre la lordosi è la curvatura verso l’interno nella parte bassa della schiena (vita). La cifosi è la terza variante.

Questa parola deriva dal greco kyphós, che significa “curvo”. In particolare, la cifosi consiste in una curvatura anormale o esagerata della colonna vertebrale, nella parte alta della schiena. Si osserva come una caduta in avanti del collo, delle spalle e della testa, che produce un inchino o un arrotondamento a forma di gobba.

Secondo la ricerca, la prevalenza globale della cifosi toracica è del 2,8% ; è meno frequente tra le donne (2,1%) che tra gli uomini (3,6%). Tuttavia, con l’età le cifre cambiano, poiché nelle donne in postmenopausa può aggirarsi intorno al 30%.

Tipi di cifosi

Sono descritti diversi tipi di cifosi:

  • Posturale: può essere causato da una cattiva igiene posturale, che porta alla deformazione dei muscoli, delle ossa e delle articolazioni.
  • Congenito: in alcuni casi, questa deviazione può essere osservata fin dal momento della nascita.
  • Giovanile (chiamato anche cifosi dorsale): come suggerisce il nome, colpisce le vertebre dorsali nella parte posteriore.
  • Cifosi causata dall’età: nelle persone anziane si verifica un indebolimento osseo e muscolare, che può influenzare l’aspetto di questo tipo di deviazione.

Sintomi

Il segno più visibile della cifosi è l’ aspetto arrotondato della schiena all’altezza delle scapole, anche se questo può essere visto anche nel collo.

Inoltre, possono comparire altri sintomi, come i seguenti:

  • Rigidità nella colonna vertebrale.
  • Sensibilità e dolore al collo e alle spalle.
  • respiro affannoso
  • stanchezza generale
  • Intorpidimento o difficoltà nell’esecuzione di alcuni movimenti.

Potrebbe interessarti anche: Esercizi per mantenere la schiena sana

Cause della cifosi

Quando si verifica la cifosi, le vertebre perdono la loro forma, acquisendo un aspetto cuneiforme, più spesso in una parte che in un’altra. Vediamo quali sono le cause più comuni.

Malattia di Scheuermann

Chiamata anche “distrofia della crescita”, la malattia di Scheuermann colpisce il complesso discovertebrale negli adolescenti. La sua causa è sconosciuta, sebbene possano essere associati fattori meccanici (soprattutto negli atleti), oltre a fattori genetici. Oltre alla cifosi, provoca vari problemi alla colonna vertebrale, comprese le lesioni degenerative del disco.

Indebolimento osseo

Negli anziani, l’indebolimento osseo e la perdita di massa scheletrica associati all’osteoporosi possono provocare curvature, fratture e malformazioni della colonna vertebrale, in particolare se le vertebre subiscono fratture da compressione.

Lesioni e traumi

Oltre alle suddette fratture, possono esserci altri tipi di lesioni che interessano la colonna vertebrale, sia dal punto di vista delle vertebre, che dei dischi e anche della colonna vertebrale.

Degenerazione del disco

Allo stesso modo, con l’età, così come le possibili ernie, i dischi che separano le vertebre e che svolgono un ruolo di ammortizzazione tra di loro possono seccarsi o comprimersi. Ciò può causare o peggiorare la cifosi.

Problemi congeniti

In alcuni casi, le ossa della colonna vertebrale non si sviluppano bene durante il periodo di gestazione. Questo, in alcuni casi, è associato a malattie, come la sindrome di Ehlers-Danlos.

Altre cause

La cifosi può verificarsi anche nei giovani e negli anziani a causa di altre cause, come ad esempio:

Diagnosi

Donna con la cifosi.
Sebbene la cifosi colpisca maggiormente le persone anziane, uno stile di vita sedentario e il numero di ore davanti al computer possono influire.

Per iniziare, il medico eseguirà un esame generale, che include la misurazione, principalmente l’altezza. Inoltre, può eseguire un test di riflesso e forza muscolare.

Inoltre, i test di diagnostica per immagini vengono eseguiti per vari scopi. Questi in genere includono:

  • Radiografia: permette di osservare il grado di deviazione della colonna vertebrale e rilevare anomalie nelle vertebre.
  • Tomografia: se è necessario uno studio più dettagliato.
  • MRI: quando si sospetta un’infezione o un tumore.
  • Test neurologici: per rilevare se c’è debolezza, paralisi o intorpidimento.
  • Densimetria ossea: nel caso di pazienti con diagnosi o sospetto di osteoporosi.
  • Altri esami: funzionalità polmonare, nei casi in cui è affetta da cifosi.

Trattamento della cifosi

Il trattamento della cifosi dipenderà dalla causa e dalla gravità o dalla progressione della malattia, nonché dall’età della persona. Detto trattamento può comprendere alcune o più delle seguenti alternative, che possono essere combinate tra loro.

Farmaci

Tra i farmaci raccomandati, vengono utilizzati gli antidolorifici da banco, come paracetamolo, ibuprofene o naprossene. Se ci fosse molto dolore, sarebbero usati quelli più forti, ma con una prescrizione.

D’altra parte, nelle persone con osteoporosi, i farmaci sono raccomandati per il rafforzamento osseo (alendronato, ibandronato, risedronato, tra gli altri), che aiutano a prevenire le fratture.

Fisioterapia

Il fisioterapista può avvalersi di diverse tecniche per aiutare nel trattamento della cifosi:

  • Massaggi ai gruppi muscolari interessati.
  • Esercizi di respirazione.
  • Rieducazione posturale.
  • Elettroterapia, termoterapia o ultrasuoni.

Chirurgia

Nei casi gravi in cui la cifosi provoca la compressione del midollo spinale o dei nervi, se la curva è acuta (60 gradi) e provoca molto dolore, o se c’è un’infezione o un tumore, può essere necessario un intervento chirurgico. La fusione spinale viene solitamente eseguita, utilizzando barre e viti di metallo. Il recupero può essere lento.

Consigli per la cura e la prevenzione

Se è di origine congenita, non è possibile prevenire la cifosi. Ma, in altre occasioni, il rischio che si verifichi o peggiori può essere ridotto, contribuendo a ridurre la necessità di un intervento chirurgico. In quest’ordine di idee, ecco alcuni consigli da tenere in considerazione sia per la prevenzione che per la cura, quando c’è già una diagnosi.

1. Il corsetto ortopedico

L’uso di un corsetto ortopedico parzialmente immobilizzante può aiutare, soprattutto nei bambini e negli adolescenti con malattia di Scheuermann, a fermare la progressione della malattia.

È necessario notare che il corsetto deve essere utilizzato correttamente, sempre seguendo le indicazioni del medico in termini di tempo; cioè, non toglierlo, anche se ti mette a disagio.

2. Postura corretta

Bisogna cercare di mantenere una buona igiene posturale, soprattutto nelle persone anziane e in quelle che, a causa del loro lavoro, devono passare molto tempo seduti davanti al computer. Questo dovrebbe valere anche quando si guarda la TV o si controlla il cellulare.

3. Evitare uno stile di vita sedentario

Tra le varie conseguenze di una vita sedentaria, c’è la perdita di massa, forza e resistenza nei muscoli, proprio perché non utilizzati. E questo riguarda anche la zona della schiena.

4. Prevenire l’obesità

Secondo gli studi, le deviazioni posturali si verificano solitamente nelle persone con obesità, poiché il carico di compressione verticale diretto è aumentato, interessando in particolare la colonna vertebrale, le ginocchia e le caviglie. Ciò può causare complicazioni nelle persone con cifosi. Pertanto, l’attività fisica e un’alimentazione sana dovrebbero essere parte integrante del trattamento di questa malattia.

5. Esercizi di stiramento della schiena

In alcuni tipi di cifosi, il paziente può sperimentare qualche miglioramento attraverso esercizi di stretching e rafforzamento della schiena. Alcuni di questi possono essere eseguiti dalla sola persona, ma altri richiedono l’aiuto di un professionista (fisioterapista).

6. Quando andare dal dottore?

È importante sottoporsi a visite e controlli regolari nei seguenti casi:

  • Quando c’è una storia personale di deviazioni (ad esempio, scoliosi).
  • Se soffri di osteoporosi o se hai più di 60 anni.

Una diagnosi precoce può significare un trattamento più efficace o meno invasivo.

Possibili conseguenze e complicazioni

Le misure e i trattamenti sopra menzionati possono aiutare a ridurre il rischio di complicanze e varie conseguenze, come le seguenti:

  • Mal di schiena, che può diventare invalidante.
  • Difficoltà di respirazione: a causa della curvatura errata, può esserci pressione sui polmoni.
  • Difficoltà quotidiane: difficoltà a camminare, sedersi o alzare lo sguardo. Impedisce persino la guida.
  • Insonnia: secondo la ricerca, questa malattia può influenzare la qualità del riposo in alcune persone.
  • Problemi digestivi: comprimendo l’apparato digerente, in particolare lo stomaco, potrebbe essere associato a problemi come reflusso e difficoltà di deglutizione.
  • Bassa autostima: le persone con cifosi possono avere un’autopercezione negativa della propria immagine corporea.

Prognosi della cifosi

Le prospettive per la cifosi dipendono dal tipo e dalla gravità, nonché dall’età della persona. Nel caso di adolescenti con malattia di Scheuermann, la malattia si interrompe quando smettono di crescere, senza bisogno di un intervento chirurgico. Tuttavia, potrebbe essere necessario continuare a indossare il tutore.

Tuttavia, negli anziani, è determinante il momento in cui iniziano a sottoporsi a cure e il fatto di seguire le raccomandazioni al riguardo. Per loro è necessario prendere delle misure perché le loro ossa sono solitamente più deboli e potrebbero esserci delle complicazioni.

Potrebbe interessarti ...
Prevenire la scoliosi: 4 esercizi fondamentali
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Prevenire la scoliosi: 4 esercizi fondamentali

Gli esercizi per prevenire la scoliosi aiutano a riallineare la colonna vertebrale, le spalle e il bacino, permettendo di riacquistare una buona po...



  • Ávila-Ramírez J, Reyes-Rodríguez V. La obesidad y el sobrepeso, su efecto sobre la columna lumbar. Revista Mexicana de Neurociencia. 2009; 10(3): 220-223.
  • Cervantes V, Otero C, Mayoralas S, Díaz Lobato S. Ventilación mecánica no invasiva en enfermedades restrictivas. Revista Americana de Medicina Respiratoria. 2021; 21(1): 35- 40.
  • Durán S, Rodilla V. Abordaje de la enfermedad de Paget en Atención Primaria. A propósito de un caso. Medicina General. 2000: 508-510.
  • Frank M, Engell V, Andersen M, et al. Prevalence, concordance, and heritability of scheuermann kyphosis based on a study of twins damborg. The Journal of Bone & Joint Surgery. 2006; 88(10): 2133 – 2136.
  • Garreau de Loubresse C, Lonjon G, Ferrero G. Cifosis patológicas. EMC – Aparato Locomotor. 2020; 53(3): 1-24.
  • Marty-Poumarat C, Carlier R. Enfermedad de Scheuermann. EMC – Aparato Locomotor. 2017; 50(4): 1-13.
  • Puerto Martínez M. Caracterización clínica y manejo del Síndrome de Ehlers Danlos. Rev Ciencias Médicas. 2017;  21(4): 124-150.
  • Tampe V, Schonhaut L, Espinoza A, Dockendorff I. Hipoplasia vertebral asociada a cifosis toracolumbar en lactantes, ¿variante anatómica? Casos clínicos. Rev Chil Pediatr. 2018; 89(2): 251-256.
  • Vital J, Pedram M. Espondilolistesis ístmica lítica. EMC – Aparato Locomotor. 2005; 38(3): 1-20.
  • Frank Pessler, MD, PhD, Helmholtz Centre for Infection Research. https://www.msdmanuals.com/es/professional/pediatr%C3%ADa/trastornos-del-tejido-conectivo-en-niños/s%C3%ADndrome-de-ehlers-danlos