Eliminare la renella con i rimedi naturali

8 Aprile 2021
Bere molti liquidi (in particolare acqua) può aiutare a pulire il tratto urinario. Ma ricordate che insieme ad esso, dovreste ridurre al minimo il consumo di caffè e di cibi ricchi di ossalati.

Sapevate che si può eliminare la renella con dei rimedi naturali? Ne parliamo in questo articolo!

Molti problemi di salute, come la renella, possono avere diverse cause, comprese le cattive abitudini di vita. Come ad esempio una scarsa idratazione e la cattiva alimentazione.

Bisogna considerare, però, che affinché i reni funzionino correttamente, è necessario evitare gli eccessi, seguire un’alimentazione equilibrata e un’adeguata idratazione. In caso contrario, rischiamo l’accumulo di renella e calcoli.

È importante sottolineare che quando si parla di piccoli sedimenti si tratta di “renella”, mentre quando la dimensione è maggiore si parla di “calcoli” renali.

Ebbene, indipendentemente dal fatto che si tratti di renella o calcoli, è necessario seguire le istruzioni del medico e, ovviamente, ottimizzare l’idratazione. Nelle prossime righe, vi forniremo alcune informazioni sui rimedi naturali più adatti per eliminare la renella.

Rimedi naturali per eliminare la renella

Il trattamento della renella non è qualcosa di difficile. In realtà, consiste nell’adottare alcune misure piuttosto semplici, come ad esempio una buona idratazione.

Acqua

Acqua per eliminare la renella

Come principale rimedio e raccomandazione vi è il consumo giornaliero di acqua, in quantità adeguate. È molto importante mantenere il corpo ben idratato, in quanto la mancanza d’acqua è una delle principali cause per le quali possono manifestarsi renella e calcoli renali.

  • L’acqua aiuta a pulire il tratto urinario e sostiene il corretto funzionamento dei reni. Non è necessario bere 2 litri di acqua al giorno, ma cercate di consumarne sufficienza per rendere l’urina di colore chiaro (il che indica che il corpo è ben idratato).
  • Il medico può raccomandare un maggiore consumo di acqua in alcuni casi, pertanto è essenziale seguire le sue indicazioni.

Infuso di dente di leone, per eliminare la renella

Per non fare esclusivamente affidamento sul consumo di acqua (sebbene sia l’opzione più consigliata), nella cultura popolare vengono generalmente consigliate alcune bevande, come l’infuso di tarassaco, per eliminare la renella.

Ingredienti

Preparazione

  • Mettete a bollire l’acqua con un cucchiaio di dente di leone per 10 minuti.
  • Poi, lasciate riposare l’infuso per altri 5 minuti e bevetelo.
  • Si consiglia di non consumare più di una tazza al giorno.

Vi consigliamo di leggere: 8 incredibili benefici del melograno per la salute

Eliminare la renella con il tè di equiseto

Nella tradizione popolare si ritiene che questa pianta possa eliminare la renella in modo rapido. Vi spieghiamo come preparare questo infuso.

Ingredienti

  • 4 tazze di acqua (1 litro).
  • 4 cucchiai di equiseto (40 g).

Preparazione

  • In un litro di acqua bollente aggiungete 4 cucchiai di equiseto.
  • Lasciate riposare per 5 minuti prima di filtrarlo.
  • Bevete 3 tazze al massimo al giorno.

Succo di melograno

Un’altra bevanda che può contribuire sia all’idratazione che all’eliminazione della renella attraverso l’urina è il succo di melograno, un frutto ricco di acqua e che contiene alcuni antiossidanti.

Si consiglia di evitare di aggiungere zucchero o altri dolcificanti alla bevanda, per non alterarne il potere nutritivo.

Succo di cetriolo

Cetriolo e sedano

Come il melograno, anche il cetriolo stimola la minzione favorendo l’eliminazione della renella. È una bevanda rinfrescante, ottima per accompagnare la colazione. Possiamo anche aggiungere del miele al succo per renderlo più dolce.

Leggete anche: 3 insospettabili benefici dell’anguria

Per eliminare la renella, consultate prima il medico

Per eliminare la renella è indispensabile seguire le indicazioni del medico e assumere questi rimedi come misura complementare. Mai come trattamento principale.

La renella o i calcoli renali non sono un problema di salute che va preso alla leggera, giacché se non trattato in modo adeguato può portare a complicazioni. Non dimenticate di eseguire un controllo medico come misura di prevenzione e cura per i reni. Pertanto, non dimenticatevi di sottoporvi a una visita medica preventiva e di prendervi cura dei vostri reni.

  • Frassetto, L., & Kohlstadt, I. (2011). Treatment and prevention of kidney stones: An Update. American Family Physician
  • Kron, J. (2008). Kidney stones. Journal of Complementary Medicine7(6), 14–16.
  • León, B. (2012). La cola de caballo (Equisetum, Equisetaceae) comercializada y exportada del Perú. Revista Peruana de Biologia19(3), 345–346.
  • Miller, N. L., & Lingeman, J. E. (2007). Management of kidney stones. British Medical Journal.
  • Nirumand, M. C., Hajialyani, M., Rahimi, R., Farzaei, M. H., Zingue, S., Nabavi, S. M., & Bishayee, A. (2018, March 7). Dietary plants for the prevention and management of kidney stones: Preclinical and clinical evidence and molecular mechanisms. International Journal of Molecular Sciences. MDPI AG.
  • Worcester, E. M., & Coe, F. L. (2010). Calcium Kidney Stones. New England Journal of Medicine.