Routine di esercizi per evitare l’ipertrofia muscolare

7 agosto 2018
Per avere un fisico tonico, snello e attraente, non è necessario forzare eccessivamente il corpo e raggiungere l'ipertrofia muscolare. Dovete imparare a fare esercizi correttamente.

L’esercizio fisico è estremamente benefico per la salute. Tuttavia, portare questa pratica all’estremo o eseguirla nel modo sbagliato può causare, tra i vari danni, l’ipertrofia muscolare.

Non possiamo esercitarci in qualsiasi modo, dobbiamo prendere in considerazione quale dovrebbe essere la giusta posizione per ogni movimento, perché non è consigliabile forzare il corpo a raggiungere un certo punto.

Quando ci si esercita, l’idea è di imparare a conoscere il nostro corpo e acquisire resistenza, per essere in grado di raggiungere la tonificazione che desideriamo, evitando l’ipertrofia muscolare.

Cos’è l’ipertrofia muscolare?

L’ipertrofia muscolare è l’alterazione delle dimensioni del muscolo o di alcune delle sue parti. In generale, i culturisti vogliono aumentare la forza e il volume muscolare, quindi svolgono un allenamento specializzato e mantengono una dieta ipercalorica per raggiungerlo.

Va notato che questo tipo di allenamento deve essere supervisionato da un professionista della salute. Mentre è vero che i muscoli possono essere temporaneamente ipertrofizzati (si verifica sempre dopo l’esercizio, è temporaneo e di breve durata) uno sforzo intenso prolungato può portare all’ipertrofia cronica.

Tipi di ipertrofia muscolare

  • Ipertrofia muscolare patologica.
  • Ipertrofia muscolare fisiologica.
  • Ipertrofia muscolare dovuta all’uso di steroidi.

Leggete anche: Definire i muscoli grazie a 7 alimenti

Consigli per non ipertrofizzare i muscoli

Esercizio Aerobico

 

Al momento esistono molti modi per esercitarsi. Si evidenziano soprattutto quelli che sottolineano la componente aerobica. Tuttavia, un gran numero di individui si concentra ancora sul raggiungimento dell’ipertrofia muscolare.

Non dovrebbe essere etichettato come un errore concentrarsi sul lavoro per aumentare la massa muscolare; nonostante ciò, lasciare da parte la preparazione aerobica è qualcosa di negativo.

In questo ordine di idee, il consiglio principale è quello di usare entrambi i metodi insieme. Successivamente vi insegneremo come sfruttare la routine unendo entrambi i tipi. Iniziamo!

Differenze tra esercizio aerobico e anaerobico

I termini di base indicano questi come una controparte; cioè, l’esercizio aerobico richiede ossigeno e l’esercizio anaerobico no. Dovrebbe essere notato quanto segue:

Esercizio aerobico

Questo si distingue per l’attività fisica a lungo termine con un’intensità bassa o moderata. Durante questo processo è necessaria la combustione di carboidrati e quindi è necessario l’ossigeno.

Gli esercizi aerobici sono i più utilizzati per ridurre il peso corporeo e per quanto riguarda lo sport, il nuoto e il ciclismo sono i più riconosciuti.

Esercizio anaerobico

È l’opposto dell’esercizio aerobico in termini di intensità e durata. Non richiede molto tempo per l’esecuzione, ma il vostro sforzo deve essere massimo.

Negli esercizi anaerobici, l’organismo non richiede processi ossidativi; per questo motivo è chiamato anaerobico (senza ossigeno). Per quanto riguarda gli sport, le gare di velocità, i pesi e simili, sono il miglior riferimento.

La routine dovrebbe contenere qualcosa di entrambi

Ragazzo si esercita in spiaggia

Una volta conosciute le differenze all’interno delle due categorie, l’ideale è elaborare una routine mista.

Un chiaro esempio di ciò si verifica nelle palestre convenzionali. Lì, in generale, viene eseguita una routine cardio (esercizio aerobico) durante il riscaldamento e, successivamente, viene eseguito l’esercizio di sollevamento pesi (esercizio anaerobico). Tuttavia, l’ordine può essere negativo se vengono prese in considerazione le riserve energetiche.

Leggete questo articolo: Il 90% delle malattie cardiovascolari si può prevenire

Sfruttate al massimo l’energia dell’organismo

L’organismo immagazzina una certa quantità di energia, che viene utilizzata per varie attività quotidiane. Per ottenere il massimo da questo, è necessario svolgere una routine di esercizi completa che vi permetta di raggiungere i vostri obiettivi in modo organizzato e sano. D’altra parte, una buona routine ci consente di aumentare la massa muscolare senza raggiungere l’ipertrofia muscolare.

Prima il lavoro anaerobico

Esercizio anaerobico

Si dovrebbe evitare di iniziare la sessione di allenamento con una routine cardio, ma lasciarla alla fine. Infatti, il primo passo per migliorare i risultati desiderati è sollevare pesi (esercizi anaerobici).

Per ottimizzare l’ipertrofia muscolare, il lavoro anaerobico viene eseguito inizialmente con buoni esercizi per i grandi gruppi muscolari, che hanno un picco di riserve energetiche di glicogeno.

Successivamente, la sessione dovrebbe essere completata con esercizi aerobici. In questo modo, il resto dell’energia disponibile dall’organismo sarà utilizzato per il lavoro fisico. Questi riducono i grassi e aiutano a eliminare più tossine.

Guarda anche