Trattare le vene varicose: ecco 8 esercizi

L'attività fisica è il modo più efficace per combattere la comparsa delle vene varicose, anche se, in ogni caso, è fondamentale seguire una dieta sana ed equilibrata ed evitare l'eccesso di sale e grassi.
Trattare le vene varicose: ecco 8 esercizi

Ultimo aggiornamento: 27 aprile, 2021

Le vene varicose sono dilatazioni venose che rendono difficile la circolazione del sangue. Ne soffrono in particolar modo le donne che lavorano ogni giorno sedute dietro a una scrivania, a causa della mancanza di movimento causata da questo tipo di attività. Una delle contromisure più consigliate consiste nell’eseguire dei particolari esercizi che aiutano a trattare le vene varicose.

Famose per essere la malattia circolatoria più comune dopo l’ipertensione, le vene varicose sono causate principalmente dal passare molto tempo in piedi o seduti. Al di là della questione estetica, non trattare le vene varicose può causare gravi problemi di salute, come trombosi o ulcere.

I migliori esercizi per trattare le vene varicose

Trattare le vene varicose: controllo medico.
Le varici sono delle vene dall’aspetto gonfio, legate a un’insufficienza venosa. Per trattarle, è necessario introdurre alcuni cambiamenti nel proprio stile di vita.

Le vene varicose sono un problema di salute le cui cause più frequenti sono costituite dall’età, i cambiamenti ormonali (soprattutto nella donna), il sovrappeso, i problemi di circolazione congeniti o il trascorrere troppo tempo in piedi oppure seduti nella stessa posizione, secondo quanto afferma una pubblicazione a cura di MedlinePlus.

L’importanza di questi fattori è confermata anche da uno studio pubblicato in Annals of Epidemiology. Inoltre, questa ricerca ci comunica la curiosa informazione secondo cui si tratta di un problema maggiormente diffuso nei paesi occidentali… forse è il risultato di uno stile di vita poco sano?

In effetti, il sovrappeso è uno dei principali fattori di rischio per le malattie venose, secondo quanto afferma uno studio pubblicato in European Journal of Vascular and Endovascular Surgery. Di conseguenza, per dare inizio al trattamento si rende necessario effettuare un cambiamento delle proprie abitudini.

L’esercizio è uno dei modi più efficaci per evitare la comparsa delle vene varicose o per ridurle. Come indica un articolo del Manuale MSD, realizzare attività fisica aiuta a rafforzare i muscoli delle gambe e favorisce il ritorno venoso.

Non è necessario sottoporsi a un allenamento intenso e rigoroso; è sufficiente dedicarsi ad alcune facili routine che si  possono eseguire in casa senza bisogno di alcun attrezzo particolare.

Prima di fare esercizi per trattare le vene varicose, consultate un medico

Se le vene varicose sono molto evidenti o presenti in abbondanza, si consiglia di rivolgersi ad un medico che possa valutare la situazione. A seconda dei sintomi presenti, il medico sarà in grado di prescrivere dei farmaci e un particolare programma di allenamento.

Spesso le persone affette da vene varicose tendono a soffrire di crampi o di spasmi associati al problema circolatorio che le varici comportano. Gli esercizi aiuteranno ad alleviare i vostri fastidi e, ovviamente, ad avere gambe più toniche e attraenti.

1. Pedalata

 

È un esercizio che viene utilizzato spesso per trattare le vene varicose. Consiste nel simulare una pedalata in bicicletta tenendo le gambe sollevate.

Potete farlo sdraiati sul letto o su un materassino per fare yoga. Pedalate per circa 30 volte e realizzate l’esercizio tutte le volte che volete, riposandovi tra una sessione e l’altra. Se non siete abituati a svolgere esercizio fisico, potete iniziare eseguendo meno ripetizioni per poi aumentarle progressivamente.

2. Bicicletta

Trattare le vene varicose: donna che usa la cyclette in casa.

Relazionato all’esercizio precedente, troviamo la bicicletta (quella vera, però). Si tratta di un esercizio eccellente per tutto il corpo e, in particolare, per le gambe.

Per prima cosa, potete acquisire l’abitudine di uscire tutti i giorni al parco o a fare la spesa in bicicletta: vi terrete in movimento senza nemmeno accorgervene.

Se non avete voglia di andare al parco e preferite restare in casa, potete optare per una cyclette che svolgerà la stessa funzione di una normale bicicletta, senza però godere dei benefici offerti dall’aria aperta.

3. Separare le gambe

 

Potete eseguire questo terzo esercizio per trattare le vene varicose seduti su una sedia, su un tappetino o direttamente sul letto. All’inizio potrebbe forse risultare un po’ difficile, perché richiede una certa quantità di forza, ma, con il tempo, rafforzerete le gambe e non lo troverete più così difficile. I passaggi sa seguire sono i seguenti:

  • Sollevate le gambe e portatele dall’alto verso il basso, unendo la punta dei piedi.
  • Potete provare a eseguire 20 ripetizioni, anche se tutto dipenderà dalle vostre condizioni fisiche.

4. Rotazioni

Per eseguire questo esercizio, sdraiatevi su di un tappetino per fare yoga, oppure su un tappeto o sul letto e sollevate una gamba. Poi, con questa gamba, disegnate dei cerchi in senso orario. Realizzate 20 rotazioni e poi ripetete l’esercizio con l’altra gamba, ma in senso antiorario.

5. Flessioni tallone-punta

Proprio come i precedenti, anche questo esercizio è utile per la circolazione. Quindi, se soffrite di crampi, potete eseguirlo tutte le sere prima di andare a dormire, oppure al mattino, dopo che vi siete alzati dal letto. Si consiglia di realizzarlo da seduti.

  • Per prima cosa, appoggiate i talloni al pavimento e sollevate la punta dei piedi.
  • Abbassate la punta dei piedi e sollevate i talloni.
  • Ripetete l’esercizio 20 o 30 volte.

6. Flessioni delle dita dei piedi

Questo esercizio per trattare le vene varicose è piuttosto simile al precedente: a livello popolare, di solito viene consigliato per migliorare il ritorno venoso. Inoltre, aiuta a tonificare i muscoli dei polpacci. Per eseguirlo, si procede nel modo seguente:

 

  • Sdraiatevi sul letto o su un materasso e stendete le gambe.
  • Poi, flettete le dita in avanti e indietro e ripetete l’esercizio circa 20 volte per ogni gamba.

7. Piedi uniti

Potete eseguire questo penultimo esercizio per trattare le vene varicose da seduti o sdraiati, in base a come vi risulta più comodo. Unite e separate le punte dei piedi e ripetete l’esercizio per 20 volte.

8. In punta di piedi

Uomo che si allena in casa.

Anche se non si tratta di un effetto che sia stato provato scientificamente, c’è chi afferma che camminare sulle punte dei piedi o sui talloni contribuisca a stirare i muscoli ed evitare gli spasmi. Potete rimanere nello stesso posto oppure camminare in punta di piedi o sui talloni. Ripetete l’esercizio tutte le volte che volete e riposate dopo ogni sessione.

 

Abitudini per integrare gli esercizi per trattare le vene varicose

Al di là degli indiscutibili benefici derivanti dall’attività fisica per prevenire e trattare le vene varicose, per ridurre le probabilità di soffrire di questa patologia, è necessario anche seguire uno stile di vita sano.

In questo senso, gli esperti della Mayo Clinic consigliano di evitare il sovrappeso, non usare vestiti attillati e non trascorrere lunghi periodi di tempo senza muovere le gambe. Non dimenticate che queste abitudini faranno bene anche alla vostra salute generale, quindi adottarle è altamente raccomndato!

Potrebbe interessarti ...
Come eliminare le vene varicose dalle gambe
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Come eliminare le vene varicose dalle gambe

Con costanza e con una buon predisposizione, potremo eliminare una volta per tutte le vene varicose dalle gambe. Ecco come fare.