Il formaggio più sano per il nostro organismo

· 6 settembre 2018
Il principio generale nella scelta di un formaggio di qualità è conoscere l'azienda che lo produce. Si ritiene che i formaggi più salutari siano quelli freschi e la ricotta.

Il formaggio è un alimento che ha importanti proprietà nutrizionali. È una fonte di proteine ​​ad alto valore biologico, fornisce calcio, fosforo e vitamine A e D. I suoi componenti lo rendono particolarmente favorevole per lo sviluppo di ossa e denti. Ma qual è il formaggio più sano per il nostro organismo?

A causa dei rischi associati al processo di produzione, il formaggio deve essere di buona qualità. I prodotti elaborati ignorando le condizioni igieniche di base espongono il consumatore a malattie.

Il principio generale nella scelta del formaggio più sano è conoscere l’azienda che lo produce. Ciò garantirà buone condizioni di produzione, che sono il punto di partenza della qualità.

Tipi di formaggio

Il formaggio sarà più o meno salutare a seconda dello stato di salute della persona che lo consuma. Condizioni quali ipertensione, colesterolo, problemi intestinali o epatici influenzano l’effetto del suo consumo. Alcuni formaggi di buona qualità che risultano molto salutari per alcune persone non lo sono per altre. Soprattutto, se soffrono di intolleranza a uno qualsiasi dei suoi componenti.

È importante conoscere i tipi di formaggi come punto di partenza per la scelta del prodotto caseario adatto per il proprio organismo.

Leggete anche: Scoprite i tipi di formaggio più sani

Formaggi freschi

Formaggio parmigiano

Viene preparato attraverso un processo di cagliatura e disidratazione del latte. Non richiede maturazione o stagionatura. Bisogna tenerlo in frigorifero a 3 o 4 gradi centigradi.

Questo gruppo comprende: mozzarella, formaggio bianco pressato, fiocchi di latte e feta. Sono formaggi pronti per il consumo non appena termina il processo di produzione. Di solito è considerato il tipo di formaggio più sano.

Formaggi stagionati

Dopo la produzione, questo tipo di formaggio deve essere mantenuto a precise temperature e condizioni in grado di provocare determinati cambiamenti fisici e chimici.

È caratterizzato da intenso aroma e forte sapore. Tra i più popolari ci sono il cheddar, il gouda, il Monterrey Jack, l’emmental, il parmigiano e l’edam. Hanno un alto contenuto di grassi, fatto che deve essere preso in considerazione al momento del consumo.

Formaggi erborinatiFormaggio blu

Sono caratterizzati da un’elevata presenza di muffe, che conferiscono un sapore e un aroma intensi, con un tocco acido. Richiedono ambienti umidi, che favoriscono la proliferazione di muffe. Tra i più famosi ci sono: il Roquefort e il gorgonzola.

Formaggi cremosi

Il formaggio cremoso ha un’alta quantità di grasso rispetto a quello fresco. La sua consistenza è molto cremosa e di solito vengono spalmati.

I più famosi sono il Camembert e il Philadelphia.

Formaggi trasformati

Formaggio trasformato

Vengono prodotti a partire da due o più formaggi che vengono sciolti insieme. Durante la lavorazione, i microrganismi che danno sapore ai formaggi naturali vengono eliminati, motivo per cui questi formaggi risultano un po’ insipidi al palato.

Questa assenza di sapore di solito viene compensata con l’aggiunta di sale. Possono essere facilmente tagliati in fette rendendoli ideali per snack e panini.

Le persone affette da ipertensione devono evitare i formaggi trasformati.

Ricotta

Viene prodotta a partire dal siero di latte vaccino. Ha una consistenza compatta e leggermente granulosa. Contiene metà del sale dei fiocchi di latte, il doppio di calcio e zinco e quattro volte di vitamina A. Viene spesso usata come ingrediente di ripieni e dessert.

Leggete anche: Pasta cremosa senza panna o formaggio

Come scegliere il formaggio più sano?

I tipi di formaggi più salutari

Quello che i medici consigliano come formaggio più sano per il consumo quotidiano è povero di grassi, calorie e sale. Conserva le vitamine e i minerali naturali, ma riduce la presenza di altri componenti dannosi per la salute.

I formaggi che contengono più grassi e calorie sono il parmigiano, il provolone e il camembert. Quelli che apportano meno colesterolo e dal basso contenuto calorico sono fiocchi di latte e mozzarella.

Chiave per includere il formaggio nella dieta

Il formaggio è tradizionalmente un ingrediente a cui le persone sono abituate. È quasi impossibile pensare di rinunciare a questo alimento per chi lo ha consumato per tutta la vita.

Non è necessario smettere di mangiare formaggio. La chiave è scegliere i più sani evitando così danni alla salute.

Per gli adulti, si consiglia di mangiare massimo 30 grammi al giorno di formaggio. Scegliete formaggi a basso contenuto di grassi e sale. Si ritiene che i formaggi più salutari siano quelli freschi e la ricotta.

Guarda anche