Frullato di barbabietola per abbassare il colesterolo

3 Aprile 2019
Bere il frullato di barbabietola aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo, ma è molto importante anche adottare abitudini salutari, come la pratica di regolare esercizio fisico.

Presentate alti livelli di colesterolo alto? Non preoccupatevi. Come molti altri disturbi, esistono diverse soluzioni naturali per trattarlo. Ad esempio, il frullato di barbabietola per abbassare il colesterolo.

In questo articolo vi consigliamo il frullato di barbabietola per abbassare il colesterolo. Le sue proprietà nutrizionali, infatti, favoriscono la decomposizione di questo grasso. Che aspettate a provarlo?

Il colesterolo

Il colesterolo è una sostanza cerosa che si trova nei lipidi del sangue. L’organismo, in una certa misura, ha bisogno di produrre continuamente colesterolo.

Tuttavia, a causa di livelli anomali, possono formarsi depositi di grasso nei vasi sanguigni. Purtroppo, il colesterolo aumenta considerevolmente il rischio di problemi cardiaci.

Questa condizione, conosciuta in termini medici come ipercolesterolemia, interferisce con il corretto funzionamento degli organi vitali.

Il colesterolo può presentarsi per motivi ereditari, ma il più delle volte è il risultato della scelta di uno stile di vita malsano, che ha a che fare soprattutto con la dieta.

Per questo motivo, è essenziale migliorare le proprie abitudini e prendere in considerazione dei rimedi naturali che aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo. Il frullato di barbabietola per abbassare il colesterolo è sicuramente un’ottima opzione.

Perché è rischioso avere il colesterolo alto?

Colesterolo alto

Quando una persona ha il colesterolo alto, è esposta a molte malattie. Infatti, un accumulo di colesterolo genera un blocco nelle arterie, interferendo con il passaggio del flusso sanguigno attraverso di esse.

Alcune delle conseguenze del colesterolo alto sono:

  • Sovrappeso e obesità.
  • Aterosclerosi.
  • Malattia vescicolare.
  • Infarto del miocardio.
  • Alta pressione sanguigna.
  • Epatopatia e ischemia.
  • Aumento della glicemia.

Leggete anche questo articolo: Tutto ciò che dovete sapere sul colesterolo

I sintomi del colesterolo alto

Alti livelli di colesterolo cattivo nell’organismo non presentano sintomi molto evidenti che permettano di identificarli. Per molti anni, infatti, se ne è parlato come di “assassino silenzioso”.

Nonostante ciò, alcuni sintomi comuni potrebbero aiutare a ottenere un’adeguata diagnosi. Questi includono:

  • Sensazione di pesantezza addominale.
  • Vertigini e vista offuscata.
  • Infiammazione delle estremità (edema).
  • Alitosi.
  • Dolore al petto.
  • Debolezza e stanchezza.
  • Intolleranze alimentari.
  • Problemi intestinali.
  • Orticaria o allergie cutanee.

La barbabietola per abbassare il colesterolo

Barbabietola

La barbabietola è una delle verdure più raccomandate per i soggetti con problemi di colesterolo. I suoi principali benefici sono attribuiti al suo contributo di fibre e composti antiossidanti, che aiutano ad abbattere questo lipide.

  • Presenta proprietà depurative che supportano le funzioni del fegato, l’organo in cui viene prodotta la maggior parte del colesterolo. I suoi nutrienti purificano il sangue e aiutano a rimuovere le tossine.
  • Il suo apporto di fibre alimentari migliora il processo di assorbimento dei grassi, impedendo essi di formare depositi nel corpo. Questo, naturalmente, riduce la tendenza ad accumulare colesterolo.
  • Il suo contenuto di niacina supporta la formazione di colesterolo buono (HDL). Questo è fondamentale per rimuovere i residui di colesterolo cattivo (LDL) e di trigliceridi.
  • Contiene fitonutrienti come la betanina e la vulgaxantina, che possono aiutare a calmare l’infiammazione e il deterioramento cellulare.

Leggete anche: Rimedi curativi a base di barbabietola

Come preparare il frullato di barbabietola per abbassare il colesterolo

Frullato di barbabietola per abbassare il colesterolo

L’ingrediente principale di questo frullato è la barbabietola. Tuttavia, bisogna includere anche altri alimenti adatti a regolare i livelli di colesterolo.

Il risultato sarà una bevanda disintossicante. Il frullato di barbabietola, se ingerito regolarmente, migliora la salute cardiovascolare, il peso corporeo e la vitalità in generale.

Ingredienti

  • 1 mela
  • 1 radice di barbabietola
  • Il succo di 2 arance
  • Il succo di 1 limone

Preparazione

  • Sbucciare la mela e tagliare in più pezzi.
  • Tagliare la radice di barbabietola a cubetti.
  • Tagliare gli agrumi a metà ed estrarre il succo.
  • Frullare tutti gli ingredienti e, se necessario, aggiungere un po’ d’acqua per facilitare la lavorazione.
  • Ottenere una bevanda omogenea senza grumi.

Modalità di consumo

L’ideale sarebbe bere il frullato appena preparato, poiché è il momento in cui si concentrano tutte le sue proprietà. Anche se può essere conservato in frigo, ricordate che dopo alcune ore avrà perso parte dei suoi nutrienti.

  • Bere il frullato di barbabietola a stomaco vuoto, almeno 3 volte a settimana.
  • Se vi è appena stato diagnosticato il colesterolo alto, vi consigliamo di bere il frullato ogni giorno per 3 o 4 settimane di fila.

Importante: evitare il frullato di barbabietola se si hanno malattie ai reni. La barbabietola contiene ossalati che possono causare complicazioni in caso di calcoli renali.

Infine, ricordate che sebbene questo frullato aiuti ad abbassare il colesterolo, è essenziale adottare altre abitudini salutari, quali l’esercizio fisico regolare, una dieta sana ed equilibrata ed evitare per quanto possibile lo stress.

  • Clifford, T., Howatson, G., West, D. J., & Stevenson, E. J. (2015). The potential benefits of red beetroot supplementation in health and disease. Nutrients. https://doi.org/10.3390/nu7042801
  • Hobbs, D. A., Kaffa, N., George, T. W., Methven, L., & Lovegrove, J. A. (2012). Blood pressure-lowering effects of beetroot juice and novel beetroot-enriched bread products in normotensive male subjects. British Journal of Nutrition. https://doi.org/10.1017/S0007114512000190
  • Asgary, S., Afshani, M. R., Sahebkar, A., Keshvari, M., Taheri, M., Jahanian, E., … Sarrafzadegan, N. (2016). Improvement of hypertension, endothelial function and systemic inflammation following short-term supplementation with red beet (Beta vulgaris L.) juice: A randomized crossover pilot study. Journal of Human Hypertension. https://doi.org/10.1038/jhh.2016.34