Scegliere il miglior ciuccio per il neonato

15 Settembre 2019
L'uso del ciuccio da parte dei neonati è oggetto di dibattito. Tuttavia, se deciderete di utilizzarlo, dovete sapere come scegliere quello più adatto ai vostri bambini.

Se avete avuto o se a breve avrete un bambino, a un certo punto vi domanderete come scegliere il miglior ciuccio. Vorrete un prodotto eccellente, ma vi ritroverete con una vasta scelta a disposizione. Cosa dicono gli esperti?

In questo articolo condivideremo alcuni consigli per imparare a scegliere il miglior ciuccio per il neonato e per tenervi aggiornati e dare ai vostri figli il meglio per la loro salute. Continuate a leggere!

Ciuccio: sì o no?

Prima di scegliere il miglior ciuccio per il neonato, capiterà di chiedersi se comprarne uno. Come tutto quello che riguarda il mondo dei neonati, sono tante le tesi e favore e quelle contro.

L’uso del ciuccio è davvero comune in molte culture, in quanto trattasi di un oggetto confortante per il neonato. Tuttavia, esistono opinioni diverse in merito alla forma, al materiale e persino alla durata della somministrazione.

  • D’altro canto, le opinioni a sfavore si concentrano sulla possibilità che questa abitudine alla suzione non a scopo nutritivo nuoccia all’allattamento. Inoltre, viene associata a malformazioni dentali, otite acuta media e un rischio maggiore rischio di incidenti.

Raccomandazioni generali

Donna con ciuccio in mano
I sostenitori del ciuccio affermano che il suo uso non dovrebbe prolungarsi oltre il primo anno di vita.

Nonostante queste divergenze, c’è però consenso su tre raccomandazioni che riguardano l’uso del ciuccio:

  • Non dare il ciuccio al neonato se non dopo i primi quindici giorni di vita.
  • Ridurne progressivamente la somministrazione a partire dagli 8 mesi.
  • Eliminarlo del tutto al compimento del primo anno.

Leggete anche: Succhiarsi il pollice: 4 modi per aiutare il bimbo a smettere

Come scegliere il miglior ciuccio per il proprio bambino

Nella scelta del ciuccio dovreste tenere conto di alcuni fattori, come l’età, se manifesta disagio con l’allattamento, ecc.

A seguire vi daremo alcune indicazioni generali rispetto alla forma e al materiale. Tuttavia, non dimenticate di essere specifici in merito alle esigenze dei vostri bambini quando dovrete chiedere consiglio.

1. La forma

La forma del ciuccio
Il ciuccio deve essere privo di buchi o spazi per assicurare una corretta disinfezione dello stesso.

Per scegliere il miglior ciuccio, dobbiamo pensare alla facilità con cui è possibile pulirlo a fondo. Bisogna dunque fare attenzione alla forma, che non deve presentare buchi o spazi che potrebbero far ristagnare l’umidità e favorire la comparsa di muffa.

È altrettanto importante che il ciuccio sia un unico pezzo; vale a dire che non dovrebbe avere un’impugnatura che potrebbe rompersi, perché rappresenterebbe un grande rischio per il neonato.

2. Il materiale

Il materiale più indicato per il ciuccio del neonato è il silicone morbido medicale e privo di Besfenolo A. Questa sostanza, conosciuta nella sua nomenclatura abbreviata con la sigla BPA, è associata a diverse malattie, come le alterazioni ormonali e il cancro.

Dobbiamo considerare che il materiale entrerà in contatto con una temperatura calda e umida. Questi fattori favoriscono la dispersione di questo composto e di altre componenti tossiche. Per questo motivo si sconsigliano assolutamente i ciucci con BPA.

In quanto al materiale, anche in questo caso è importante sceglierlo pensando alla sua pulizia. A differenza del silicone, il lattice favorisce una maggiore proliferazione di batteri. 

Leggete anche: Batteri intestinali responsabili di 6 batteri

3. Ciucci per ogni esigenza specifica del bambino

Primo piano bambina piccola
Esistono ciucci specifici per ogni esigenza, ad esempio per l’allattamento o per il cavo orale.
  • Esistono ciucci particolari che facilitano l’allattamento materno. Imitano la forma del capezzolo e hanno persino una consistenza simile, che si adatta alla pressione della suzione del bebè. Questi ciucci lo spingono a posizionare la lingua come farebbe durante la poppata.
  • Ciucci pensati appositamente per bambini nati prematuri, persino per quelli nati prima della trentesima settimana. Sono più leggeri e più piccoli e imitano la forma del pollice del neonato.
  • Infine, i ciucci ortodontici favoriscono il corretto sviluppo del cavo orale. Hanno la forma indicata per una corretta crescita dei denti e della bocca. Eppure non a tutti i neonati piacciono, inoltre se si cambia la posizione non è più efficace.

Quando avrete scelto il miglior ciuccio per i vostri bambini, tenete presente che deve essere anche di loro gradimento. A volte può capitare che siano più attratti da un aspetto che attira la loro attenzione oppure che non amino tenere in bocca un determinato ciucci. Abbiate pazienza e seguite questi consigli per assicurare il meglio e totale sicurezza ai vostri figli.

  • Martínez Sánchez, L., Díaz González, E. P., García-Tornel Florensa, S., & Gaspà Martí, J. (2013). Uso del chupete: beneficios y riesgos. Anales de Pediatría. https://doi.org/10.1016/s1695-4033(00)77502-3
  • Aliprandini, P., Ferreira, F. B., Bertol, L. S., & Kindlein, J. (2011). Comparison of design, materials selection and characterization of pacifiers produced in Brazil. Australasian Medical Journal. https://doi.org/10.4066/AMJ.2011.529
  • Sexton, S., & Natale, R. (2009). Risks and benefits of pacifiers. American Family Physician.