Iperidrosi capillare: cosa può aiutare a controllarla?

L'eccessiva sudorazione del cuoio capelluto fa sembrare i capelli sempre sporchi. Come ridurre questo problema? Ne parliamo in questo articolo.
Iperidrosi capillare: cosa può aiutare a controllarla?
Leidy Mora Molina

Revisionato e approvato da l'infermiera Leidy Mora Molina.

Ultimo aggiornamento: 06 dicembre, 2022

L’iperidrosi capillare è la sudorazione eccessiva del cuoio capelluto. Questa condizione medica ha radici diverse e, in generale, si evidenzia facendo grandi sforzi fisici, in situazioni di stress o quando si provano determinati piatti.

Secondo il processo naturale, il 99% del sudore è acqua e ciò che rimane è una miscela di sali, acido urico, acido lattico e altre sostanze. L’accumulo di questi elementi nel cuoio capelluto è controproducente per i follicoli piliferi, poiché li indebolisce, toglie lucentezza ai capelli e diminuisce lo spessore delle ciocche.

Poiché in quest’area viene prodotto molto sudore, le gocce viaggiano sulla fronte, sulle tempie e sul collo, il che influisce sulla salute della pelle. E sebbene il suo trattamento possa essere complesso, ci sono diverse opzioni per cercare di controllarlo. Vediamo.

Cos’è l’iperidrosi capillare?

L’iperidrosi capillare è un altro nome dato a “iperidrosi cranica”. Come spiegato dalla Clinica Universitaria di Navarra, ha a che fare con la definizione generale della malattia, correlata all’aumento della sudorazione in aree specifiche del corpo, a causa dell’aumento della secrezione delle ghiandole sudoripare.

Nel caso particolare dei capelli, la sudorazione aumenta con le alte temperature. Sebbene il sudore in quest’area sia generalmente inodore e sterile, è comunque sgradevole e scomodo, soprattutto mentre lavori o hai un incontro sociale.

Inoltre, i capelli sono una difesa del cuoio capelluto dalle aggressioni ambientali. Tuttavia, l’azione stessa di protezione rende difficile eliminare ciò che si suda. Di conseguenza, aumenta il rischio di problemi come la dermatite seborroica.

Nei casi più gravi, l’iperidrosi cranica provoca la caduta dei capelli.

Cos'è l'iperidrosi capillare?
L’iperidrosi capillare è caratterizzata da un’eccessiva sudorazione del cuoio capelluto.

Cause dell’iperidrosi capillare

Le cause dell’iperidrosi sono legate all’iperattività delle ghiandole eccrine e apocrine. A sua volta, questo è derivato da fattori come lo stress, la tensione emotiva, gli effetti di alcuni farmaci o ragioni termiche.

Quando questi stimolanti vengono attivati, l’area craniofacciale diventa più sensibile e intensifica la sudorazione in modo da graduare e neutralizzare l’aumento della temperatura. Inoltre, il Journal of Clinical Medicine specifica che esistono 2 tipi di iperidrosi.

  • Primaria: è la risposta anormale del sistema nervoso allo stress emotivo. Potrebbe originare una componente genetica.
  • Secondaria: è legata a patologie come diabete, obesità o alterazioni ormonali.

Come controllare l’iperidrosi capillare?

Il dermatologo è lo specialista per trattare questo tipo di diagnosi. Tuttavia, ci sono alcune abitudini che aiutano a gestire l’iperidrosi. Ricorda che se i sintomi non migliorano, una visita dal medico è fondamentale.

Bere acqua fredda

Poiché il sudore regola la temperatura corporea, bere acqua fredda aiuta a ridurre il calore. L’assunzione di questo liquido favorisce l’abbassamento della temperatura ed i segni della sudorazione.

D’altronde, come sottolinea un articolo di Apunts Sports Medicine, l’elevata conducibilità termica dell’acqua facilita il trasporto del calore verso la pelle. In questo modo, raffredda rapidamente il corpo, fa evaporare il sudore e rimuove il vapore con l’aria espirata.

Mangiare sano

Gli alimenti speziati provocano sudorazione abbondante. La chiamano “sudorazione gustativa” e deriva dall’aumento della temperatura corporea, dovuto a cibi molto caldi o molto piccanti.

Al contrario, frutta, verdura, latte magro e pesce grasso sono tra gli alimenti che mantengono l’equilibrio dell’organismo in modo che non ci siano stimoli che causano un’eccessiva sudorazione.

Lavare spesso i capelli

Il sudore abbondante sulla testa richiede il lavaggio quotidiano dei capelli. Questa abitudine fa parte dell’igiene per eliminare i batteri. È fondamentale applicare uno shampoo con componenti neutri o per capelli sensibili.

Durante il risciacquo, assicurarsi che non rimanga nulla del prodotto. Inoltre, evita l’acqua calda. Puoi alternare questo con trattamenti per rafforzare e idratare la fibra capillare. Le maschere anticaduta, rivitalizzanti e antiforfora sono tra le più benefiche.

Areare gli ambienti

La temperatura dell’ambiente influisce sulla sudorazione capillare. Aerare gli ambienti in modo che il calore non rovini i capelli. All’aperto mantieniti idratato.

Leggi anche: 8 consigli per l’abbigliamento per le persone con iperidrosi

I trattamenti topici

Esistono trattamenti topici che riducono l’iperidrosi capillare. Tuttavia, la loro applicazione deve essere effettuata sotto controllo medico o dermatologico, poiché alcune sostanze possono causare effetti collaterali come irritazioni.

Indossare cappelli e sciarpe

Quando esci, applica la protezione solare sui capelli e non escludere cappelli e sciarpe. Questo è un modo per prevenire gli effetti del sole.

La Healthy Skin Foundation consiglia, durante l’estate, di preparare i capelli con una pettinatura comoda e di coprirli, come misura per prevenire i danni dei raggi UV. Tali azioni portano anche a regolare la sudorazione.

Raccogliere i capelli prima di allenarsi

L’attività fisica è uno dei fattori scatenanti del problema. Quando ti alleni all’aperto, in un salone o in palestra, raccogli i capelli in una coda di cavallo. Indossa una fascia di stoffa che separi i capelli dalla fronte e assorba quanto più sudore possibile. In questo modo manterrai il viso asciutto.

donna che fa esercizio
Durante la pratica dell’esercizio fisico, la sudorazione tende ad aumentare. Per questo motivo è consigliabile raccogliere i capelli.

Altre opzioni per il trattamento dell’iperidrosi capillare

Il Chilean Journal of Dermatology evidenzia che sono disponibili terapie come la tossina botulinica, la ionoforesi, i farmaci sistemici e la chirurgia per il trattamento dell’iperidrosi.

Allo stesso modo, ci sono farmaci per via orale con anticolinergici. Il consumo di questo tipo di farmaci e le altre alternative contro l’eccessiva sudorazione capillare richiedono uno stretto controllo medico.

Secondo la valutazione della condizione, è lo specialista che decide il metodo che alla fine eliminerà il problema.

Potrebbe interessarti ...
Coenzima Q10 per i capelli: cosa bisogna sapere
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Coenzima Q10 per i capelli: cosa bisogna sapere

Il coenzima Q10 per i capelli è fonte di crescita, contribuisce alla produzione di cheratina e rinforza il cuoio capelluto.




Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.