La blefarite: sintomi e possibili trattamenti

La blefarite è una patologia dell'occhio molto diffusa e, in genere, benigna. Le sue manifestazioni cliniche includono prurito, secchezza delle palpebre e piccole desquamazioni. Approfondiamo l'argomento nello spazio che segue.
La blefarite: sintomi e possibili trattamenti

Ultimo aggiornamento: 26 maggio, 2021

La blefarite è l’infiammazione delle palpebre. Si tratta di una patologia comune, che può colpire chiunque e può provocare diversi sintomi fastidiosi, tra i quali spiccano desquamazione cutanea, prurito e secchezza. Nelle righe che seguono presentiamo alcune informazioni su questa condizione.

Cos’è la blefarite?

La blefarite è l’infiammazione delle palpebre e colpisce perlopiù i bordi di queste ultime. Proprio qui si trovano i bulbi piliferi delle ciglia e le ghiandole esocrine.

All’interno dei bulbi piliferi e nelle secrezioni prodotte da queste ghiandole sono presenti per natura diversi batteri. In caso di anomalia nel drenaggio delle secrezioni e di un conseguente accumulo delle stesso, l’ambiente diventa l’ideale per la proliferazione dei batteri.

Una proliferazione batterica incontrollata è responsabile, dunque, dell’infiammazione delle palpebre. In genere la blefarite è piuttosto comune e non preoccupante, ma se trascurata possono presentarsi alcune complicazioni.

La blefarite e arrossamento delle palpebre.

Chi colpisce e quali sono le cause?

La blefarite può colpire chiunque, a prescindere dal sesso e dall’età. Tuttavia, è stata notata una particolare correlazione con alcuni fattori o situazioni specifiche. Tra questi:

  • Agenti irritanti, come fumo, sostanze tossiche, prodotti chimici, eccetera.
  • Fototipo biondo, dalla pelle chiara o sottile e dagli occhi chiari. Queste persone sembrano avere una maggiore predisposizione alla blefarite.
  • Anche negli individui con tendenza ai capelli e alla pelle grassa, acneica o con rosacea si è osservato questo fenomeno.
  • La blefarite è correlata alla dermatite atopica e alle allergie stagionali.

Sintomi della blefarite

Questa infezione provoca sintomi generici di irritazione oculare. Tra questi ricordiamo:

  • Prurito e secchezza oculare.
  • Desquamazione del bordo delle palpebre, con conseguenti crosticine che sembrano “forfora” sulle ciglia.
  • Occhi arrossati, con sensazione di bruciore.
  • Sensazione di corpo estraneo o di sabbiolina negli occhi.

A volte questa infezione può provocare la caduta delle ciglia. Oltre a ciò, se non viene tenuta sotto controllo, può provocare la comparsa di orzaiolo; cisti con pus in alcuni punti delle palpebre che andranno trattate.

Giovane con dolore oculare.

Diagnosi e trattamento

In genere la blefarite è un processo cronico, ovvero che non ha cura. Ciononostante possiamo tenere sotto controllo i sintomi, il che permette al paziente di condurre una vita normale. I tasselli principali del trattamento saranno:

  • Evitare di esporsi a situazioni o a sostanze che potrebbero scatenare una superinfezione.
  • Igiene delle palpebre.

Il passaggio fondamentale della detersione delle palpebre consiste nella detersione quotidiana con sapone neutro e cotton fioc. Questi ultimi saranno utili a rimuovere le crosticine o le pellicine che potrebbero essersi formate e a eliminare dalla palpebra l’accumulo di secrezione delle ghiandole.

Questa misura si è dimostrata molto efficace sia nel trattamento sia nella prevenzione di nuovi episodi di blefarite. In alcuni casi sarà poi lo specialista a decidere se aggiungere al trattamento alcuni farmaci sotto forma di collirio o pomata che potrebbero essere utili in presenza di infezioni più aggressive.

Per riassumere

La blefarite è una patologia comune e, in genere, benigna. Eppure, visti i fastidiosi sintomi e poiché potrebbe provocare diverse complicazioni, si consiglia di consultare lo specialista.

Il medico saprà fornire le indicazioni del caso per tenere sotto controllo i sintomi; se necessario, indicherà un trattamento più specifico.

Potrebbe interessarti ...
Volete prendervi cura della vista? Ecco 4 super-alimenti!
Vivere più saniLeggilo in Vivere più sani
Volete prendervi cura della vista? Ecco 4 super-alimenti!

Se volete prendervi cura della vista e mantenere gli occhi sani più a lungo, cominciate da questi 4 super-alimenti. Ecco in che modo possono aiutare.



  • Corredor Osorio, R., Nava Castañeda, A., Tovilla Canales, J. L., Tovilla y Pomar, J. L., & Muñoz Salas, S. (2000). Blefaritis por Demodex folliculorum. Rev. Fac. Med. UNAM43(4), 125–9.
  • Yey Fano Machín. (2016). Complicaciones de la Blefaritis. Revista Habanera de Ciencias Médicas15(1), 0–0. Retrieved from http://scielo.sld.cu/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S1729-519X2016000100010
  • Rodríguez Álvarez, M. F., Tavera, M., & Acosta, L. (2015). Bacterias oportunistas involucradas en infecciones oculares. Ciencia y Tecnología Para La Salud Visual y Ocular13(2), 73–84. https://doi.org/10.19052/sv.3641
  • Fernández Araque, A. M., Gómez Castro, J., & Roch, M. (2007). Cuidados de higiene palpebral en pacientes con blefaritis. Metas Enferm10(7), 9–12.