Perché si gonfiano le dita delle mani?

· 27 giugno 2014
Perché si gonfiano le dita delle mani? Oggi vi parleremo delle cause più comuni e di alcune soluzioni a questo problema.

Di sicuro vi sarà capitato, qualche volta, di avvertire al’improvviso una pressione nelle dita e una leggera infiammazione. Le dita delle mani si gonfiano così tanto che non si possono più togliere nemmeno gli anelli.

A volte succede mentre si sta camminando o nel tardo pomeriggio. A che cosa si deve? Le cause alla base di questo classico gonfiore alle dita sono molte. Ve le spieghiamo nelle righe che seguono. 

Il gonfiore di qualsiasi parte del corpo, di solito, si deve a un accumulo di liquidi. Inoltre, sulle dita l’eccesso di lavoro è un fenomeno molto comune.

La causa di questo accumulo di liquidi dipende da una cattiva circolazione, anche se, in alcuni casi, può essere la spia di altre malattie che è possibile individuare nel momento in cui se ne conoscono i sintomi. Vale la pena conoscerli.

Cause del gonfiore nelle dita

perché si gonfiano le dita delle mani?

1. Cattiva circolazione

Un eccesso di colesterolo o una pressione arteriosa elevata o scompensata costringe il nostro sistema circolatorio a far scorrere il sangue dal cuore ai polmoni con più forza e ad alta velocità, cosa che provoca stanchezza.

Quest’intensità circolatoria nel nostro torace, di conseguenza, si scompensa nelle estremità, come le dita. Sentiamo le mani più fredde e le dita si gonfiano perché i nostri vasi sanguigni si dilatano maggiormente, cosa che si traduce in edema e gonfiore.

2. Eccesso di peso

L’obesità o l’avere diversi chili di troppo altera il nostro sistema linfatico, provocando ritenzione idrica sia nelle mani sia nei piedi. Li sentiamo gonfi, le scarpe non entrano, per esempio, e nelle mani avvertiamo come un formicolio, oltre ad avere le dita leggermente gonfie.

3. Gonfiore dovuto al tunnel carpale

Quando siamo affetti dal cosiddetto tunnel carpale, di solito si ha una riduzione del flusso sanguigno in questa zona del corpo, a causa della compressione del nervo mediano; questo provoca una sensazione di intorpidimento nelle dita, accompagnato da freddo e gonfiore nelle dita.

Leggete anche: Sindrome del tunnel carpale: cause e rimedi

4. In seguito a una reazione allergica

A volte un corpo estraneo può entrare nel nostro organismo. Per difenderci da esso, il corpo rilascia istamina nel flusso sanguigno, in modo da combatterlo, causando gonfiore alle dita. Dinanzi ad una simile reazione, dobbiamo prendere degli antistaminici.

5. Infezione

Un’infezione si presenta quando i germi entrano nella nostra pelle attraverso qualche lesione: a volte, è sufficiente un piccolo taglio. Può succedere che qualche dito inizi a gonfiarsi e che si avverta una sensazione di dolore. A volte l’infezione può giungere al tessuto e poi all’osso, provocando la comparsa di febbre.

6. Artrite reumatoide

È facile che l’usura delle articolazioni e della cartilagine si ripercuota sulle nostre dita. Quali sono i sintomi? L’età non ha importanza: può apparire all’improvviso un gonfiore alle dita accompagnato da un colorito rosso cremisi. Si sente sempre dolore, soprattutto la mattina, ed è comune sentire le dita rigide e avere difficoltà nel muoverle.

Cosa fare in presenza di dita gonfie?

1. Esercizi per eliminare il formicolio e la ritenzione idrica

esercizi per eliminare il formicolio e la ritenzione idrica

  • Potete ridurre la ritenzione idrica muovendo le dita come si vede nell’immagine. Questo movimento permette al sangue di fluire e di eliminare verso l’esterno l’eccesso di liquidi. Si tratta semplicemente di muovere ripetutamente il pollice verso l’interno e verso l’esterno della mano. Un movimento così semplice è in grado di ristabilire l’equilibrio dei liquidi.
  • Un altro esercizio altrettanto utile consiste nell’unire i palmi delle mani (come se steste pregando) e alzarle sopra la testa. Anche questo movimento aiuta a compensare la nostra circolazione.

Per approfondire, leggete anche: I migliori alimenti contro la ritenzione idrica

2. Ricorrete ai diuretici naturali

diuretici naturali

Vi permetteranno di eliminare la ritenzione idrica dall’organismo. Per prima cosa, cercate di bere due litri d’acqua al giorno, poi includete nella vostra dieta alimenti naturali dalle proprietà diuretiche.

Per esempio, il tè verde, il sedano, le carote, i pomodori, la cipolla, la melanzana, gli asparagi, il carciofo, il crescione, il cetriolo, i cavoletti di Bruxelles, la lattuga…

3. Dieta equilibrata e senza sale

per una dieta equilibrata, bisogna eliminare il sale
Eliminate il sale dalla vostra dieta

Seguendo una dieta ricca di fibre e verdure ed eliminando i grassi industriali, gli additivi e il saleil vostro organismo godrà di una  salute migliore. Eliminerete la ritenzione idrica, migliorerete la circolazione e perderete peso.

4. Guanti di compressione

guanti di compressione

Se vi capita spesso di avere le dita gonfie ed avvertire dolori, potete ricorre ai guanti di compressione che è possibile acquistare in farmacia. Sono molto utili in questi casi: esercitano una pressione adeguata sulle mani e sulle dita, rimuovendo l’eccesso di liquidi.

Guarda anche